Pubblicata il 23/05/2002
Specchiati,..tesoro mio,
la poesia sei tu!
Aria è il sospiro,
ed aria in ciel scompare.
Al nostro incontro il mio volto nascondo,
eppur tu sei l'amor che senza tregua
desidero vedere.
Più dolci e meno fugaci della luce
e dei fiori sono i tuoi baci,
altri incateni i fati.
Tesoro mio,
concesse a noi la sorte,
un bacio ed un altro ancora,
due sillabe d'un cuor che dir non osa.
Era quella sera tutta per noi,
sedevamo muti in mezzo ai prati,
come amanti cui il tempo vada bisbigliando.
Ben sapevamo di aver con noi il tesoro più grande,
che divenne fuoco su guance ai morbidi baci,
non un fremito d'aura giocondo
nell'afa ardente.
Baci deliziati,
nel tuo cuore senti la tempesta
che t'urge e che t'affanna il sangue,
stanco di desio pieghi la testa,
oh che profondo sospiro,
dopo un bacio ancor,
termina il tuo lungo tormento,
ed ora mio caro,
mi spetta il compenso...........
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)