Pubblicata il 12/08/2019
E mi chiedo di cosa è fatto un sogno,
forse di un paio d’ali bianche
e un salto
nel cielo sopra il mondo.
forse di un impasto colloso
che tiene insieme gioia e dolore
in armonica visione.
forse è un macchina del tempo
che conduce le armonie e le voglie
tra tempi e spazi indefiniti.
e mi chiedo di cosa profuma un sogno.
forse di terra
forse di mare
di amplessi rossi e sudati
di talco e latte materno
amalgamati.
e prego che mi resti sempre
un sogno.
  • Attualmente 3.2/5 meriti.
3,2/5 meriti (5 voti)

è una bellissima poesia, ma le bellissime poesie sono spesso indebolite dalla chiusa (i due versi).

il 12/08/2019 alle 17:24

Grazie

il 12/08/2019 alle 19:17