PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 15/04/2023
suona il telefono, non riconosco subito la tua voce.
mi dici pronto, e a un tratto l’interferenza telefonica.
era come un insieme di foglie che coccola la terra e il fruscio viene interrotto dalla tua voce.
mi inizi a raccontare sulla gente che hai conosciuto col nuovo lavoro, delle nuove ricette che hai imparato, e delle torte che mi hai sempre fatto.
un altra interferenza ha interrotto la conversazione, ma questa volta era diverso. Era come un insieme di tuoni di fine estate, con l’andamento di un battito cardiaco. Il tuo stesso battito che sentivo quando rimanevamo abbracciati e che sento ancora.
si stacca la telefonata all’improvviso e una piccola brezza smuove i capelli che avevo sulla fronte.
ho subito capito che eri tu che mi stavi accarezzando e salutando.
e dopo quella brezza… la pioggia che si mescola con le lacrime sul mio viso, creando un miscuglio eterogeneo di felicità e dolore.

aspetto altre tue telefonate, ma so bene che anche se sei in paradiso, tu sei sempre con me.
  • Attualmente 4.2/5 meriti.
4,2/5 meriti (5 voti)