Pubblicata il 20/05/2020
Di domenica disinfettano le strade armate
cercarti tra le pagine e le barricate
le biografie si sovrappongono
ho amato ingiustamente
ho parlato come un re che non comprende

di solito non chiedo notizie
come potrei senza rischiare
non esco con il cappotto nero
e la sciarpa bianca da musicista
a smistare altri nomi o ad aspettare
la fine della pioggia sacra

le luci fugano il popolo infiammato
lascio la via pesando l'aria
tu sei mia per anni disboscati
per compromissioni del cielo
senza destino o con un ricco avere
la tua dolcezza s'è arruolata in me
  • Attualmente 4.25/5 meriti.
4,3/5 meriti (4 voti)

Tu pensi di avere parlato come un re che non comprende...per me "solo" come un Poeta

il 05/06/2020 alle 01:35

è una poesia di una mia amica, Rich (Antonella Jacoli) che da tanto manca nel sito, un tributo a lei...grazie ancora cara Luna

il 05/06/2020 alle 09:12