373
Pubblicata il 20/07/2017
raccoglievi ciglia che cadevano come tende dagli occhi
procurando ogni volta genocidi onirici.
s’ingozzavano gli umori
d’acerbe disfatte, alternandole a divertenti vignette.
deturpato un fiore
si irrigidiva il manifesto di un’intera stagione
raccolte com’erano le onde
ad affogare chili di cemento.

scavare in qualunque cicatrice celeste
crepa l’atmosfera.
ma è il solo modo per partorire
uno sciame di stelle
da uteri inariditi.
  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (9 voti)

"Scavare in qualunque cicatrice celeste crepa l'atmosfera" parole stupende.... :)

il 21/07/2017 alle 07:12

Molto bella..

il 21/07/2017 alle 08:34
373

grazie ragazzi :)

il 21/07/2017 alle 09:27

Quando nella seconda parte dei tuoi veri usi il tempo infinito, punti in sestante di un passato non è dato sapere se prossimo o remoto, per tracciare da allora il motivo di questo adesso, ma non per Camille...Dura, dura, sei dura, e non cerchi scampo...

il 21/07/2017 alle 13:42
373

sì, proprio cosi :) "bisogna avere il caos dentro per partorire stelle danzanti". ciao sergio

il 21/07/2017 alle 14:22

Dal nulla... il tutto! Ad ogni costo!

il 21/07/2017 alle 15:34

Il pessimismo trasognato della Poetessa che già nell' incipit viene bilanciato stigmatizzando come onirici quei genocidi, continua fra acerbe disfatte e divertenti vignette...C' è un attimo di irrigidimento nell' esposizione centrale forse dovuto ad una reazione inconscia, ma non tanto, alla miserrima realtà dell' attuale vita di relazione ma subito la Poetessa, alter ego di una Giovanna d' Arco o, perché no, di una novella Caterina, ammonisce il gregge degli sprovveduti indicando loro l' unico modo per partorire uno sciame di Stelle anche avendo a che fare con degli uteri ormai inariditi...; non ci resta che aspettare il Tramonto e, in religioso silenzio, alzare gli occhi verso il Cielo...Forse ad alcuni torneranno in mente dalla prateria dei ricordi i versi di quel Giovane Favoloso...Vaghe Stelle dell' Orsa, io non credea...; baci a Rebellina, TVB.

il 21/07/2017 alle 16:13
373

Sir, spesso non ti capisco. Vabbè.

il 21/07/2017 alle 16:56
373

Rom, splendida analisi :) grazie, baci

il 21/07/2017 alle 16:56
Jul

dopo tutte queste analisi faccio una diagnosi: i medici maschi non potranno mai capire le patologie femminili. Un abbraccio e cura sempre l'emisfero destro con 25 gocce al dì di celeste poesia..

il 21/07/2017 alle 19:57
373

poco ma sicuro! ciao cara :)

il 21/07/2017 alle 20:10

Sei unica ... mi piaci sempre molto.

il 21/07/2017 alle 22:31
373

troppo gentile...

il 21/07/2017 alle 23:43
373

van gogh è il mio pittore preferito da sempre :) bellissimo complimento rick, grazie

il 22/07/2017 alle 09:59
373

grazie f., baci come e più di sempre

il 22/07/2017 alle 10:00

Mostrar volto ad opere le cui brulicanti essenze ispirar fervida genuinita' del senso ed encomio giunga nel cospetto inequivocabile di eloquente rappresentazione di cio'che mente porga e scrittura ravvivi in gergo, oltre raziocinanti schematismi ,impulsi di irrefrenata visione ove il credo addivenga affermazione di mutate genti in corpi di irreversibile metamorfosi............... lode alla poetessa Genesis

il 22/07/2017 alle 17:46
373

gene, mille mila grazie.i tuoi commenti sono UNICI

il 22/07/2017 alle 17:50