Pubblicata il 12/01/2002
Distesa la gamba sinistra
e la destra sollevata,
il busto ad arco proteso
e le braccia spalancate
con le mani aperte
quasi a frenare il volo;

potevi essere un’artista
librata per l’applauso
degli spettatori!

Ma per te,
amica mia
solo l’urlo di tante sirene!

Bravo fotografo
che hai azzeccato
il tempo della foto
ma dimmi veloce quanto:
1/250; 1/500 o 1/1000?

Tu madre!
sfrattata,
soprappeso,
disperata,
con i capelli
raccolti
in un ciuffo
grazioso,
neppure l’altezza
giusta per non soffrire
sei riuscita a calcolare;

ed hanno raccolto
il tuo respiro.

L’inutile mano tesa
d’un uomo in giacca e cravatta
con l’enorme responsabilità
di far capire alla tua mente
che finalmente
la chiave d’una casa
per te e per i tuoi figli
l’aveva trovata.

Ma tu ormai
avevi chiuso
la tua porta
col chiavistello
della disperazione!




  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)