Pubblicata il 13/02/2020
l'incoerenza cattredratica polifenolica pregna di tatticismi tardo longobardi, avulsi altresì, da un contesto risorgimentale preborbonico, si connota di risentimenti politicamente andreottiani, compenetrandosi surrettiziamente in una sorta di revanscismo preelettorale decisamente difforme da una  configurazione etilica  alto valtellinese non priva, ahimè, di caratterizzazioni sanremesi di pessimo sentimentalismo ungarettiano nonché criptomarxista e gattopardesco.
dunque, ben venga questa forma di sincretismo precolombiano imbastardito da una forma di cerchiobottimo peloso, comunque gradito ad un certo provincialismo periferico acriticamente compromesso con la più becera commiserazione interstiziale, ovviamente connivente col più squallido campanilismo omofobico.
e così, purtroppo, non essendoci più le mezze stagioni e la rondine che fa primavera, senza l'altezza che è mezza bellezza e il mondo che è fatto a scale, c'è chi scende e c è chi sale, meglio un uovo oggi che una gallina che l'indomani al mercato mio padre con due soldi comprò non essendoci ancora il bancomat... ahi ahi ahi..che disdetta, siamo fritti...!!
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)

Come tutte le altre piacevolissima....

il 13/02/2020 alle 17:52