PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 14/01/2007
Domenica d'attesa in questa stanza
dove il tempo sonnecchia tra le nubi
la tastiera che continua la sua danza
tra vocali, consonanti e verbi nudi.

Quel che elabora la mente mentre scrivo
lo capisco solamente poco a poco
quando in fila, le parole circoscrivo
ed in puzzle le sistemo come in gioco.

Ogni tanto, quasi fossi in altro luogo
mi ritrovo a galleggiare col pensiero
di fantastico, famelico mi drogo
sul reale, spudorato, stendo un velo.

Ma il reale, lo sappiamo, spesso è duro
e la mente a stargli dietro si disarma
con la mente io scavalco il triste muro
e mi ondeggio sopra nuvole di panna.

Guardo fuori e mi accorgo con sorpresa
che nel cielo già vacillano le stelle
l'ora ferma alla tastiera già si è arresa
la Domenica si appresta a cambiar pelle.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)

Il tempo ci condiziona e ci adegua ai ritmi del suo incessante scorrere.
Uscire dalla sua presa vuol dire sognare ad occhi aperti ed afferrare la magia della fantasia.
Ciao, mati.

il 15/01/2007 alle 10:06

bella poesia. voto5
ciao

il 15/01/2007 alle 11:31

Ho molto apprezzato il ritmo e la musicalità di questa tua poesia, scorre come piacevole sinfonia.

il 16/01/2007 alle 13:20

sembra di guardarsi allo specchio:-) bravo 5
e un bacio veronica

il 16/01/2007 alle 14:51

il tempo ci condiziona, è vero, ma a volte dovremmo credere che sia possibile condizionare il tempo, farlo nostro e giocarci. bella.

il 16/01/2007 alle 17:16

Grazie a tutti per i vostri commenti. mi ha fatto molto piacere :-))
Ciao

il 16/01/2007 alle 18:56