Vedi tutte le Poesie scritte da Rosi dell'ultima settimana

Pagina aggiornata il: 19/07/2018 21:35:26
L'intelletto pasto
Pubblicata il 17/07/2018
Ribelle a sé stesso
con ferocia in discesa
e labbra schiuse a posa
alla testa d’un inganno freno
l’intelletto pasto purgato al sono.
plausi ignari di doloroso cono
dispersi a reiterare il vacuo vano
con braccia conserte e sdegno teso
respirano lo stesso ingabbiato inferno.
tale monito di più alto grado:
quale inganno, quale ingannatore
se l’ingannato è figlio del suo stato?
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
cri

Mi pare notevole soprattutto la chiusa: quale inganno, quale ingannatore? Eterno dilemma dell'umana progenie.

il 17/07/2018 alle 18:50
Pubblicata il 17/07/2018
Cirri ondeggiano levismi serici
come a voler coronare candidi frenuli
d’antichi giochi amanti, torsoli pudici
cocche dal flessuoso silenzio ambrato
corpi crudi, nenie levigate a trama di nimbo
fluttuante come mantra sbocciato d’incanto
dal grande alveo ove pigiati i sensi
a succo grondante d’elisio
si serrano corpi franchi all’unisono
senza più freni in un sol vasto
paradisiaco talamo.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
cri

Vi è un buon linguaggio ricercato, direi un buon componimento, un verseggiare robusto e disinvolto.

il 17/07/2018 alle 18:44