Pubblicata il 07/10/2010
Piange lacrime di cristallo, l'ultima
rosa aggrappata al ramo e sa che
basterà un alito di vento per finire
a concimare la madre terra.
Prima bocciolo colorato e profumato,
poi superba,splendida regina,
ammirata,visitata da api e farfalle
pellegrine.
L'autunno è arrivato con temporali,
freddo,nebbia e la splendida rosa
perderà i suoi petali,il suo profumo
la sua gloria.
Mentre guardo, dal vetro grondante
di pioggia, il rosaio scosso dal
vento, una domanda mi passa
per la mente: il trascorrere della
nostra vita,il nostro autunno,
forse assomiglia un po' a quello
della rosa?
....
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Ciao carissima, finalmente di nuovo fra noi:bentornata!
La tua poesia, dolce ma malinconica anche se veritiera, mi ricorda la prima mia composizione titolata "rosa rossa" ed era in dialetto; ti dedico l'incipit:
Bella tu si pe me cumme na rosa...
la trovi a marzo scorso, se vuoi te la traduco
Te la premio col massimo e ti abbraccio
ninomario

il 07/10/2010 alle 09:32

si la nostra vita assomiglia al ciclo vitale della rosa però l'autunno dell'uomo dipende da come si sono vissute le altre stagioni e così nel nostro autunno possiamo scaldarci al calore degli affetti familiari e degli amici, fare tutte le cose che nelle altre stagioni non c'è stato tempo di fare. Insomma ogni stagione della nostra vita ha i suoi splendori tocca a noi saperli godere.
Piaciuta molto.
un abbraccio
eos

il 07/10/2010 alle 10:16

Molto bella la tua poesia. Scritta magistralmente, intessuta con elementi di verità. Un bacio, Fabio.

il 07/10/2010 alle 13:11

Amico caro,tutti i giorni do una sbirciatina al sito e alle vostre poesie solo che ultimamente ho avuto meno tempo del solito.Ho una vita un po' "incasinata".Vado a leggere la tua poesia che capirò benissimo e la terrò come un bel regalo per oggi che è il mio compleanno.Grazie Nino e un grande abbraccio.

il 07/10/2010 alle 14:03

Cara amica,credo che abbiamo identici pensieri e sensibilità.Mi specchio nelle tue sempre sagge parole.Hai ragione,il nostro autunno non è come quello dei fiori perchè abbiamo un'anima immortale ed è bello essere genitori e nonni.Oggi è il mio compleano e mia nipote mi ha fatto gli auguri a mezzanotte e due minuti,per essere la prima.Questa mattina la nipotina di cinque anni mi ha mandato un messaggio (tramite la mamma) sul cellulare anche lei per essere la prima (sono un po' gelose).Ieri ho avuto per mail gli auguri da mia sorella che vive da 40 anni in Australia,lì era già il giorno 7...questa sera pizzeria per tutti.Grande festa.Questa è una bellissima stagione.UN BACIONE e grazie.

il 07/10/2010 alle 14:12

Carissimo amico i tuoi commenti sono sempre bellissimi e li apprezzo tantissimo.Ieri piovigginava e guardando dalla finestra ho visto l'ultima rosa sul rosaio che non voleva cadere,mi sono un po'intristita ed ecco la mia semplice poesia.Un bacio.

il 07/10/2010 alle 14:22

augurissimi!!
Sei una mamma e una nonna molto amata e tra i tanti amici includi anche me.
ti invio un bacio e un mazzo di rose
eos

il 07/10/2010 alle 14:33

Cosa posso chiedere di più in questo bel giorno del mio compleanno quando ho anche gli auguri dei miei amici virtuali.Grazieeeee e ti mando un baciione.

il 07/10/2010 alle 14:37

Grazie della spiegazione e del gentil pensiero. Notte, Fabio.

il 07/10/2010 alle 22:22

Una lirica che coglie gli aspetti introspettivi
l'animo umano , l'autrice si chiede
se il modificarsi delle stagioni
coincide anche col il sentire intimo
di ciascuno di noi..
Apprezzata e gradita!
Dora

il 12/10/2010 alle 08:05

Grazie Dora dei tuoi gradissimi commenti,a volte basta un fiore per farci riflettere sui molteplici risvolti della nostra vita.Un abbraccio.

il 12/10/2010 alle 14:01