Pubblicata il 18/02/2012
Prima di tutto
abbiamo bisogno di una casa
un posto dove stare
quando fuori piove
e ritrovare una foto
un libro
la vestaglia
lasciata al mattino
parole in un cassetto
credute perdute
e poi di una finestra
per guardare il mondo
piccolo, grande
e lasciarlo entrare
quando vogliamo
  • Attualmente 1/5 meriti.
1,0/5 meriti (1 voti)

a udir statistiche uno su cinque non possiede un tetto (ma di tetti vuoti ce ne sono a iosa!)
ammesso che sia perchè quell'uno non ce l'ha?
abbraccio straordinario
ninomario

il 18/02/2012 alle 10:50

Ottimo pensiero espresso in una ottima
composizione.

Resta, purtroppo la grande utopia della vita....


Cantorom.

il 18/02/2012 alle 11:03

si, che sia casa, tana, nido o altro importante è che sia "la mia" casa, tana, nido...tutti gli esseri viventi hanno quest'esigenza, un posto dove sentirti "contenuto", protetto, a tuo agio, quasi un ventre materno, comunicante con l'esterno da far entrare o chiudere fuori.
molto piaciuta e molto condivisa.
ti abbraccio
eos

il 18/02/2012 alle 14:08

non ho l'anima del nomade, certamente no...Un pensiero un pò minimalista, ma mi conforta la tua partecipazione..grazie Reb

il 18/02/2012 alle 14:10

grazie per la condivisione e partecipazione Nino...straordinario grazie

il 18/02/2012 alle 14:12

hai ragione...e non parliamo dei massimi sistemi, ma di qualcosa che dovrebbe essere un diritto minimo di ogni essere umano...grazie Canto

il 18/02/2012 alle 14:14

infatti "casa" è già troppo, hai ragione...Un posto tuo dove ritrovarsi, oppure non fare semplicemente nulla, ma solo nostro...grazie cara eos, ti abbraccio e buon week end

il 18/02/2012 alle 14:16

In fondo non è chiedere troppo, il minimo spazio per sentirsi al riparo..è bella e profonda.
saluti cari
ninetta

il 18/02/2012 alle 15:03

grazie Ninetta...ciao

il 18/02/2012 alle 15:24

bellisisma sequenza dell'ambiente che necessita all'anima per potersi sentire di casa nella vita...
Un abbraccio
Ax

il 18/02/2012 alle 15:28

è esattamente così, la base per tutto il resto...grazie ax, ti mando un abbraccio e un buon week end

il 18/02/2012 alle 16:03

mi fa morire quel "prima di tutto": casa amorevole, con ricordi e vestaglia e la finestra poi che accoglie il mondo, grande e piccolo, a Vern è venuta una sincope ma gli è piaciuta, io gli ho detto: -Si sapeva, no, ch'era un tipo così, un groviglio di delicatezze-.

il 18/02/2012 alle 19:15

ma insomma a Vern gli prende sempre un colpo per me ultimamente...salutalo, abbraccialo, il fratello...grazie mia cara

il 18/02/2012 alle 19:26