Pubblicata il 02/03/2011
Sospeso me ne sto
tra uomini inguardabili
per una volta almeno
non darmi frattaglie
refrattarie alla media.
Farfugliano scomposti
di una connessione connettiva
che è non connette più
solo parole vuote di un vuoto
di etichette smozzicate
preghiere a tempo
umani ad ore
virtualmente sani
in vero nudi, malati, strani.
In quale mondo sono capitato
sono vivo, sono nato
o forse incubisco anch’io
domattina strangolai una madre
nel pomeriggio lottai per la foca afona,
la sera mi consolai con la sorella.
Tre parole sono assai
E due poche
Aiuto!
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)