Pubblicata il 28/09/2018
sento l'aroma d'ottobre.
profuma di buono.

vado e vengo
per gli angoli più strani
della mia giornata.

la pioggia è tornata e
l'erba sorride.

il martedì d'autunno
spande odore di mosto.
grappoli d'uva
calpestati da zoccoli
di buoi ai carri ,
nutrono mosche
appiccicate ai raspi.

si .

ricordi di giovinetta
animano il sentiero
dove io cammino.

rosse le gocce di rugiada .

foglie morte scoppiettano
sotto i miei passi lenti .
gusta la terra il torpore
della nebbia .

a faccia in su due ragazzi
lasciano vuotare una nuvola
mischiando pioggia
lacrime e pene d'amore.

un altro ottobre ancora
custodisce
la mia dolce follia.

mi fermo .

nell anfora senza coperchio
il bianco profumo di gelsomino ,
quello del mare, quello
del cammino mano nella mano.
sa di residuo d'aurora .

lo spande ottobre
in ogni suo giorno.

e gli anni uno ad uno
poco per volta scavano là dove ,
nel mese di ottobre ,
raccoglievo castagne.

fra muschio e foglie gialle
silenzio di echi lontani ,
sentivo a richiamo
voci attutite da rami spogli,
curvati nel tempo dal gelo.

era lì il mio profumo di buono
nei miei piccoli anni,
nei miei passi di bimba
quando ancora la vita
teneva per me segreti dorati.

ottobre è anche oggi .
È nel mio specchio che
riflette me stessa i segreti svelati
ed mio il compleanno.
la mia vita, voglio che abbia ancora,
il buon sapore della vita.
  • Attualmente 3.42857/5 meriti.
3,4/5 meriti (7 voti)

molto bella,mi piace molto.

il 28/09/2018 alle 16:05

L'autunno è armonia! Nel sublime specchio della tua poesia! Molto bella un saluto

il 28/09/2018 alle 17:17

Allegria e dolcezza in questi versi che inneggiano alla bellezza dell'autunno. Brava.

il 28/09/2018 alle 21:41

Bella ma un po' lunga

il 29/09/2018 alle 07:27