Pubblicata il 11/02/2018
Quegli scrigni di vita
flebilmente vissuta
oggi sono quasi refoli di vento,
raccontati un tempo
nel canto del fuoco
oggi registrati su cristalli di silicio.
se il sogno non svanisse
al sorgere della quotidiana realtà
e non fossero mai stati
quegli istanti di dilaniata memoria
arroventata nell'abbaglio
di un lontano sole di Luglio,
piacerebbe pensare
come il piccolo Sergio,
avvinto nei lacci di Aiale,
si sarebbe addormentato
coccolato da ciuffole
sussurrate nel dormiveglia,
con quale stupore
si sarebbe affacciato
al balcone dell'esistenza
in compagnia di Ezio, Giovanna e Romano,
suoi giovani amici di rovo.
oggi piove, strada scivolosa,
la Provinciale è deserta.
dietro la curva attende
quell'occhiuto autovelox
made in Germany.

ai caduti di Aiale (Tuscany), Luglio 1944.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)