Pubblicata il 11/03/2019
Mi crogiolo
silenziosa
in dolci spifferi profumati
d’un’aria sorniona
veleggiante tessiture smaglianti
vibrano su verdi favole muschiate
destando un canto di pelle
mossa a nuove energie
da un lenire di parole sottovoce
toccanti i confini del profondo
nel respiro impalpabile
plagiato da un anelito di mimosa
  • Attualmente 4.6/5 meriti.
4,6/5 meriti (5 voti)

Molto tristi i tuoi versi! D'animo nobile! È carisma guerriero! Piaciuta! Un saluto

il 13/03/2019 alle 18:11