Pubblicata il 10/01/2019
Tace
l'oscura fonte
del pensier mio.

congela
l'alba sopra i colli;
pianti di luce..
naufraga il sole
nel mar del cielo.

incubo..
sangue ove s'oblia il globo:
terrore
ove l'umano cuor soccombe.

solo colui
che delle tenebre
l'eterno fluttuar coglie,
la terra stringerà
in pugno suo.

solo l'uragano
che l'anima mia
rende eterea
coglierà la primordiale essenza,
trionfanti cortei
in cuor mio,
guerresche grida
ebbre di potere.

dell'altero dominio
parlano queste pietre,
e i secoli
... a venire ...

per l'oscura ombra
l'amor si tingerà di vero
e sol io
sarò e sono
fuoco che arde
di mille lusinghe,
bagliori scintillanti
.. lussuria ..

potere oscuro
dalla tenebra rinato
dal sacro altare
echeggio l'urlo della gloria...
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)