Pubblicata il 11/01/2018
Satura la mente di tutto questo gelo
rapida volò su un alto melo.
bianco quel ramo coperto dalla brina
vestito di ricami che parevano una trina.
ancora il freddo mi tormentava il cuore
che incominciai a gridare con ardore:
" Accenditi sole! Lancia il tuo caldo raggio
e della Primavera dacci il primo assaggio ".
rispose il vento col suo vocione:
" Smetti di sognare e vai sotto al piumone!
È troppo presto per far sbocciare i fiori
e far tornare il caldo che tu adori.
scesero i pensieri giù dall' alto melo
erano assai mesti ma scorsero uno stelo,
sfoggiava un bocciolo profumato di speranza,
sciolse il gelo, lo chiuse in una stanza.
sorrise il sole facendo l' occhiolino
e il prato bianco lo trasformò in giardino.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (4 voti)

Complimenti cara amica, un bellissimo poemetto ricco di luce e speranza! Dora

il 11/01/2018 alle 11:31

Grazie Dora, che bello ritrovarti e ricevere i tuoi graditi complimenti. Ti abbraccio con affetto, Patty

il 11/01/2018 alle 11:37

graditissimo il tuo poetare, dolce Atena.

il 11/01/2018 alle 19:33

Atena splendida poesia, la trovo anche divertente "Vai sotto al piumone!" Caspita ci vuole pazienza ma è troppo bello il sole e la luce, anch'io desidero che l'inverno ci lasci in fretta. Ciao notte

il 11/01/2018 alle 23:19

Carissima, buon 2018... Come vedi anch'io sono di passaggio e rapido perchè ho molti impegni..., casa, lavoro, famiglia... Che dire del testo che ho appena letto? Splendido... Un abbraccio e buona giornata Penso che alcune persone "poeti/esse, potrebbero sfruttare meglio le ore....piuttosto che stare qui a "perder tempo" Un mio umile pensiero

il 15/01/2018 alle 10:07

...Anche se ancora un po’ febbricitante non posso non rimanere estasiato da cotanti versi...La Poetessa, certamente protetta da Colei dalla quale prende il nomen parte con un bellissimo volo pindarico anche se delicatamente ancorato alle suggestioni temporali della natura umana...La Poetessa ormai protesa a sollecitare l’ ambizione degli dèi chiede al Sole di dare un primo assaggio di un caldo raggio...ma è subito bonariamente ripresa dal Vento che accarezzandola col suo vocione la invita a rilassarsi e ritornare a sognare ancora per un po’ sotto al piumone...Ma gli dèi, commossi, approfittando di una temporanea calma del Vento fanno sbocciare un bocciolo profumato di Speranza...Speranza che accompagna i mortali dalla notte dei Tempi, Speranza di cui la Poetessa ci fa partecipi...Andiamo, quindi, col cuore gioioso a cantare tutti insieme con Atena in quel prato bianco trasformato in un giardino…; Atena, sei tutti noi !!!

il 17/01/2018 alle 18:11

Grazie Anny, grazie di cuore, Patty

il 23/01/2018 alle 09:19

Grazie cignonero, aspettiamo con speranza la primavera che con la sua luce e i suoi colori, ma soprattutto con il suo tiepido sole ci darà nuova linfa. A presto, Patty

il 23/01/2018 alle 09:21

Carissima Lorella, tu come alcuni altri siete rimasti nel mio cuore, abbiamo condiviso molte emozioni che resteranno indelebili. C'è un tempo per tutto e anche per me, ora, il tempo è tiranno a causa dei molteplici impegni. Sono disordinata e in questo sito ho il mio archivio perfetto, per questo di tanto in tanto trascrivo i miei soliti scarabocchi... Intanto incontro persone speciali come te. Un abbraccio,Patty

il 23/01/2018 alle 09:25

Caro Rom, che dire, tu sei di parte perché ci lega un affetto sincero. Ma anche quando ci sentiamo per telefono le tue gratificazioni mi esortano a non smettere di scrivere. Conoscendo la tua intelligenza e la tua immensa cultura, ogni volta sono onorata per i tuoi magnanimi commenti. Un abbraccio affettuoso, Patty

il 23/01/2018 alle 09:29

L'inverno è la stagione dell'attesa e del riposo, anche sotto un piumone ed è la stagione della preparazione. Ma sotto sotto la vita non si ferma, si prepara allo sboccio il melo, a febbraio i gatti vanno in amore, la linfa ritirata alle radici riposa anche lei sotto il suo coltrone ma le gemme si gonfiano, qualche albero ha già i suoi gattici pronti alla fecondazione. E sotto la neve 'il pane'!!! Che simpatia ha sollevato in me questa bella filastrocca, mi ha fatto tornare molto indietro quando, al caldo della stufa economica, ascoltavo di sera la radio e, fuori, era tutto silenzio. Sì, speranza è il suo nome.

il 24/01/2018 alle 19:01