E' Ottobre

E' Ottobre
4,9/5 meriti (8 voti), lettura, 9 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 9 di Ottobre del 2017

Amo da sempre la scrittura in cui si possono "osservare" momenti di vita, come se li si vedesse in prima persona, raccontati con la maestria di chi estrapola solo ciò è l'essenza di ogni contesto. I miei complimenti per le tue stesure.

il 09/10/2017 alle 20:51

il dolore striscia acuto sui tuoi versi bellissima

il 10/10/2017 alle 08:05

Uno scorcio della vita intriso dal dolore ,versi che colpiscono, un saluto

il 10/10/2017 alle 11:10

Grazie ad Arlette per le acute osservazioni.A Ginni e gpaolacci per aver colto quel "dolore" sottotraccia ma presente ad ogni sillaba.

il 10/10/2017 alle 16:13

Mi ha commosso, credo che se una poesia tocca il cuore è una bella cosa ;)

il 10/10/2017 alle 18:44

Sì, è stupenda e struggente. Un abbraccio

il 10/10/2017 alle 21:40

Grazie a Sabyr e a Virgin per le parole spese per questa mia, una delle poche, quasi autobiografica. Un abbraccio a voi.

il 16/10/2017 alle 17:22

Una ripresentazione, per me, di un patire vissuto realmente. Sono commosso quasi alla malia. La tua levità nel far sperimentare emozioni è peculiare. La scelta calibrata degli elementi indica presenza vigile alla costruzione che rende compartecipe il lettore della tua/sua emozione.

il 21/10/2017 alle 18:52

Grazie della partecipazione. M. Negri

il 23/10/2017 alle 17:14
È ottobre
vorrei portarti da qualche parte
ma piove
pensandoci bene sei in una stanza d’ospedale
allora vengo io da te
e verrei lo stesso anche se non fosse ottobre
a luglio lascerei il mare per venire da te
come ad agosto abbandonerei tutto
per starti accanto.
ora è ottobre
i colori sono morbidi, i faggi si tingono d’ocra
ti porterei in quei sentieri d’erba e terra
sotto il primo vento fresco
di una luna che si alza come un saluto
ti lascerei dove il male non esiste
e la malattia sconfitta
ma è ottobre
la camicia che indosso ha i tuoi sogni
parlami adesso, sempre
di sciocchezze
del tempo
del cibo scadente
dei figli ritornati
perché a questo ottobre occorre
la tua parola
il tuo senso della vertigine
perché sei il mare che vedi dalla finestra
ed io la bottiglia che apro dopo.
ogni tuo sorriso
un ottobre qualunque
da ricordare non appena novembre
si deciderà ad imbrunire
i suoi giorni.
  • Attualmente 4.875/5 meriti.
4,9/5 meriti (8 voti)