Vedi tutte le Poesie lette da Alentini dell'ultima settimana

Pagina aggiornata il: 14/12/2018 14:34:52
un mondo di baci
Pubblicata il 13/12/2018
Meritiamo un mondo di baci.
ogni ora, ogni giorno.
e ogni giorno, ogni ora,
ancora baci. A mille.
sotto ai lampioni accesi,
nelle notti uggiose.
meritiamo baci,
più dei cieli limpidi dell'estate.
baci rubati nelle strade.
baci lanciati tra le vie e
raccolti dai sorrisi
di coppie innamorate.
come lo siamo noi.
baci che hanno tanto da dire
se si lascia aperto il cuore.
baci che trasudano voglie
e desideri e calore.
baci che traboccano di gioia.
e per nemica hanno la noia.
meritiamo baci,
perché per loro
siamo stati creati.
e sappiamo tutti
perché cerchiamo
dalle labbra
questi baci appassionati...
sì, lo sappiamo.
  • Attualmente 2.33333/5 meriti.
2,3/5 meriti (3 voti)

Tutti meritiamo baci? Speriamo di sì.

il 13/12/2018 alle 18:10
Assassino innocente
Pubblicata il 10/09/2018
Padre della notte
tu osservi i peccati e
i peccatori delle tenebre.
a te, reo confesso, mi rivolgo.
non so discernere il bene dal male.
mi giudichi per ciò che non sono
ma ho le mani insanguinate.
le strade buie sono
il mio territorio di caccia e
le mie prede vite insofferenti.
ci vuole una certa superiorità innata
per eliminare e cancellare l’esistenza altrui.
e’ come cancellare la propria.
merito la tua riconoscenza, padre,
per tutti i delitti che ho commesso.
con ciò ti ho rivelato la mia piena umanità.
ucciderò tutti, padre, e
infine ucciderò anche te.
così riprenderò la mia innocenza.
ritorno a suonare l’organo sacro.
questa è la mia confessione.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)

Trasmetti la tua sofferenza attraverso questo scritto...profondo e toccante Bravo. Gabriela

il 11/09/2018 alle 07:28

Vi ringrazio e vi saluto. A presto

il 11/09/2018 alle 13:52
Non tornerò
Pubblicata il 24/05/2018
Ciò che voglio è
non tornare più, mai più.
provo orrore
al pensiero del mondo
perfido che tutto divora.
sembra un predatore a sangue freddo
che prima ti strazia e
poi ti violenta.
il mio sarà l’eterno non ritorno del superuomo,
ridotto a brandelli dalle forze della natura.
sono arrivato troppo presto e
sono già andato via, troppo tardi.
ogni cosa è selvaggia e disperata e
partecipa passivamente agli eventi,
ai fatti, alla storia.
ma la storia è solo un fuoco
che si autoalimenta
momento dopo momento e
brucia incessantemente in se stessa.
e’ solo un fenomeno di autocombustione.
il mondo è aldilà della volontà e
della rappresentazione.
e’ caos che la ragione umana cerca di organizzare
al meglio per garantirsi e
guadagnarsi la sopravvivenza.
così è dall’inizio dei tempi e
così sempre sarà.
non tornerò perché preferisco il surreale al reale,
né l’odio né l’amore potranno trattenermi e,
nessun bisogno spirituale costringermi a restare.
le jour de gloire est arriveé.
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)
Pubblicata il 12/12/2018
vivo sospeso
in questo tempo incerto
come foglia d'autunno
violentata dal vento

ho l'anima levigata
come sasso di fiume
nel lento scorrere
dei passati anni

e rimango con la mia
inquietudine
con il cuore sgualcito
in questa strana
liturgia del dispiacere
ascoltando in silenzio

..... tutto il rumore del mondo
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (4 voti)

molto bella e rappresentativa dell'incertezza prodotta dai tempi,difficili, che viviamo e subiamo.Ascoltare in silenzio un rumore che spesso è disordine,caos,corsa verso il nulla è un non farne volutamente parte.Molto bella,mi ci ritrovo appieno.

il 12/12/2018 alle 11:52

Bellissima.......l'ho sentita come mia.......Gabriela....

il 12/12/2018 alle 14:10
Principio quantistico
Pubblicata il 07/09/2018
Ho sentito il gong, si può iniziare.
le note sconnesse creano confusione.
confusione e imperfezione,
come nella migliore tradizione della follia.
ascolto solo i primi dieci secondi dei brani,
brani dei giganti s’intende.
bach capirà, avanti il prossimo.
lo faccio per anticipare i tempi
perché all’improvviso potrebbe essere
l’ultimo brano che mi inietto nell’anima.
provengo dal sud del mondo io,
dall’inferno profondo dove nasce la vita,
perciò non merito rispetto.
ma io non miro all’ossequio e alla deferenza.
le mie parole parlano per me e
contengono i segreti inconfessati
di un corrotto immorale.
chi scoprirà il codice potrà decifrarmi e
ottenere il caos.
e il caos crea note sconnesse
di pregiudizi e morale.
avanti il prossimo brano.
il tempo è più breve
di quanto si possa pensare.
ha un’origine quantistica
come i brani che ascolto.
  • Attualmente 2.75/5 meriti.
2,8/5 meriti (4 voti)

Tutti meritano rispetto, qualunque sia la loro provenienza.

il 07/09/2018 alle 22:11
Pubblicata il 05/09/2018
Godete delle mie lacrime,
godetene tutti, dei ingannevoli.
figlie del tormento d’amore
sono le mie lacrime,
dolore nel dolore
si dissolve nella loro trasparenza.
vi inonderò di lacrime e
in esse annegherete, insieme ai miei ricordi,
alle mie speranze e ai miei desideri.
abbiamo convissuto per milioni di anni,
la commedia è all’epilogo: vi annienterò.
la mia volontà sarà così compiuta.
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)

Triste ma bella . Ciao

il 05/09/2018 alle 20:48

Grazie!

il 06/09/2018 alle 15:23

E ciao

il 06/09/2018 alle 15:23
Pubblicata il 17/05/2018
Mi adoro e mi detesto.
non mi sono mai grato.
e’ un particolare che fa la differenza
tra me e il corteo di uomini
che si tengono per mano,
in fila, pronti a gustare la vittoria
ma ignari della sconfitta.
sento il brusio della vita.
e voi altri? Cosa sentite?
voi non potete solo vivere,
voi dovete essere la vita.
voi non dovete abitare il mondo,
voi dovete essere il mondo.
voi non dovete credere in dio,
dovete essere voi dio.
non bussate alla mia porta e
non cercatemi altrove.
la mia mente, prima che voi arrivaste,
era come il crivello di Eratostene.
io ho eliminato tutti i multipli e
lasciato solo i primi,
essenza della mia anima e
del mondo intero.
tutto il resto è lo scarto,
il superfluo di cui vi nutrite.
se anche voi riusciste
ad adorarvi e a detestarvi
uscireste da voi stessi,
dalla caverna in cui siete prigionieri.
solo chi è pronto a
rinnegarsi e ad annullarsi
gusterà fino in fondo la propria natura.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)

piaciuta

il 18/05/2018 alle 01:12

Bene

il 21/05/2018 alle 15:31
Pubblicata il 11/12/2018
Tu malattia.
tu medicina.
tu dei miei desideri la sola.
tu cielo.
tu mare.
grande spazio da navigare.
tu sole.
tu luna.
tu unica stella
scappata la notte prima.
vicina meta.
quasi un miraggio.
isola che alle cartoline
fa da ostaggio.
tu sincera.
tu birichina.
tu così naturalmente viva
da sembrare aliena.
tu inizio.
tu fine.
i tuoi sguardi
non ammettono confine.
tu con.
tu senza.
un pensiero costante.
musica che ad occhi chiusi
si ascolta.
tu estate.
tu inverno.
tu impagabilmente mia
senza contratto o scarto.
tu qui.
tu eterna.
che giri per casa
come regina distratta.
donna.
tu tutto.
tu aliante.
quando tengo le tue mani
col senno perso tra le risposte.
tu sorridente.
dolce e bella come il Creato.
tu ladra.
perché il cuore m'hai rubato
e non me l'hai mai restituito.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Mutatis mutandis
Pubblicata il 03/09/2018
Perdonate il mio mutare di sostanza
ero consacrato al bene supremo
santificato dalla morale umana
l’atto impuro di transustanziazione
ha alterato il mio corpo e il mio sangue.
soffro di mal d’umano e
voglio pertanto allontanarmi
da tutto ciò che è gretto e meschino.
sono musica per le mie orecchie.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)

Essere soddisfatti ed appagati di se stessi è gratificante. Complimenti.Ciao.

il 03/09/2018 alle 22:50

Grazie Cassiopea, a presto.

il 04/09/2018 alle 14:28
La mia anima
Pubblicata il 15/05/2018
La mia anima è già salva.
nient’altro pretendo e a nient’altro anelo
se non pensare a te.
in questo mondo e solo in questo
voglio stare con te.
oggi è l’unica certezza che abbiamo,
almeno oggi.
in futuro non avremo più passato
e i nostri sogni saranno evaporati.
vorrei essere te per capire chi sono io.
ecco cosa mi rende felice,
poter condividere il mio bene supremo
che è dentro di me, incandescente e paradossale,
quasi onirico.
silenzio, non parliamo più.
spegni la luce così riesco
a vedere dentro di te nell’oscurità,
laddove noi siamo possibili.
  • Attualmente 3.75/5 meriti.
3,8/5 meriti (4 voti)

Bravo! :-)

il 15/05/2018 alle 21:23

Ti ringrazio :-)

il 17/05/2018 alle 15:15