Pubblicata il 23/11/2020
.Oro annega abisso lucente
blu disciolto velato tra onde
chinate a testa in giù dalla scogliera
codici di stelle sorelle d’alba chiara.
.Aloni fatui, aquiloni di lampioni
in girotondo simili a pampini
che lacrimano nostalgia dai chicchi
nella solitudine di filari a specchi
come stille d’autunno tragico
giù per il costone a cuore franco.
.La gioia d’una coda in lontananza
per meno zittisce la spiaggia scalza
ad occhi nudi con l’audacia della letargia
purché si viva, purché sia viva
l’anima affiorante di getto a riva.
.Idea la follia affiora fatale
la magia d’una promessa corale
capriola parole giocate per noia
in fugace lotta con la malinconia
nella dolcezza d’una voce distorta
che narra fumose sequenze in testa.
.La mente teme la sua arsura
osa e sa che è linea tenera
l’ansa in esilio salvata dal dono
d’un sogno dal pensiero buono.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)