Pubblicata il 08/10/2008
Ancora ho, tutti i capelli biondi
mesciati col colore della pelle
riflesso d’argentino platinato
Potrei portarli ancora belli lunghi
e mettere un fiocchetto nella coda;
ma una strana chierica sul fondo
costringe ad evitare quella zolla.

Così mi sono fatto quattro conti
il parrucchiere, il taglio, la frizione
ed ho deciso di portarli corti
invidia di chi rapa tutto a zero
dicendo ch’è la moda del momento

Io penso che per loro sia un tormento
alzarsi la mattina ed allo specchio
vedere quelle rughe come un vecchio;
bruciare il flash con le fotografie
riflettere il sole sulla nuca
e fare imbestialire chi alla guida
s’abbaglia con la testa impomatata
di crema antisolare dell’amica

E che fatica insaponarsi sopra e sotto
iniziare a radersi alle otto
ed impugnar la lama sotto il mento
Salire verso i baffi e poi “memento”
andare sulla capa con stridore
effettuare un percorso “netto”
finendo sulla fronte col sudore
cercando di evitare quel taglietto
Terrore!... poi velato dal cerotto
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)

*Ma come porti i capelli, bella bionda,
tu li porti alla marinara, tu li porti come
l'onda, come l'onda del mar*

Caro Roberto, visto il titolo scattato
il ricordo musicale..ma non credo sia il tuo caso ah! ah!
fosse per te il parrucchiere proporrebbe solo
parrucchini..esilarante come sempre..
Cari salutissimi
Summer

il 08/10/2008 alle 17:11

ciao summer e grazie

il 08/10/2008 alle 21:53

mmm
forse non è chiara la poesia
ma lo scuoiato invidia il capelluto...

il 08/10/2008 alle 21:54

Tra due estremi metti a frutto un oculato ragionamento e scegli la via di mezzo.
Un caro saluto
mati

il 08/10/2008 alle 23:10

certo..
la via di mezzo è sempre la "più migliore..."

il 09/10/2008 alle 15:16

Ciao io li porto quasi rasati , come dire ne di quà ne di la,

il 01/04/2013 alle 22:16