PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 18/09/2021
Sulle ginocchia del tempo
scrivo la ruvidezza dei giorni,
lo spazio tra una rosa e le sue spine

leggo le cose inventate
mentre una chitarra suona
la musica che profuma di viole.
  • Attualmente 4.85714/5 meriti.
4,9/5 meriti (7 voti)

E mica si scherza qui. Bellissimi gli ultimi versi. Ciao Luisa.

il 18/09/2021 alle 11:47

Musica e fiori, così t'immagino :)

il 18/09/2021 alle 18:45

Incantevole, parola per parola, verso dopo verso, strofa dopo strofa.Bravissima

il 18/09/2021 alle 23:22

Davvero bella, in tutte le sue metafore.

il 19/09/2021 alle 06:18

Molto bella. Il tempo, madre, papà, nonno, che ti tiene sulle sue ginocchia non basta a rincuorarti sulla "ruvidezza" della vita. Ma il tuo anelito c'è, è forte e si fa strada.

il 19/09/2021 alle 09:59

Magica quella chitarra. Ciao.

il 19/09/2021 alle 10:18