Vedi tutte le Poesie lette da gpaolocci dell'ultima settimana

Pagina aggiornata il: 15/12/2017 05:24:03
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Padre
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017

Padre con la maiuscola rimanda ad un'alta considerazione. Condensato di rimpianto e di elogio. Un omaggio a tale Persona.

il 12/12/2017 alle 19:13

Come MAriano. ho notato che di due padri parli, uno minuscolo e soggetto alle umane leggi, ed uno maiuscolo che per le sue scelte trascende la caducità ed assurge all'apice. Non è dato, ma alfine non importa sapere se il ricordo la prospettiva li accomuna o li sovrappone, se uno o due sono, nei tuoi versi parli di un sogno che solo può renderti a lui presente e con lui partecipe, è questo che qualifica e sancisce l'assoluto della paternità.

il 13/12/2017 alle 06:11

e chi da sempre orfano nemmanco uno!

il 13/12/2017 alle 14:58

Una figura indelebile che accompagna la nostra vita,un applauso per te clap clap clap

il 14/12/2017 alle 09:45
E fu lunga la tua strada
padre,
storta, sassosa e contorta,
e ardua la scelta:
comoda la larga, dura la stretta,
ma fu la porta stretta che varcasti,
a tuo vanto e lode.
e ancora esplode in noi il tuo ricordo
sia pur lontano
e m’attacco alla tua mano
come allora tesa
all’immensa distesa dei disagi
che tutt’oggi pavento.
quando ci penso Padre,
son tanto contento d’averti avuto
e mi si fan leggiadre l’ore,
chiare o scure e si fan sicure.
sento il bisogno di vederti in sogno,
vieni la notte,
saran valenti e dotte le tue voci
e dolci e suadenti le tue luci.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
pippo trumpo
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 13 di Dicembre del 2017

Questo Pippo non lo sa…come la vecchia allegra canzone. E trumpo è chi penso io? A chi penso?

il 13/12/2017 alle 22:47
la violenza contro una persona
chiunque essa sia
e qualunque cosa
anche la più esecrabile
abbia fatto
è sempre e comunque reato
e non può essere risanato
da nessunissima eccezionalità;
ma questo trunpo pippo non lo sa.

primaerapippoanonsaperlonmsdodicidicembre2017
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Noi
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 13 di Dicembre del 2017
Guardami, cercami ed amami
i nostri istanti bruciano di noi.

pelle con pelle,
anime all'unisono
noi amanti di un intenso momento.

guardami, perduti nei nostri corpi e sguardi
uniti,
siamo gli attori del complice tempo.

siamo noi.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Il freddo fuori
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 13 di Dicembre del 2017

Le parole sono straordinarie ma, onestamente, quella stanza o quella casa sembrano vuote. Una sola presenza: il descrittore dell'ambiente e dell'emozione. Ergo, per me, fuori esiste un freddo meteorologico, dentro un freddo d'assenza stemperato da parole lasciate sulla scrivania e su un foglio. Anche 'l'apparentemente tranquillo' è un significante che non trasmette garanzia di serenità. Impressione proiettata dallo scritto.

il 13/12/2017 alle 19:59
Tranquillo
tutto apparentemente tranquillo
la sedia
la scrivania
i fogli sparsi
il racconto
la lista della spesa
il freddo fuori
le parole che leggo sono davvero le tue
e le trovo straordinarie
come un discorso necessario.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Mentre il mondo va a rotoli (nuova versione)
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 14 di Dicembre del 2017

Purtroppo il mondo va a rotoli per l'indifferenza e la velocita' che ci fanno correre piaciuta un saluto

il 14/12/2017 alle 09:43

Per i figli l'età dell'eternità si sta allungando per motivi economici, etici, virtuali. Sì, è proprio così: quando una crisi si fa più stringente al contrario di quanto dovrebbe succedere vi è un ritrarsi nel proprio privato. Voglio indagare meglio su questo. Lo verifico nel mondo del volontariato, dove opero, appunto come volontario, presso un patronato. Le vicende con cui vengo a contatto mi confermano che quelli della mia età (65 anni) sta sostenendo un peso gravoso per cercare di far campare meglio le generazioni successive che osservano un futuro con un orizzonte molto lontano. Per non parlare delle baionette che si stanno affilando. Dolente lamentazione ben compresa. Bellissima la strofa finale: alienazione è il suo nome.

il 14/12/2017 alle 12:57

si tratta di un vecchio testo di sette anni fa, ahimè, uno dei primi mandati a PH, e chissà contrariamente alle mie abitudini mi è venuta voglia di rielaborarlo, mi sa che centri un po' anche tu, dopo l'ultimo scambio che abbiamo avuto....grazie Mariano

il 14/12/2017 alle 15:10

grazie Paolocci

il 14/12/2017 alle 15:11
Mentre il mondo va a rotoli
io e te, in una stanza chiusi
i cuscini bagnati
è colpa mia
è colpa tua

i nostri figli se ne vanno
sordi, avidi di ogni fischio
di ogni alito di vento
loro, inconsapevoli e sani

mentre il mondo va a rotoli
nella notte sfreccia una macchina
per strada qualcuno si fermerà a guardare
per poi tornare a casa
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
La lavagna indelebile
3,5/5 meriti (2 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 14 di Dicembre del 2017

Parole tristi , ma quando si ama tavolta si usa l'evidenziatore ,ed e' per questo che serva la forza per poter ricominciare,un saluto

il 14/12/2017 alle 09:42

Ciascuno ha le sue caselle nel cuore (intendi celle della memoria). In alcune i colori sono tratteggi, talvolta vere e proprie incisioni, peggio cicatrici di scarificazioni. Esiste solamente un'alternativa: che non si abbia mai necessità di rimuovere qualcosa, quantomeno in superficie. Nel profondo nulla è, inevitabilmente, obliabile. Salvo traumi. Un quadro perfetto di analitica psicologica dentro un cesto di gradevolissime espressioni con la capacità di emozionare. Molto. L'immagine della lavagna è pertinente: abbiamo veramente lavagne nella nostra mente

il 14/12/2017 alle 15:05

un saluto anche da parte mia e grazie ancora per la vs/ attenzione. Comunque entrambi avete afferrato il giusto senso delle mie semplici parole e di conseguenza del mio attuale stato d'animo.

il 14/12/2017 alle 18:35
Quando sei felice dovresti scegliere con cura
il colore del gessetto con cui scrivi sul tuo cuore,
un giorno potresti avere la necessità di cancellare,
i colori forti sono quelli più resistenti.
il cuore è una lavagna magica 'non ha cancellino'.
puoi solo sperare che il tempo provveda a soffiarci sopra, giorno dopo giorno.........
...ed allora in un tempo lontano, per caso,
ti accorgerai dei segni lasciati su quella lavagna
e ricordare cosa c'era scritto.
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
da boiardo A boia
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017

Caro Nino puo' essere che sotto sotto ci sia qualcosa che noi non conosciamo ,un saluto

il 13/12/2017 alle 09:11

NON PUò c'è e dicono lo voglia il popolo! permuto saluto con abbraccio!

il 13/12/2017 alle 13:26
La faccia cotta
ed il pelame arso
come chi guarda
pire da lontano
con una mano prende
quel tizzone ardente
e soffiandocii sopra
per vivificarlo
lo porta in giro
lemme lemme lemme
per poi posarlo
in gerusalemme.
pira mai fatta cenere
scintilla cadaveri
fino a che legge
bruta ed austera
non autorizzi
a produrne ancora.

miliardariforcaiolinmsdodicidicembre2017
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Senza metter più piede in questa terra
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017
Voglio volar
librare voluttuoso
sfibrare le correnti
sradicar i venti
rimpastare le nuvole
accarezzar i fringuelli
migrare senza fiato
voglio voler esser fuga
fugace irrabonda
voce per gli aironi
voglio volar
e volar voglio
voler vivere
senza metter più piede
in questa terra
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Accanto a te
4,7/5 meriti (3 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017

molto bella

il 13/12/2017 alle 06:33

Piaciuta per la profondita' e semplicita' delle parole

il 13/12/2017 alle 09:09

Ho letto tutte le tue composizioni: è stato come un ascendere ed un discendere fra strati e stati d'animo aspiranti ad una ricomposizione a lungo cercata e spesso sfuggente con figure di vario livello ammantate di sentimenti e sensazioni anche discordanti. E' stato molto interessante seguire le tue orme dal 2015, annusando annusando nel cercare di capire dove i fuochi si erano accesi e spenti. Ora in questa del 12 dicembre sembra che un incontro abbia avuto la facoltà di compiere il lieve miracolo di una compiutezza nella quale raccogli, come in un serto, le figure amate, la coscienza di te e altre cose come la lontananza dalla morte, cosa di un'importanza inequivocabile. Cosa resta da dire: che questo amore abbia la durata della tua vita. Alle prossime sequenze.

il 14/12/2017 alle 15:30
Accanto a te
si disperde la nebbia,
quando mi guardi
dai tuoi occhi filtrano i colori sgargianti
di una fiesta latina,
la morte è sempre più lontana,
posso vedere mia madre felice
sorridermi dal cielo,
e una gioia mai sognata
purifica il mio cuore
da ogni rancore,
da ogni meschinità.

accanto a te
il miagolio dei gatti
si fonde con la voce delle creature,
e il tuo sorriso attendevo
sin dalla mia fredda infanzia solitaria.

mi stupisce l'indifferenza della gente
davanti ai miracoli del tuo amore,
né posso comprendere
cosa abbia mai visto
in un uomo così rozzo e poco attraente,
tu che possiedi
la grazia degli aironi in volo,
e la bellezza del cuore
che non conosce vecchiaia né declino.
  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Lo sfogo
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017

Non ce' che dire ,una bella arrabbiatura ,cerca di buttarla dietro le spalle e non farti rovinare le giornate da essa,un saluto

il 13/12/2017 alle 09:08
Lo sfogo.
e dico a te
che perdi tempo
nel guardarti attorno,
quando dovresti
scoprirti dentro!

e dico a te
contaminato da ciò che è
giusto e sbagliato,
vivi fingendo
di amare ed essere amato.

a te che critichi
tutto e Tutti,
non hai rispetto neanche per i morti,
sputi veleno anche quando rutti!

dico a te,
dittatoriale Fascista
omofobo Razzista
patologico Narcisista,
giudichi e sarai giudicato.

spiegherai la vita agli altri
convinto di averla già capita
ma presto nel fango ti ritroverai
e solo al buio inciamperai!
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Le negazioni del cuore
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 7 di Dicembre del 2017

I quattro 'se' si trasferirebbero in un 'no', così la penso. E' semplicemente la dipendenza dal quesito ripetuto, magari un'assenza, che fa sorgere il dubbio. E non è male la soluzione di far cadere i rami secchi. Tutto sta nell'esserne profondamente convinti e farli marcire, così la penso. Ma sovente una passione non è nei rami ma nelle radici, magari in superficie ma nelle radici ovvero nel patrimonio esperienziale. Allora, penso, la cosa diventa si fa più complicata.

il 09/12/2017 alle 22:16

E' complicata, maledettamente complicata. Le tue parole colpiscono sempre nel segno. Grazie dell'attenzione.

il 10/12/2017 alle 00:02

No la gioia di vivere non puo' morire perche essa e' solo un soffio e non va' sprecato ,nelle tue parole e' solo un incidente fi percorso,un saluto

il 12/12/2017 alle 12:49

Hai ragione, ma in questo momento la visione della vita , per me è molto negativa, spero che quello che tu chiami percorso sia il più breve possibile. Ciao. Pace a te e a chi ti ama.

il 13/12/2017 alle 22:55
Se non posso dirti '' Ti amo''
significa che non ti amo ?
se non posso dirti che mi manchi,
significa che mi sei indifferente?
se il destino mi ha fatto conoscere il Paradiso
e poi mi ha messo alla porta,
significa che esiste solo l'Inferno?
se non posso più dire di essere felice,
vuol dire che dentro di me sia morta la gioia di vivere?
ecco i quattro ''se'' che cadono dall'albero
della mia vita, come rami secchi
di un vecchio albero con radici profonde.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
insegnamenti salutari
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 8 di Dicembre del 2017
l’amnesia cancella
il ricordo del passato
l’amnistia cancella
il passato del reato.
mai confondere l’apparenza
dunque con la sostanza
altrimenti è confusione
che può portare a contusione.

studiareèduoponmsottodicembre2017
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
consigli aggratis
1,0/5 meriti (1 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 8 di Dicembre del 2017

Buffissima la titolazione, si scrive come si parla aggratis, bello E il divertissement continua nel testo, lo trovo veramente gradevole. Mi suggerisce un auspicio: se davvero qualche potente si strafacciasse sarei, malignamente, contento. Un saluto

il 09/12/2017 alle 18:13

e ,chi va piano ....va sano e va lontano.....buona domenica a te col medesimo affetto Gabriela.

il 10/12/2017 alle 08:16
Se cammini
ad occhi chiusi
qualche cosa
la combini:
come prima
ti rompi il naso
e può darsi anche il muso
ma se vai forte
e sei potente
anche il mento certamente
e di più se l'hai sporgente
e se poi non ti accontenti
stanne certo anche la fronte.
insomma
tieni gli occhi ben aperti
altrimenti ti strafacci!

inverosimilerealtànmsottodicembre2017

  • Attualmente 1/5 meriti.
1,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Apogeo dell’ Amore
2,5/5 meriti (2 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 8 di Dicembre del 2017

un crescendo, una bella sorpresa, bravo

il 08/12/2017 alle 18:35

Benvenuto. Questo Amore appare alquanto contrastante: trasforma il lezzo in aroma quindi scinde con livore fili tra anuri…poi non comprendo cosa succeda. Potrei avere una parafrasi o una spiegazione qualsiasi anche se tutto sembra nascere da un afflato (senza apostrofo in quanto articolo indeterminativo) verso un Apogeo non ben classificato. Comunque sia: viva l'amour perdu et retrouvé.

il 13/12/2017 alle 19:25

...Abbraccio è sostantivo di genere maschile...quindi "un" non va apostrofato perché è un articolo indeterminativo da usarsi, appunto, davanti ad un termine maschile...Bene "un' anima" perché anima è un sostantivo di genere femminile, quindi, "una anima" e, ovviamente, "un' anima"...; la lettura dell' Apogeo dell' Amore mi è piaciuta...

il 14/12/2017 alle 11:56
l’eco lontano di un gracidio,
quando l’orecchio tende all’oblio,
sublima il tintinnio del mio cuore
ed il lezzo che dapprima paria
governare l’aria
rapito venia
dal crescendo di un fiore.
da ponente
fa capolino l’Amore
e ogni filo
che l’un con l’altro tende
con livore
questi lo scinde.
gaio,
costrinsi le mani serrate ad aprirsi,
a cimentare un’abbraccio
e se ciò che vedevo
sembrò ad acchito
un vacuo miraggio,
sfiorai con un dito,
prendendo coraggio,
la virulenza di un’anima pia.
questa rispose,
si strinse a me,
ogni resistenza depose
senza un perché
e finalmente uniti,
insieme rapiti,
contemplammo un Amor
che sempre è.
  • Attualmente 2.5/5 meriti.
2,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Assenza
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 8 di Dicembre del 2017
Perimetrare di parole
l’incudine del mio umore
ascoltare i rumori dell’anima
e allentare le vocali dell’amore
dilatare i suoni dei pensieri
per non incontrarti più
nell’assenza di un solo tu.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
il ben buono che va
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 11 di Dicembre del 2017
e poi all'improvviso accade
che una telefonata
da nugoli di singhiozzi preceduta
ti annunci quanto al mondo
di più temevi
frasi mozzicate brevi
grevi
che tu unisci
e subito capisci
che il tanto da te più caro e stimato
ineguagliabile onesto lavoratore
se n'è andato.

arrivedercialmeglioantoniocordialezionms11122017
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Clangor
4,7/5 meriti (3 voti), lettura, 7 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 11 di Dicembre del 2017

refuso: dentro coltri riscaldate.

il 11/12/2017 alle 19:52

ci vedo un messaggio importante, il passaggio della morte non compreso...piaciuta

il 12/12/2017 alle 12:10

Estote parati semplicemente , perché Egli viene come un ladro nella notte. Sì, quante spoglie inanimate sulle spiagge della terra! Memento homo quia pulvis e set in pulverem reverteris. Tutto qui il nostro esistere.

il 14/12/2017 alle 16:12

E.C. Memento homo quia pulvis es et in pulverem reverteris. Pardon ma il senso non muta di un et.

il 14/12/2017 alle 16:13

"Sheol" nell'Antico Testamento significa (sic et simpliciter) fossa, buca. Solo le tarde traduzioni greche e latine, stravolgendone il senso, lo identificheranno con l'Ade e l'Aldilà.

il 14/12/2017 alle 16:46

Ho cercato a lungo lo sheol ma non l'ho trovato. Qualcosa mi è sfuggito? ho trovato un 'contri' che non ho compreso. Ho sbagliato tutto?

il 14/12/2017 alle 16:58

Scusa visto ora il refuso: coltri. Pardon!!!!

il 14/12/2017 alle 17:17
Dal cavatore estratto a raschio
nei graniti delle Apuane
ai resti di un martirio
consumato lentamente
dentro contri surriscaldate.

Quanto è lunga, infinita,
nella lotta senza quartiere
questa lista di caduti
che si avviluppa silenziosa
attorno all'elica contorta
da sempre conosciuta
come Albero della Vita.

E quando risalirà
dalla gola della terra
la perenne arsura
di una sete universale
chi non beve resterà nella notte
e le tortore piangeranno
sommessamente
tubando a voce ferma
sui miliardi di gusci vuoti
sparsi tra polvere e sabbia
e raffiche di vento
e quant'altro vomita
il Creato nella notte.

Chi non ascolta
rimane nella notte
e resta sordo a quel richiamo
nel clangore profetizzato:
"siate pronti, sì vengo presto".
  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Anima
4,0/5 meriti (1 voti), lettura, 5 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 11 di Dicembre del 2017

brava, sai esprimere profondità in pochi versi.

il 12/12/2017 alle 07:19

Grazie...buona giornata.

il 12/12/2017 alle 07:25

Profonda per chi ancora possiede un anima.

il 12/12/2017 alle 12:45

L’anima è complicatamente misteriosa ma è sempre lei ad ispirarti, vedasi questi tuoi encomiabili versi.

il 12/12/2017 alle 16:15

Sì, Ugomas, è sempre lei ad ispirarci...

il 12/12/2017 alle 16:45
Sei lì,
statica e frenetica
a volte fragile,
altre tormentata.

vibri in me,
aliti nei miei pensieri
nei miei tormenti infuocati,
scuoti e plachi
perdi e vinci,
per ritrovarmi,
per rinnovarmi: Anima.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Lettera a casa
3,8/5 meriti (5 voti), lettura, 5 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 11 di Dicembre del 2017

scusa ma mi perdo nel tuo labirinto di parole ,,,,,,riesci a spiegarmi un po '''?

il 12/12/2017 alle 07:21

Un’architettura si parole e ritmi complessi esprimono con veemenza e compostezza di forma concetti e vicende personali di difficile partecipazione ma pur sempre interessanti.

il 12/12/2017 alle 12:37

Lettera a casa di chi è lontano da casa! Solo chi ha fatto esperienze di vita lontano da casa può capire, la propria identità, l'appartenenza culturale, la lingua messi in discussione, una malinconica visione con radici trapiantate in altro terreno e i rami più alti che da lontano mirano al ritorno al nido! L'uomo è un navigatore, un avventuriero e oggi più attuale che mai dove si va per inseguire il miraggio di un lavoro e condizioni migliore e dignitose di vita. Per quanto sia lunga la vita l'appartenenza, il nido, la casa natale resta il nucleo al quale attingere serenità e riprendere fiato per i cambiamenti e le novità nei momenti di sconforto e sbandamento... io così l'ho letta! La poesia smette d'essere dell'autore per divenire del lettore a specchio del proprio sentire e della personale capacità di intelligere e interpretare... non v'è lettura sbagliata ma poesia che risulta emotivamente sterile!

il 12/12/2017 alle 13:41

Per GINNI Ti manderò per messaggio la parafrasi della poesia. Stasera no perché ho altre cose da fare. Promesso. Grazie del passaggio. Per gli altri: grazie innanzitutto. Il testo non riguarda situazioni personali ma interiorizzazioni e considerazioni dopo molti contatti con molte situazioni di disagio o di difficoltà lavorative di emigrati nel nostro Paese. E' di quasi dieci anni fa ma le cose sono sempre valide se non ancora più complesse. I personaggi della scena sono costruiti sulla summa di molte cose udite e considerate. Il richiamo a Ellis Island è palese: era il passaggio obbligato dei migranti (moltissimi italiani) verso gli Stati Uniti. E non erano rose e fiori. Ora sono si tendono fili (fili preconizzati nella frase: 'o labirinti analoghi con fili sanguigni'). Non era difficile essere profeta udendo le considerazioni personali e politiche di soggetti privati e pubblici, già allora.

il 12/12/2017 alle 18:34

anch'io avrei scommesso sull'autobiografico e resto ammirato dalla spiegazione che hai dato Mariano, ti fa molto onore....in più i versi criptici ma raffinati conservano vivezza, testimoniata dalla curiosità che hai suscitato

il 12/12/2017 alle 20:35
E' una faccenda oltremodo complessa
allinearsi ai suoni che qui hanno in uso
smorzando la ritmica dei miei ottoni
per riudirli la notte in imperfetti silenzi.

e non concede una qualche assonanza
lo stesso scambio d'espressioni comuni
anzi modula una differenza straniante
nonostante io esista per carta ufficiale.

Ciò che è peggiore e diventa dolente
è il mutare caustico delle loro stagioni
che ci tumula tutti nella fossa comune
con nomi imprecisi per idioma oscuro

da molti giorni ascendo per ferri
di un pentagramma di norme incerte
restaurando una casa colma di echi
che mi ricambia con pane e giaciglio

e' da questo ponteggio elevato a faro
che talora intravedo i fumaioli erranti
ed Ellis Island che appare in caligine
o labirinti analoghi con fili sanguigni.

poi questo dolermi sfuma oltre i confini.

la nostalgia vi avvolge, madre ed Ilirjan,
veglianti un luogo dove la cicogna dimora.

apparite in attesa di provarvi in un volo.

12 maggio 2008 - 09 giugno 2008
  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Un threnos alla zia Erminia, vedova da quarant'an
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017
Votata nel buio un'altra fiammella
dentro la galleria monumentale
illumina la scritta lapidale
che serba il nome di Erminia Mastella.

non più sola riposi nella cella
a stringere fredda la fede nuziale,
ma con Vittorio, come era abituale
al tempo che eri ancor sposa novella.

e dalla cenere del terzo giorno
ci è nato, zia, consolatorio un fiore
come promessa di un nuovo ritorno:

di giugno ora è la morte variopinta
che nell'estrema volontà d'amore
l'unione siglò già creduta estinta.

1/12/2013 - 15/5/2014
la zia Erminia, sorella del nonno, morì il 24 giugno 2013, tre giorni prima del suo compleanno.
per sua volontà fu riposta la sua urna accanto a quella del marito, che mai lo ebbe dimenticato.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
aspettando il tuo ritorno
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017
Parlerò di te mio Signore.
profumo d’ogni creazione
che vedo in ogni luogo
sui muri, nelle chiese
in ogni pagina di libro.
pallida figura d’ardesia
un Cristo ancor non crocifisso.
mi inginocchio sulle pietre
e nelle ortiche
serro fra le mani un fiore
strappato al sole
e te ne faccio dono.
ti chiamo e ti respingo
contando gli anni di domani
e son già passati.
rimasta m’è la visione
dell’uomo che spezzava il pane.
di chi scoperte le altrui ferite
ne prosciugò con l’aria le piaghe.
ad un cieco copristi gli occhi
con un impasto di terra
e lui vide di nuovo.
questo è il ricordo
di scritture antiche.
ed oggi vieni indifeso
dai bagliori di una stella
a benedir le soglie dove l’erba brucia
da sempre offesa e maledetta.

mirella Narducci
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
La Notte
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017

bellissima, splendida........

il 12/12/2017 alle 07:18

E' leggera come una fiaba letta prima del sonno con tutto ciò che le fiabe contengono. Si sa che le fiabe sono piene di cose molto oscure ma anche di bei sogni e di gran bei finali; purtroppo qualche risveglio li dissolve. Immagini, metafore? eleganti. Io l'ho letta così.

il 13/12/2017 alle 22:26
La notte, oblio a rate
e il giorno il tempo per pagarle

i sogni,timidi
hanno bisogno dell'oscurità
per non vergognarsi,
si spogliano sui tetti
e danzano per le stelle
sperando di sposarne una giusta

gli orologi al buio
s'innamorano delle fate
e gelose le lancette litigano
ma c'è sempre una campana
a redarguirle sotto il sorriso della luna
che schiera le sue ombre
a spaventare anarchici pensieri

la notte,mare nero dell'anima
in cui nuotano i ricordi
e alcuni emergono dagli abissi
approdano alla coscienza
bussano agli occhi
che li annegano col vino

la notte,è il giorno vestito a lutto
coi ceri del cielo elabora i dolori
e all'alba festeggia coi rumori

la notte, il gufo scatta le sue foto
l'appende alla bacheca dei presagi
ma c'è sempre un cuore impazzito
a renderle falò per un amore
che nelle tenebre ha perso la sua strada
-------------------------------------
da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
regina di ghiaccio
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017

Non so chi è questa regina di ghiaccio, ma i tuoi eleganti e caldi versi la scioglieranno in fata.

il 12/12/2017 alle 12:49

la regina di ghiaccio e' nella fantasia di chi crede alla magia dell ' inverno

il 12/12/2017 alle 12:57

E magica anche la tua risposta al mio modesto commento.

il 13/12/2017 alle 13:57
camelie rosse ti adornano splendenti,
sparuti passeri affondano ai tuoi
piedi per poche briciole,
il sole ti sorride ma sta lontano,
per ora sa che non è il suo tempo.
mia regina di ghiaccio,
che arridi a fronde imbrinate,
bisbigli a fiocchi di neve
e crei stalattiti sulle grondaie ,
racchiudi sogni di bimbi che
aspettano doni -
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Sogni e......realtà !
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017

I sogni sono come le conchiglie che il mare ha depositato sulla riva. Bisogna raccoglierle e ascoltare la loro voce. Non lasciamo che la realtà possa nuocere il cuore! Un abbraccio forte Gabriela. Dora

il 12/12/2017 alle 15:12

I sogni fanno sempre a pugni con la realtà, è il dramma di noi umani! Giovane amica mia, accontentiamoci di ammirare la tua tanto esclusiva poesia.

il 12/12/2017 alle 15:35

Grazie " Grande Poetessa Dora " i tuoi commenti posseggono quella saggezza che aiuta, chi li riceve, a ricolorare ogni cosa ....Sempre nei miei pensieri con il medesimo affetto carico di tanta amicizia....Gabriela.

il 13/12/2017 alle 09:23

Grazie Ugo... condivido il tuo pensiero... i sogni fanno sempre a pugni con la realtà...il mondo non sarà mai come noi lo vogliamo ed è più che normale prendere dalla vita ciò che ci può dare...amichevole saluto Gabriela.

il 13/12/2017 alle 09:29
Come è lontano
il tempo delle favole
quando, un niente,
colorava di rosa
i sogni d'una bimba
fantasiosa
e,
bastava avere
tra le mani
una candida
margherita
per carpirle e ,
fare tuoi,
i segreti
della vita.......
ma ,coltempo
i sogni con la realtà
si son scontrati,
ad uno ad uno
come petali sfioriti
nel vento son volati.......
non ci sono più
magiche fate e,
troppi orchi,
da umani
si sono camuffati;
e tu annaspi,
nella diversità
di questa vita,
ieri così rosea e ,
oggi ..... tanto appassita !!!
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da gpaolocci nell'ultima settimana
Parlami di parole
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017
Parlami di parole
che poi silenti
come sempre
calmano i sensi quando fuori piove
parlami di parole
senza far rumore
prega di morir
ascoltando senza interruzione
la mia voce
parlarti di parole ma tu
quanto sei distratta !!
non sai neppur sentire
il silenzio delle mie parole
mentre sola a letto
silente sei
e s’intuisce nella penombra
che il piacer
si soffoca solo
quando amar è
una lontanissima parola
cinque sillabe
buttate in un letto
senza più parole!!
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)