Pubblicata il 28/07/2020
sembra un mare
quella nebbia che sale
a confondere
le onde per via

mentre ascolto
naufrago sul ritorno
voci lontane
d'osteria

e dietro
più nulla

com'è bello allora
accostare
al fianco d'un vicolo
tutto spento
e soffici
tra quelle braccia
remando silenzio
puntare come una volta
la luna

che a tratti scopre
in mezzo alle folate
quel brivido
al balcone
dove affacciava
la mia preferita
ogni volta passione

inutile rimpianto
d'anni in fumo
ma accendo
un'altra paglia

cinque minuti
d'illusione
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

Molto bella, complimenti!

il 29/07/2020 alle 11:40

Una meraviglia da leggere più volte! Complimenti, Virgilio!

il 29/07/2020 alle 18:36

Hai dato un brivido non solo al balcone.

il 29/07/2020 alle 23:50

i tre moschettieri che ringrazio ancora, Ben e Vittorio come Sir, attaccato al ventilatore....ciao vir

il 30/07/2020 alle 12:26