Pubblicata il 18/02/2003
dissi di te il meglio e il peggio
ti coprii di vento e gelo, al pomeriggio
bufera era nell'aria il tuo sguardo
avevi gli occhi indietro come un silenzio
ordivi vendette ed eri devastata al cuore
un secolo fa ti conobbi ed eri gentile
persa nel tuo cuore l'alba dell'airone
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

grazie, ily mi fa piacere che ti sia piaciuta, la sento dentro come una ventata, le parole come ghiacci in inverno, un dolore come ago nella carne....

il 18/02/2003 alle 21:26

Eih Mario, mi piace molto come scrivi sai?
Sei una piacevole sorpresa.
Baci
kat

il 19/02/2003 alle 22:08