Pubblicata il 13/12/2012
Fior di vitalba e di ginestra
alitano nell’aria al mattino presto.
Vola un nero pipistrello,
geme il fringuello.
Scroscia un torrente tra i pini
l’acqua fa scivolare a valle.
Soffiano gli ulivi accanto ai rivi.
Un giorno di lavoro e di pace
il contadino miete il grano e tace.
Dal cielo proviene un canto lontano,
al nuovo giorno
io stringo gentilmente la sua mano.

PASCOLI e POETESSA QUIARA
  • Attualmente 3.25/5 meriti.
3,3/5 meriti (4 voti)

sinceri auguri di fine e inzio anno

il 31/12/2012 alle 12:25

che fine hai fatto sei emigrata in australia??????? ciao ti aspetto la dieta come va ??????

il 16/01/2013 alle 21:08

NEL TUO RITARDO MENTALE / HAI PER FORTUNA SMESSO DI ESISTERE?

il 28/12/2015 alle 01:39