Pubblicata il 20/06/2020
nel buio/luce
^^^^^^^^^^

il bambino racconta a sua madre una storia di buio e di luce
sua madre ancora giovane nell’età da non avere bisogno di racconti
sicura che il sole può splendere il giorno ma anche la notte
il bambino conferma che vede la luce conunque e dovunque ma ha torto
perché il sole si arrampica sulle pareti e si divide in parallele
il buio in una sola direzione cancella la luce
la notte riscrive parole già cancellate perché perfettibili
il sole rientra timidamente nella stanza
la luce è calma e si espande unica certezza dell’innamoramento
ritrova il suo coraggio
tenera e pesante sicurezza
ma ancora il buio spegne il sole contro il muro
e lancia milioni di milioni di lucciole contro la notte

gli uccelli volano bassi
stormi di volatili appena usciti dai nidi in formazione contro il muro
spalancano le ali e puntano al soffitto
la luce è un’inferriata tra la madre e il bambino
appena commutato lo spazio uno squalo
nuota rasente al pavimento perché tende a dimensionarsi
riapparirà trasformato in file di minuscoli siluri azzurrini

nonostante il sole la stanza si chiude nel buio
un po’ di pioggia trasuda dai muri
leggono quello che hanno scritto nel buio/luce
la madre e il bambino saltando allacciati sopra il letto

[Questa è la strada per la luce
dove non può non riconoscersi il conflitto millenario del sole
patrimonio della madre
eredità del bambino]

(guga
2020, giugno)
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)