Vedi tutte le Poesie scritte da Alessandro6974 dell'ultima settimana

Pagina aggiornata il: 11/12/2018 09:38:46
Vento di dicembre
Pubblicata il 10/12/2018
Le ore furtive
passano come echi
che lontano affrescano i monti
sono in bilico coi nevai
sfiorando i minuti in attesa
di valanghe
così che riaprano i ricordi
in mille secondi di cristalli
in crono pigio il tasto
di un via che
non ha mai avuto partenza
passo di passato in presente
così come si fa tra le crepe degli abeti
scivolando in un vuoto futuro assente
È un bianco increspato giunge
a ricordarmi
quanti giorni persi
a contar le ore
i minuti i secondi
che danno fine agli anni
lasciati al vento
di dicembre
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

Molto ben composta!

il 10/12/2018 alle 19:34
Pubblicata il 09/12/2018
Mi perdo
nel perdono
falso tristemente
perso
riprendo i fogli
stracciati
di battaglie perse
e continuo a perdere
nel perdermi
in mezzo a linee
che in fuga continuo
a varcare
e mi perdo
in parole mai dette
mai scritte
mai assopite
perse dove
il pianto scolora
le lettere
fino a perderle
per sempre
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)
Pubblicata il 09/12/2018
Lo scorrere
d’un riflesso
in questo tempo
di balocchi e rintocchi
fa delle ore
facili costumi
che risuonano
tra campane
lontane
e motivi che donano bagliori
carica solerte al cuore
sipari s’aprono poi
nelle vie tra coriandoli
che a tratti si snodano
in calici di vino e panforte
si fa l’aria brina di veli rossi
scarpe lucidate a festa
e brillanti sull’asfalto
mille i visi pronti
per fissare un manichino
rivitalizzandolo
con le malie
mentre fisso questa immagine
rimpasto i motivetti
cantati tra fili tele e sapori
alzo su il viso al cielo
insolitamente perlato
e mi accingo accigliato
a dar inizio
alla solita festa
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Pubblicata il 07/12/2018
Mi avvolgono le tue parole
come una tela calda sahariana
che dai miraggi mi scalda
e dalle tue labbra mi rinfresca
son solo parole fiore
lo so
ma fai provare in un gesto
mille sensazioni
fiore blu cobalto
continua pure a scaldare
le notti con gli spolveri
di tele e capelli
la salsedine sai
la immagino
nei miei sensi
tanto sappiamo io e te
che siamo noi quei due
che danno sogni
a chi occhi ha
per amare ed immaginare
noi in distanza
apparentemente
persi
ma
trovati poi
in un unico petalo
che da il tuo
nome
  • Attualmente 4.2/5 meriti.
4,2/5 meriti (5 voti)

(per mettere le maiuscole basta spostare di un posto verso dx la stessa... ) almeno il testo rimane ben diviso!

il 08/12/2018 alle 21:39
Do re mi fa sol la si
Pubblicata il 06/12/2018
Sfiorai lieve
un pianissimo avorio
in un tasto ingiallito
e stancamente appassito
tra le mani
do la voce
al bel canto
in armonici e dominanti
che dal re
sibilar le rondini
sa ispirare
guardo il silenzio
in un mi divino
senza regno da donare
così Appoggio la grazia
in sincopi e dodecafonici
poi alzo il capo al fa siffatto
di un disfatto fato
le mani tristemente ferme
in minori e bassi
che dal sol si abissano
in un la di lamenti
e mi lascio andare
nell’illusione di un si
poi infine impeto fuoco
fortissimo appoggio
ritorno al dio dei tanti suoni
la tonica per eccellenza
il do
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)

Delicata e musicale! Bravo!

il 07/12/2018 alle 00:50

Sempre acuto morris grazie

il 07/12/2018 alle 17:35
Oltre il buio
Pubblicata il 05/12/2018
Ora il buio
non fa male sai
sulla destra sale lieve
un profumo di cannella
che stempera la solitudine
poi si fa largo al centro
un camino che traccia
linee di fuoco
e scalda dal gelo
improvvisamente da sinistra
un raggio una luce
una calda vibrazione
che da ogni parte
si espande
guardo così il buio
È fa meno male
davvero davvero
quando tutto intorno
improvvisamente
mi sfiora l’anima
senza chiedermi nulla
mi riempie
i vuoti
basta solo saper osservare
oltre il
buio
  • Attualmente 3.75/5 meriti.
3,8/5 meriti (4 voti)

Condivido pienamente, Ale! Bravo!

il 05/12/2018 alle 20:45

Bellissima... Anche tu rievochi la cannella.....

il 06/12/2018 alle 07:10
Per quei pochi
Pubblicata il 05/12/2018
E vorrei che questa mia
diventasse apocalisse
ove le parole siano
sentenze portate
con destrezza
da cavalli e i loro cavalieri
e vorrei che fuoco e fiamme
spiccassero in volo
dai miei pennacchi in brace
bruciassero questi involucri così
che l’uomo alimentato da odio
lasci la memoria corrotta
dal mio stesso inchiostro
vorrei che le trombe
fossero la mia voce
per togliere il fiato
a chi disperde vergogne
vorrei che questa mia
diventasse nuovo verbo
parola di vita
per quei pochi
ancora in vita
oggi
che anziché parlare
infine
sanno ascoltare
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (4 voti)

Sei molto bravo.Complimenti.

il 05/12/2018 alle 15:32

Grazie di cuore

il 05/12/2018 alle 16:54

Parole belle e profonde con un po' di malinconia

il 06/12/2018 alle 10:26
Senza senso
Pubblicata il 05/12/2018
Non so più amare
se poi amare vuol dire odiare
non so più odiare
se poi odiare vuol dire provare
ed io non provo più
non so più morire
perché vuol dire un po’ vivere
e il vivere vuol dire aspettare di morire
ed io non so morire ne vivere
non so più cercare
perché cercare quando
non ho mai trovato
e il trovare vuol dire
raggiungere uno scopo
e non ho scopo alcuno
se non odiare d’amare
vivere nel morire
cercando di continuo
il senso
di questo
ciclico lento
inesorabile
vivere e morire
senza senso
  • Attualmente 3.57143/5 meriti.
3,6/5 meriti (7 voti)

La ricerca dell'essenza, nella profondità interiore, il ciclo della vita è dentro di noi. Riflessione esistenziale

il 05/12/2018 alle 13:02

Non esiste un senso senza il nostro contributo filosofico! Ti capisco! Bravo!

il 05/12/2018 alle 21:02

nulla a senso nel vivere quotidiano se alla base manca la voglia di vivere.....

il 06/12/2018 alle 07:05

Grazie a tutti gabriela sempre unica nel seguirmi ti ringrazio davvero di cuore

il 07/12/2018 alle 17:34
Pubblicata il 05/12/2018
Diversa sei
si abilmente in versi
diversa ogni volta
che fissi il cielo
guardi il mare
respiri le altezze
baci le guance
stringi le mani
sorridi ai pianti
e piangi per gli altri
diversa sei
si abilmente in versi
anche se muoverti
nella tua mente
così bella puoi
e ne fai miracolo
ogni volta che guardo
la tua mirabile abilità
farmi veramente
guardare
respirare
baciare
stringere
sorridere
piangere
facendomi per un momento
essere come te
diversa
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (4 voti)
La mia pace
Pubblicata il 04/12/2018
Son aria vento cielo
nuvole e confini
sono alte vette
sono l’origine di ogni arcobaleno
sono l’aurora nel suo lento
passaggio al boreale
sono etere puro
e da ciò che sono
vedo ogni cosa
quando sulla terra
sembra che tutto
voglia annientarmi
chiudo gli occhi
e vado
vado dove lo spazio
ne è l’invisibile
fattore
la mia pace
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

Pace interiore desiderata oltre ogni irruenza! Bravo!

il 04/12/2018 alle 20:41