Pubblicata il 26/09/2019
seguo, co'l dito
il declinar
dei dolci pendìi,
co'l Sole che precipita,
laggiù, oltre i Colli.

percepisco appena, il Mare
che, mugghiando di tempesta,
rigurgita lento,
l'alta marea settembrina.

mentre lo sguardo si perde,
nella campagna
che, fino al Delta,
pianeggiando si stende.
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)

..." co'l " cos'è ? una licenza poetica ?...

il 27/09/2019 alle 15:43