Pubblicata il 09/04/2002
Tutto diventa e incontra
il proprio opposto.
E ritorna tutto, mai uguale.
Quelli che pensavi cristalli
si sono sciolti,
dinamici improvvisi
brillano alla luce del sole,
si arricchiscono
della terra, e la irrorano.
E la terra irrora la vita.
E’ il momento della danza,
tutto rulla, tutto batte,
pause brevi e lamenti di violino
incitano a ricominciare
impetuosamente.
Il raccolto è lontano.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)