Utente eliminato
Pubblicata il 12/02/2019
una voglia di stare
da solo in spiaggia
a guardare lontano

magari due passi
se ce la faccio
sul molo
poi seduto un poco
giù al faro

quando sul tramonto
questo mare d'inverno
fa compagnia in fondo

con il suo fiato a salire
onde più alte
a coprire
avvolgere
dentro

e le ferite nascondo
baveri alzati
d'un brivido
a provare il confine

volando via
gabbiano
controvento
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (5 voti)

C’è un diario di bordo che ci accompagna talvolta dall’età della ragione o forse, come amo pensare, della “passione”. Qualcosa condividiamo, qualcosa teniamo in serbo perché sia solo nostra e ci faccia compagnia sino alla fine della traversata, sai, oltre i siti e i commenti che arrivano e passano, resta il mare delle emozioni personali. Siamo un po’ tutti gabbiani controvento Puerlongaevus, ed è quel vento comune che ci tiene in quota. Un saluto e una stretta di mano.

il 12/02/2019 alle 18:33