Vedi tutte le Poesie lette da nemoprofeta dell'ultima settimana

Pagina aggiornata il: 17/12/2017 16:55:39
Poesie lette da nemoprofeta nell'ultima settimana
Crescere lontano
3,7/5 meriti (3 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 5 di Dicembre del 2017

una situazione condivisa ma molti giovani, compresi i miei figli!

il 05/12/2017 alle 19:38

Tristi parole dal finale azzeccatissimo,questo e' cio' che chiede la globalizzazione nessun confine nessuna nazione e meticciato garantito,ma ce' chi lotta per contrastare questa utopia che tanto utopia non e',un salutone e non ti demoralizzare

il 06/12/2017 alle 10:57

molto profonda

il 08/12/2017 alle 07:46

Grazie dei vostri commenti, saluti :)

il 09/12/2017 alle 10:29

E' vero: la vita è quella cosa che ci scorre accanto mentre noi pensiamo di viverla o di viverne un'altra. Senza parlare delle cose, anche fondamentali, che ci passano sotto il naso senza lasciare traccia. Essere o non essere? E così via, vivendo, sognando, dormendo. E la casa può essere una metafora del non-luogo?

il 13/12/2017 alle 23:07

Scoraggiamento, sfiducia, diffidenza, tale l’iter di questi versi, ma non manca l’ottimismo, quello che tutti i giovani dovrebbero avere e mai perdere. Lavoro molto educativo e realistico.

il 16/12/2017 alle 12:25
Sono qui: non dove sono nato.
chiamo casa queste mura
che non parlano di me,
che mi aprono lo sguardo
su di un mondo che non c'è.
sono qui che mangio e dormo
e vivendo passa il giorno.
è qui che tutto accade,
o forse no.
sono qui ma non c'è niente
se non fuggevole realtà.
la vita sboccia altrove;
scorre tanto che poi muore.
ma io son qui bloccato
nell'inganno del'iperattività
che distoglie il mio pensiero
nella costruzione di un futuro.
io mi impegno e quindi vivo
ma che ne è del resto
che cresce, passa e muore
mentre volgo lo sguardo altrove?
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da nemoprofeta nell'ultima settimana
La quarta ronda
4,7/5 meriti (3 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 8 di Dicembre del 2017

Sono un po' in difficoltà con la quarta ronda perché non avverto il legame tra la titolazione e il componimento. Mi puoi essere di conforto? Trovo molto intenso il passaggio ' non si era felici solo perchè mai sappiamo quando davvero lo siamo' e in questo c'è realmente una delle nostre certezze esistenziali. Trovo gradevolissimo il narrato anche se, nel finale, ravvedo una lieve contraddizione tra il 'meno curvi certo' dove vedrei un 'più curvi certo' considerato che si narra di un tempo divorante che fa pensare ad un'età avanzata. Dove sbaglio? Un saluto.

il 09/12/2017 alle 18:07

secondo la scuola teosofica l'umanità si trova attualmente nella quarta ronda, il quarto periodo d'evoluzione della terra e dell'uomo, saremmo a metà strada perchè dovremmo arrivare a sette, ma in migliaia d'anni...Secondo la teosofia siamo nella ronda in cui l'io si afferma, liberamente, con tutte le sue contraddizioni e catastrofi, che ben conosciamo...questo il retropensiero, ho dato un piccolo scorcio di un periodo storico anche abbastanza vicino ma che visto da qui sembra perdersi nelle lontananze...Si, le correzioni ci possono stare ma io ho il brutto vizio di scrivere di getto e postare, semplicemente perchè uno scritto che lascio riposare mi sembra sempre, dopo, scadente, e quindi da strappare...grazie Mariano, sempre gentile

il 09/12/2017 alle 18:21

Molto interessante questa informazione. Mi stuzzica alquanto e mi spinge in altri territori da annusare come un lucertola con la lingua guardinga. Al contrario di te non trascrivo subito il pezzo sul sito. Lo scrivo e riscrivo, lo medito, o vaglio attraverso metriche e musicalità e poi….capita che succeda quello che hai detto. Un salutone Oltre a ciò ho timore che non giungeremo alla settima ronda….

il 09/12/2017 alle 21:46

per me..... ignorante in tutto ... trovare scrittori colti come voi è un invito a documentarmi per saperne di più....grazie Gabriela.

il 12/12/2017 alle 19:59
Eran seduti in cucina
come tutte le sere nel silenzio della casa
lei attenta allo sguardo dell'uomo suo
lui, e la sua collezione di francobolli
era lento il tempo
a quel tempo
i figli crescevano perchè così doveva essere
crescevan soli tra le urla
e la polvere delle strade
perchè così doveva essere

e lenta arrivava la domenica
lenta andava via
la tavola imbandita, tutto il giorno
tra risate e liti, le partite a carte
i vicini che bussavano
le creature che correvano per casa
non si era felici solo perchè mai sappiamo
quando davvero lo siamo

ora qui noi, meno curvi certo
sempre giovani
noi eterni ragazzi non sappiamo cosa fare
da grandi
perchè c'è un tempo non più lento
che divora se stesso
che divora anche noi


  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da nemoprofeta nell'ultima settimana
Rivelazione 88
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 8 di Dicembre del 2017

Sono perplesso: derimati, malriposter, locomotiva, Rapa (nui): sono voluti o refusi. La seconda ipotesi la scarterei conoscendo il tuo percorso anche se del 2007 (è vero?) Forse derivati o deviati, forse malriposte, forse locomotiva? Rapa (nui) è voluto. Quale leganme tra la titolazione e il testo. Mi sto bacando il capo. Però, per me, molto bella e rende proprio il senso straniante e ascensionale. Solamente un divertissement, se poco poco ti conosco. Un salutone

il 09/12/2017 alle 22:27

E' un divertissement! ( non ti spezzare le meningi)

il 10/12/2017 alle 20:54
Viaggia su binari
derimati
un treno a scartamento
ridotto alla miladese
di idee malriposter
in un vagone
merci marcio.
sbuffa una logomotiva
senza verbo verso
le cime di Rapa (nui).
arranca con facilità
una lumaca
di mare
su ruote dentate
verso mete
ferroviarie
a lei conosciute
su depliants

2007
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da nemoprofeta nell'ultima settimana
Rituale oscuro per anime affini
3,8/5 meriti (5 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 9 di Dicembre del 2017

Il titolo mi ricorda certi "titoli" di David Foster Wallace, quindi è già molta roba.Odori di Lovercraft e di originalità sottaciuta, quindi notevole.

il 10/12/2017 alle 15:52

Grazie Brassens, apprezzo l'accostamento e amo questi autori....

il 11/12/2017 alle 19:01
L'invocazione notturna
a una luna invernale
dal biancore di ghiaccio

vicino all'albero dalle radici infernali

potranno solo giungere qui
le legioni antiche
che conoscono la mia maledizione

coloro che hanno lottato nei secoli
con le loro tenebre e i loro demoni
senza mai arrivare a una sconfitta

ma nemmeno a una vittoria piena,

e come me avranno negli occhi
sfere di cristallo e nel cuore spilli
che bucano le carni

ecco a loro il mio invito segreto
  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)