Pubblicata il 29/10/2018
buonasera Dama del Lungo sonno, porta della prima Morte.
tra gli ultimi crepuscoli,
terra dei demoni che illuminano il cuore nero,
ti penso.
vorrei capirti perchè non ti conosco.
ti temo negli altri, ma non ti comprendo in me.
pari impossibile al cuore, ma reale nello sguardo rivolto.
sembri
nutrirti di lacrime, di singhiozzi
vestirti di affanno e dolore
sembri
braccia che non stringono
mani che non accarezzano
labbra che non baciano.
sembri, o sei?
un vetro bagnato vela il tuo volto,
non ti vedo, ma ti sento
sei qui e lì
presente sempre.
in fondo,
sei la mano che vince il timore
e spalanca le finestre opache del cuore
per scoprire la Gioia e l’Amore, o cadere, nella Seconda Morte.
  • Attualmente 3.85714/5 meriti.
3,9/5 meriti (7 voti)

molto bella quest'ode alla morte, amica, un po' scomoda per noi, ma importantissima...

il 29/10/2018 alle 15:37

Bellissima

il 31/10/2018 alle 21:30

piaciuta :-)

il 13/11/2018 alle 10:26