Pubblicata il 30/01/2012
O Schermo, ti temo come una oscura cattedrale;
temo le tue urla di voci umane e strumenti musicali;
ma nel mio cuore perso, la compulsione eterna
s'accresce di viziosi gemiti, fino al De Profundis.

Ti odio, o Computer! La tua freddezza e vibrazioni,
quando il mio spirito si perde nel tuo perverso interno:
con amarezza di donna persa, singhiozzi e insulti;
ma non cesso di specchiarmi nel tuo plumbeo riflesso.

Ti disprezzo, o Internet! Ma rifuggo quei siti
che parlano un linguaggio conosciuto!
Perchè io cerco l'abisso, il nero, la perdizione!

Eppure le tenebre sono loro stesse dei circuiti,
dove vivono, sgorgando a migliaia sui occhi stanchi,
tanti esseri ormai scomparsi agli sguardi familiari.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

A me non fa ridere, trovo profondità e tormento, citi giustamente il poeta de
"Les fleurs du mal" in quella ricerca della quasi dannazione perché non c'è alternativa.
La chiusa apre un mondo a sé, molto interessante
Complimenti!
Axel

il 30/01/2012 alle 17:10

incomunicabilità tra gli esseri umani, chiusi ormai a dialogare con il pc,un mondo virtuale diventato una vera ossessione...tra le tenebre dei circuiti..
mi piace
ninetta

il 30/01/2012 alle 18:22

Beh, cara mia, detto dalla poetessa di "Scopandosi sulle scale", diventa un enorme complimento.

Duna

il 30/01/2012 alle 18:23

La tua cavalleria, la tua eleganza e la tua dolcezza mi danno una grande gioia.

Grazie, Duna.

il 30/01/2012 alle 18:26

smack!

il 30/01/2012 alle 18:27

Grazie mia cara Nin, sei molto gentile.

Ciao ciao Duna

il 30/01/2012 alle 18:28

particolarmente suggestiva, intrisa di silenziose verità...bye

il 30/01/2012 alle 20:24

beh, lo spirito è quello, e poi...il poeta guarda la realtà, la tristezza ed a volte la disperazione sono naturali, quindi, soprattutto nella parte finale mi è proprio piaciuta...

il 30/01/2012 alle 21:07

brava duna. mi piacciono 'ste cose...

il 30/01/2012 alle 21:12

non cercare il nero folkloristico, cerca la vita profonda, con molta fiducia nei ruoi mezzi rich.

il 30/01/2012 alle 22:59

arrivooooooooooo!

il 31/01/2012 alle 06:43

grazie grazie Mok.... hai addolcito il mio risveglio...

bye, dª

il 31/01/2012 alle 06:43

tenero arturo ho parafrasato il Baud e forse come dici tu la parte finale non è mica male...

un bacio, dª

il 31/01/2012 alle 06:46

mi piaci tu, un sacco!

il 31/01/2012 alle 06:47

non era diretta solo a me che per inciso ho avuto una forte dipendenza da internet nel passato con disavventure mica male e ora sono riuscita a uscirmene senza troppi danni. tanti altri rimangono affascinati da questa e altre compulsioni per effetto delle scariche di adrenalina e delle coazioni a ripetere... sai io non ho molta fiducia in me stessa ma ho scelto di cercare nella consapevolezza della mia fragilità la forza per andare avanti. mi piace confirdarmi con te rich. starei qui per ore se ci fosse un lettino...

baci, dª

il 31/01/2012 alle 06:51