Vedi tutte le Poesie lette da L'Aura dell'ultima settimana

Pagina aggiornata il: 16/12/2017 06:34:13
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Border
3,5/5 meriti (2 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 14 di Dicembre del 2017

molto bella la chiusa

il 15/12/2017 alle 06:43
Così si é consumata
anche questa amara notte
nel gelo d'una aurora boreale
sotto una baracca di stelle
che spiccano rigagnoli di seta
su un tramonto in opposizione
al sol dell'avvenire.

Allora veglieremo a turno
sulla sponda ripida dell'Ussuri
gli occhi spenti di Piotr,
l'anziano alfiere,
tenendo alla larga
come si usa fare con i corvi
quelle bizzose marionette
dai libretti rossi ed i berretti di pelo,
con quegli stupidi e cupi
ideogrammi d'odio
stampati sul cuore.

Adesso, solo adesso,
vorrei essere come
quel viaggiatore d'acqua
che aprì le mappe della mente
e soccorse il Khan
nella conta di città invisibili
e nel censimento
dei nati e dei morti piccoli
sotto una luna in opposizione.

Adesso vorrei tanto essere
un viaggiatore d'acqua
nei campi di girasole.

(Isola di Damansky, confine cino-sovietico, Gennaio 1969)
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Monolito.
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 23 di Marzo del 2012

molto bella crea notevoli suggestioni....
sembra una poesia che racconta di un tempo lontano e perduto, ancora dei primi uomini che attendevano i responsi dei loro "dei", anche dal sapore nordico per la figura del monolito.
Tutta bella ecco, non mi perdo in altre parole e considerazioni per paura di annoiarti, un saluto
Andrea.

il 23/03/2012 alle 18:04

Ma Andrea non scrivere più " per paura di annoiarti ".
Ti prego, io lo scrivo perché ovviamente non te lo posso dire.....a voce, non mi annoio per niente.
Saluti affettuosissimi,

Romeo.

il 23/03/2012 alle 19:06
Tu uomo
posa la tua lancia
siediti e aspetta


flussi di pensieri
spingono verso nuove coscienze
è bello così scoprire nuove passioni


tu uomo
siediti e aspetta


i messaggieri ritornano
e raccontano del monolito.

(a.d.g.d.S. 2012)
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
L'attesa
3,2/5 meriti (5 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 18 di Agosto del 2017

Gradita

il 18/08/2017 alle 14:06

molto profonda....romanticissima

il 18/08/2017 alle 15:02

Grazie

il 18/08/2017 alle 15:34

Ho colto la speranza di chi non si arrende, nonostante tutto!

il 19/08/2017 alle 17:39

Hai colto bene! Senza il nonostante tutto !!!!!

il 19/08/2017 alle 19:43

bella ciao

il 17/11/2017 alle 07:24
Forse a volte, si vedono solo le nuvole,
ma se si ha pazienza di attendere,
l'attimo perfetto
può essere ancora colto
nella sua purezza.
e allora...
anche un raggio di sole
che filtra tra le foglie
può riempire il cuore
di felicità.

Romantica46
  • Attualmente 3.2/5 meriti.
3,2/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Questo mio sogno
5,0/5 meriti (3 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 11 di Maggio del 2017
Amore non bruciare questo
mio sogno che vive dentro
di te. Non lasciare che il
vento possa spegnere la
fiamma del mio amore che
brucia solo per te. Scriverò
il mio amore tra le righe dei
tuoi sogni e tu mi penserai.
disegnerò nella mia mente
il tuo cuore e continuerò il
mio sogno con te fra le mie
braccia. E se in questa notte
magica anche tu vedi la stella
che vedo io, non siamo così
lontani. Siamo nello stesso
sogno, siamo nello stesso
fuoco che brucia dentro di noi,
e la nostra passione alimenterà
questa fiamma che non morirà
mai nei nostri cuori. Due cuori
legati dallo stesso desiderio.
quello di amarsi.
testo di Giuseppe, Baccalani
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Silenzi
2,0/5 meriti (4 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 2 di Settembre del 2017

ascoltare il cuore a volte non si può

il 17/11/2017 alle 07:24
Ci sono
silenzi che
servono
a capire,
elabori risposte
che ti fanno
soffrire,
nei silenzi
ascolti
la ragione,
e quel che diceva il
cuore
era solo
illusione !!!!

Romantica46
  • Attualmente 2/5 meriti.
2,0/5 meriti (4 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Lettera aperta
3,3/5 meriti (3 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 22 di Novembre del 2017

sarebbe meglio essere amati per quello che siamo, non odiati....ma amare è difficile, vediamo sempre e solo i difetti degli altri., mai i propri....

il 27/11/2017 alle 07:02

Verissimo

il 13/12/2017 alle 13:40
Giro la penna tra le dita,
vorrei scrivere ma sono troppo ingarbugliate le parole,
vorrei scrivere sull' ingiustizie che si ricevono,
ma sono tante
vorrei scrivere sulla falsità di tante persone ,
sul gusto di far del male che hanno tante persone
sulla capacità di mentire che hanno,
su gente che all' apparenza sembra buona
ma hanno una perfidia che farebbe invidia a un serial killer!
però non so se vale la pena
parlarne sarebbe come dare importanza
mentre invece valgono meno di una moneta da tre euro!!!
meglio stare nella verità ed essere odiati
che nella falsità ed essere amati !
Romantica46
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Ultima valutazione
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 28 di Novembre del 2017

L’oggettività di questi versi lacerano il cuore; perché è così. Per quanto dura sia, la pietra si scalfisce fino a prendere la forma voluta, ma resterà sempre muta e fredda.

il 12/12/2017 alle 15:47

Vero

il 13/12/2017 alle 13:39
Non c'è peggiore cieco di chi non vuole vedere,
non c'è peggiore sordo di chi non vuole sentire!
intanto la vita sfugge
Si fanno tanti tentativi
si cerca di capire il perché
si arriva perfino a perdonare offese
ma poi ci si arrende!
anche tutto l' amore del mondo
non può niente contro
un cuore di pietra!

Romantica46
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Lettera a casa
3,8/5 meriti (5 voti), lettura, 5 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 11 di Dicembre del 2017

scusa ma mi perdo nel tuo labirinto di parole ,,,,,,riesci a spiegarmi un po '''?

il 12/12/2017 alle 07:21

Un’architettura si parole e ritmi complessi esprimono con veemenza e compostezza di forma concetti e vicende personali di difficile partecipazione ma pur sempre interessanti.

il 12/12/2017 alle 12:37

Lettera a casa di chi è lontano da casa! Solo chi ha fatto esperienze di vita lontano da casa può capire, la propria identità, l'appartenenza culturale, la lingua messi in discussione, una malinconica visione con radici trapiantate in altro terreno e i rami più alti che da lontano mirano al ritorno al nido! L'uomo è un navigatore, un avventuriero e oggi più attuale che mai dove si va per inseguire il miraggio di un lavoro e condizioni migliore e dignitose di vita. Per quanto sia lunga la vita l'appartenenza, il nido, la casa natale resta il nucleo al quale attingere serenità e riprendere fiato per i cambiamenti e le novità nei momenti di sconforto e sbandamento... io così l'ho letta! La poesia smette d'essere dell'autore per divenire del lettore a specchio del proprio sentire e della personale capacità di intelligere e interpretare... non v'è lettura sbagliata ma poesia che risulta emotivamente sterile!

il 12/12/2017 alle 13:41

Per GINNI Ti manderò per messaggio la parafrasi della poesia. Stasera no perché ho altre cose da fare. Promesso. Grazie del passaggio. Per gli altri: grazie innanzitutto. Il testo non riguarda situazioni personali ma interiorizzazioni e considerazioni dopo molti contatti con molte situazioni di disagio o di difficoltà lavorative di emigrati nel nostro Paese. E' di quasi dieci anni fa ma le cose sono sempre valide se non ancora più complesse. I personaggi della scena sono costruiti sulla summa di molte cose udite e considerate. Il richiamo a Ellis Island è palese: era il passaggio obbligato dei migranti (moltissimi italiani) verso gli Stati Uniti. E non erano rose e fiori. Ora sono si tendono fili (fili preconizzati nella frase: 'o labirinti analoghi con fili sanguigni'). Non era difficile essere profeta udendo le considerazioni personali e politiche di soggetti privati e pubblici, già allora.

il 12/12/2017 alle 18:34

anch'io avrei scommesso sull'autobiografico e resto ammirato dalla spiegazione che hai dato Mariano, ti fa molto onore....in più i versi criptici ma raffinati conservano vivezza, testimoniata dalla curiosità che hai suscitato

il 12/12/2017 alle 20:35
E' una faccenda oltremodo complessa
allinearsi ai suoni che qui hanno in uso
smorzando la ritmica dei miei ottoni
per riudirli la notte in imperfetti silenzi.

e non concede una qualche assonanza
lo stesso scambio d'espressioni comuni
anzi modula una differenza straniante
nonostante io esista per carta ufficiale.

Ciò che è peggiore e diventa dolente
è il mutare caustico delle loro stagioni
che ci tumula tutti nella fossa comune
con nomi imprecisi per idioma oscuro

da molti giorni ascendo per ferri
di un pentagramma di norme incerte
restaurando una casa colma di echi
che mi ricambia con pane e giaciglio

e' da questo ponteggio elevato a faro
che talora intravedo i fumaioli erranti
ed Ellis Island che appare in caligine
o labirinti analoghi con fili sanguigni.

poi questo dolermi sfuma oltre i confini.

la nostalgia vi avvolge, madre ed Ilirjan,
veglianti un luogo dove la cicogna dimora.

apparite in attesa di provarvi in un volo.

12 maggio 2008 - 09 giugno 2008
  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
caldo sorriso
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 19 di Ottobre del 2010

incantevoli e calde immagini, rasserenano l'anima. Bravo.

il 19/10/2010 alle 09:54

piacevole bella :-) ciao

il 19/10/2010 alle 23:49
Sono arrivato
a piedi
questa mattina
fino
al giardino
di casa
le mani tremavano
il cuore mi soffocava,
la dolcezza di una madre
che sorride al suo bambino
come un piccolo angelo.
Avverto il sole forte
in questa mattina di giugno
il cielo è l’uomo
sono un'unica cosa
il mio dolore spezzato,
come la vita di quel ragazzo
che raccontava
la gente nei sobborghi della città
l’aria è mite
il tempo mitologia
delle stagioni
caldo sorriso di una fanciulla di paese.

Federico Marino
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
aria solida
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 13 di Dicembre del 2017
Solidarietà
al Capro espiatorio
in festività,

edulcoraterealtànmstredicidicembre2017
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Mentre il mondo va a rotoli (nuova versione)
4,5/5 meriti (4 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 14 di Dicembre del 2017

Purtroppo il mondo va a rotoli per l'indifferenza e la velocita' che ci fanno correre piaciuta un saluto

il 14/12/2017 alle 09:43

Per i figli l'età dell'eternità si sta allungando per motivi economici, etici, virtuali. Sì, è proprio così: quando una crisi si fa più stringente al contrario di quanto dovrebbe succedere vi è un ritrarsi nel proprio privato. Voglio indagare meglio su questo. Lo verifico nel mondo del volontariato, dove opero, appunto come volontario, presso un patronato. Le vicende con cui vengo a contatto mi confermano che quelli della mia età (65 anni) sta sostenendo un peso gravoso per cercare di far campare meglio le generazioni successive che osservano un futuro con un orizzonte molto lontano. Per non parlare delle baionette che si stanno affilando. Dolente lamentazione ben compresa. Bellissima la strofa finale: alienazione è il suo nome.

il 14/12/2017 alle 12:57

si tratta di un vecchio testo di sette anni fa, ahimè, uno dei primi mandati a PH, e chissà contrariamente alle mie abitudini mi è venuta voglia di rielaborarlo, mi sa che centri un po' anche tu, dopo l'ultimo scambio che abbiamo avuto....grazie Mariano

il 14/12/2017 alle 15:10

grazie Paolocci

il 14/12/2017 alle 15:11

Non una falla: sic transit gloria mundi, amico mio!

il 15/12/2017 alle 13:41

proprio vero ugomas, verissimo...grazie

il 15/12/2017 alle 16:45
Mentre il mondo va a rotoli
io e te, in una stanza chiusi
i cuscini bagnati
è colpa mia
è colpa tua

i nostri figli se ne vanno
sordi, avidi di ogni fischio
di ogni alito di vento
loro, inconsapevoli e sani

mentre il mondo va a rotoli
nella notte sfreccia una macchina
per strada qualcuno si fermerà a guardare
per poi tornare a casa
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Il freddo fuori
4,3/5 meriti (3 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 13 di Dicembre del 2017

Le parole sono straordinarie ma, onestamente, quella stanza o quella casa sembrano vuote. Una sola presenza: il descrittore dell'ambiente e dell'emozione. Ergo, per me, fuori esiste un freddo meteorologico, dentro un freddo d'assenza stemperato da parole lasciate sulla scrivania e su un foglio. Anche 'l'apparentemente tranquillo' è un significante che non trasmette garanzia di serenità. Impressione proiettata dallo scritto.

il 13/12/2017 alle 19:59

ma il freddo dilata i sensi, la mente, il cuore....aiuta o respinge, secondo lo stato d'animo

il 15/12/2017 alle 06:45

Mi associo all'eloquente commento di Negri aggiungendo che il tuo verso ritrae ed è vivo.

il 15/12/2017 alle 14:36
Tranquillo
tutto apparentemente tranquillo
la sedia
la scrivania
i fogli sparsi
il racconto
la lista della spesa
il freddo fuori
le parole che leggo sono davvero le tue
e le trovo straordinarie
come un discorso necessario.
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Ad Altro
3,2/5 meriti (5 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 28 di Agosto del 2017

e vero il pensiero della nostra fine ci trova a volte impreparati

il 29/08/2017 alle 17:47

Grazie

il 31/08/2017 alle 16:49
Hai mai pensato a quando non ci sarò più?
e dove sarai quel giorno?
e se ti andrà di ricordarmi?
mi viene in mente questo
mentre sono alla cassa di un supermercato
e leggo da qualche parte
di una mostra che riguarda Rubens
poi le monete mi cadono dalle mani
la cassiera mi guarda e aspetta
davvero non riesco a pensare
ad altro
  • Attualmente 3.2/5 meriti.
3,2/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Ancora
4,8/5 meriti (4 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 24 di Novembre del 2017

Il ritrarsi nel privato è una reazione più che giustificata davanti a questo avvilente panorama di relazioni interpersonali, di relazioni nazionali ed internazionali. Di avvilenti strutture intellettuali, di panorami bellissimi destinati a scomparire per il rutenio e altro (non so neppure cosa sia il rutenio ma calza alla perfezione). Il taglio basso della costruzione, al contrario di quanto potrebbe apparire, fa volare questa poesia che tu volevi scrivere stamattina. Mancando l'accento ancora può essere ancòra o àncora…se voluto, il 'titolo' si integra molto bene con il resto. A rileggerti molto volentieri.

il 27/11/2017 alle 19:27

Direi che hai colto il senso di quanto espresso e ti ringrazio. alla prossima

il 03/12/2017 alle 15:43
Sta mattina sono in vena di stupidaggini
vorrei picchiare qualcuno
ma anche abbracciati.
sta mattina ho aperto un libro
scoprendo un mucchio di cose
nessuna mi è piaciuta
il sommergibile disperso
la ragazza uccisa
quel pessimo scrittore
il rutenio tra le nuvole.
devo mangiare qualcosa e starmene alla finestra
guradare le auto, i gabbiani, le foglie cadere
la vicina con la busta della spesa mentre urla
qualcosa a suo figlio.
mi accorgo che anche stando alla finestra
non mi trovo a mio agio
troppe cose sgradevoli.
accendo la radio
misteriose canzoni d’amore girano per casa
poi arrivano notizie tragiche
da uno strano paese di cui ignoro l’esistenza.
sta mattina non c’è nulla che vada bene
si mette anche a piovere
lo fa talmente forte che quest’acqua sbatte sui vetri
potrebbe uscirmi una poesia
ma è un'altra la cosa che vorrei
sempre la stessa
abbracciarti ancora
e ancora.
  • Attualmente 4.75/5 meriti.
4,8/5 meriti (4 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
La ragazza e Tolstoj
4,0/5 meriti (5 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 3 di Dicembre del 2017

Nei tuoi versi quella affabulazione, la capacità di vedere nei gesti minimi che compongono il vissuto di ognuno, dal di dentro di una tua testimonianza che ne marca oggettività e soggettività, in un connubio di dentro e fuori...

il 04/12/2017 alle 06:19

bravo :-)

il 04/12/2017 alle 08:21

Interessante la tesi dell'oggettività-soggettività. Molto spesso tutto nasce da una semplice osservazione. Piccola. Semplice. Necessaria. Grazie

il 08/12/2017 alle 15:35
L'autobus delle otto
attraversa la città
l'ultimo posto,quello accanto al finestrino
è occupato da una ragazza
intenta a leggere Sonata a Kreutzer
mentre scorre il libro
la ragazza sorride, guarda fuori
è un mattino di novembre
chissà a che punto sarà il suo eroe
in quale pagina si soffermerà
a riflettere sul corso delle cose
passata l'ennesima curva
la ragazza chiude il libro e si alza
l'autobus si ferma
la ragazza scende
tolstoj è dietro di lei.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Ninna Nanna d'Ognissanti
4,7/5 meriti (3 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 5 di Dicembre del 2017

Il ricordo ha il sapore e l'odore che i ricordi hanno. Le petites madeilenes mutano con il trascorrere del tempo, alle volte sono compenetrate da odori diversi. Accettare la cosa è la risposta. Je pense que c'est vrai. Peccato però…. Bel decrescendo narrativo dalle illuminazioni, o illusioni, primarie alle constatazioni attuali con una ripresa, quasi una chiusura sonora, che racchiude il largo iniziale e lo condensa in una stringata annotazione. In quel largo già si avverte il senso della distanza.

il 05/12/2017 alle 17:50
Sciolte, senza rimpianto alcuno
eppur oggi riaffiorano a tratti
con stanco suon di melodia
quelle ninne nanne sussurrate
che allibravano sulle festuche
d'una lontana estate atropa,
come ben sapevano le illuvie
fatiscenti fattucchiere
che garrivano querule
su segmenti anneriti
e diradavano assonnate
sfilacciando le buie sottane
sul quel vertice rovescio.

Poi, all'indoman mattina,
un saluto caldo
ai gioiosi pappagallini
e all’irsuto orsetto sfatto
che mi dava la ninnaò.

Oggi dimmi perché
il tuo consueto sorriso attarda
e quiete più non dà
a questo mio travaglio.

Oggi dimmi perché
l’ora del latte ritarda
e conservo ancor di te
un ricordo amar di caglio.

Avveniva di sera,
poi di nuovo il gallo.
  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Mantis religiosa
3,8/5 meriti (8 voti), lettura, 5 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 26 di Luglio del 2010

Un testo che non conoscevo e che non avrei mai conosciuto se tu non l'avessi messo fra i preferiti Sergio. Le scelte semantiche si uniscono benissimo alle descrizioni che si fanno immagini vivide, specie nel passaggio tra prima e seconda strofa...inoltre quell'ancora, ripetuto all'inizio del testo che sembra quasi espresso in modo afasico come se contratto dal dolore e al tempo stesso dal piacere, questa però è una mia visione, mi è davvero piaciuto. La mantide insetto affascinante e letale, almeno per il suo compagno, come la più famosa Latrodectus mactans(Vedova nera) che però è letale anche per l'uomo. Tutta seducente questa poesia, anche nella sua conclusione. Davvero bella. La ripresa del tema dell'amore come fonte di dolore sublimata nell'immagine del mondo animale, la più affascinante e al contempo raccapricciante, tra l'altro perfetta visione letterale dello scontro fra libido e destrudo ma qui sfociamo in campi che esulano l'intento del tuo scritto. Complimenti, ciao Sergio, un abbraccio, andrea.

il 01/06/2013 alle 17:42

Hai colto appieno, Andrea l'intento drammaticissino di questo scritto, la dicotomia rilevata tra libido e destrugo è quanto di più appropriato m'attendessi dal lettore, e non mi meraviglia che arrivi da te, che so capace di scavare ben oltre la pelle dei versi per andarne ad individuare sostanza e spessore. E' proprio in questo rapporto annichilente che avevo l'intenzione di collocare questo tentativo di scrittura. Sono versi che mi è cosato scrivere in un lavoro di d'introspezione eziologica che ha sorpreso me stesso in primis... Ti ringrazio per gli apprezzamenti che provenendo da te assumomo più significato. Sergio

il 04/06/2013 alle 13:42

Questa poesia é stupenda. ... ma fa arrossire. .!

il 17/08/2013 alle 10:10

Grazie Gioapura, sebbene a mesi di distanza, sergio

il 12/11/2014 alle 05:59

ho letto da qualche parte che dopo aver fatto all'amore la cosa migliore è non dire niente e io penso che sia giusto cosi,(anche se ci sarebbe molto da dire) ciao da albi

il 22/04/2016 alle 18:34
Mantis religiosa

..ancora ed ancora, amami ancora
rapisci il mio senno e legalo ai picchetti della follia
avida avventati su di me, prendimi
brano a brano strappa ogni ragione
suggi la linfa che fonda scorre
finiscimi d'amplesso di lasciva golosa smania
lascia che sia solo buccia ciò che resta

Amami allo sfinimento e poi colpisci forte
tramortiscimi riducimi allo stremo
ascolta il mio lamento, il mio canto di agonia
nulla ormai serve più e nulla più voglio
nemmeno te che ora sei sazia
saziata di me, nemmeno tu ora puoi più nulla.

Guardami gemere e contorcermi
i polsi e le caviglie serrate alla corda
imbevi le tue labbra di fiele d'endometrio
e baciami baciami adesso
che è questo adesso il sempre che mi resta
un guizzo della lingua
uno spasimo della pelvi, ora
proprio ora che mi hai hai vinto
mi riprendo la ruggine della vita mia
che finisce altrove da te.
  • Attualmente 3.75/5 meriti.
3,8/5 meriti (8 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Trenta denari
4,3/5 meriti (3 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 6 di Gennaio del 2014

una paga...ignobile.

il 06/01/2014 alle 11:38

Molto bella e scorrevole!

il 06/01/2014 alle 18:07

bella scorrevole dal denaro un po' ignobile , bravo un saluto

il 06/01/2014 alle 19:00
Come fiaccole i tuoi occhi
seguivano la scena provata
altre volte di notte o di giorno
l'aria ferma e nulla pareva
scomporre il tuo fiato
lo avevi alle spalle lo guardavi di fronte
spostavi più in là il sogno pagato.
stupido essere, perduto nel segno
di un dio sprecato accanto ad un prato.
fermo non sta, si agita e consuma
la polvere della vita tua lo avvolge
ma egli vaga nel mondo, immagina
di essere una gran cavaliere destreggia
il suo ardore di grande stallone
il povero coglione.
ferma e risoluta la tua mano
alza il telo amaro
dell'ignobile sipario,
l'ominicchio corre alla sua gherla
ed il suo seme sboccia
alla nuda terra.
trenta denari ti darà
ma nulla si porterà
non il ricordo di una parola
non il soffio di un fiato
non lo sguardo tuo meravigliato.
ancora denari ti porterà
cercando cercando di notte o di giorno
su un prato come e quando
si è perduto senza più fiato.
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
C'era la guerra
3,0/5 meriti (3 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 4 di Maggio del 2014

e la vita continua...questo è il bello!!!

il 05/05/2014 alle 15:36
Memorie cadute tra un semaforo rosso
e una rotonda signora mi torna alla mente
mia madre più non abita questo mondo
come sarebbe visto da lei il suo cucciolo
uomo mi ha fatto mentre in automobile mi trovo
uomo veloce che passa di storia in storia
mentre lei una sola grande storia che cominciava così
c'era la guerra e non si poteva fare tutto
c'era stata la guerra e tutto era cambiato...
passavano anni per costruire le scelte
scendevano sere e stagioni e figli
che riempivano la pancia prima di parlare
la vita era ferma e scorreva lentamente
ragazzo non mi abituavo
tutto era troppo poco e lento e duro
ma era accanto a me il cadavere del nonno
zoppo, era accanto a me il velo di quelle suore
che copriva lo smacco della guerra
la povertà negata dalla dignità indurita
nascosta dentro una casa bombardata.
quel matrimonio ricostruì la casa
era necessario, dal cielo erano caduti gli dei
a risollevare le persone perdute
a ridare loro una faccia, ad impartire la storia
a farci sentire il peso, la responsabilità
di vivere come dei comuni mortali
che hanno bisogno di guidare il dolore
di dare ad esso un significato
di farlo diventare il motore della storia...
...adesso che il semaforo è verde.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
La luce della luci
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 8 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 8 di Ottobre del 2016

Bella, hai fatto entrare il buio nella luce.... :)

il 08/10/2016 alle 12:10

grazie Sabyr, grazie Stramba

il 08/10/2016 alle 17:22

Versi di singolare valore per il loro sublime epilogo. Un esito, frutto di un volo rasente e vigile sulla “gloria mundi” che gloria non è se non sapremo dare il giusto valore a questa breve vita, un veloce passo verso quella infinita, dove si potrà godere la luce che affascina il bravo poeta.

il 09/10/2016 alle 17:03

una lettura attenta come questa è sempre un piacere per chi scrive...grazie davvero Ugomas er le tue parole

il 10/10/2016 alle 22:57

una lettura attenta come questa è sempre un piacere per chi scrive...grazie davvero Ugomas er le tue parole

il 10/10/2016 alle 22:57

Versi intensi e coinvolgenti...molto bella

il 12/12/2017 alle 18:40

grazie l'aura

il 12/12/2017 alle 20:16
Cosa vuoi che succeda
in una notte
sarà calata la rugiada
una ruga impercettibile
che scava, invisibile
il tempo, il tempo
è la vita stessa

i tempi, i tempi dei tempi
tutte le mie allergie
come pupazzi gli uomini da sempre
si muovono tutti insieme
ed io solo, solo
come una barca sbattuta dai venti

questa mattina guardavo la montagna
lontana
le luci delle case, nell'ombra
in alto un chiarore
l'alba, la morte
la luce delle luci
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Un giorno
4,0/5 meriti (3 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 31 di Agosto del 2016

grazie Bianca

il 01/09/2016 alle 22:07

Molto bella...

il 12/12/2017 alle 18:39

grazie ancora l'aura

il 12/12/2017 alle 20:18
Un giorno quando leggerai di me
ti chiederai dov'ero
cosa avessi fatto
mentre tu riavvolgevi i fili
del tuo passato
io passavo
nella luce ancora opaca
di un mattino d'inverno
la vita ci lascia le briciole
che nemmeno raccogliamo più
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Cosí sia!
4,3/5 meriti (4 voti), lettura, 5 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 18 di Settembre del 2017

Piaciuta e condivisa... A rileggerti...

il 19/09/2017 alle 19:51

........ma chi ama Musica- Arte e poesia....odia l'ipocrisia....Gabriela

il 27/09/2017 alle 10:46

io credo che dopo morti torneremo per rimediare agli errori fatti...il poeta e la poesia è un'altra cosa un saluto. cosi sia!

il 28/09/2017 alle 15:43

Così sia Eclisse!! A presto!

il 28/09/2017 alle 16:09

cmq questo pianeta ha qualche miliard e qualche milione di anni e non risulta che qualcuno sia mai ritornato... Ma come si suol dire, meglio non mettere limiti... saluti!!!

il 28/09/2017 alle 21:36
Moriremo?
moriremo!
ce ne andremo?
ce ne andremo!
torneremo?
no, non torneremo!
per quanto la religione cerchi di illuderci,
non torneremo!
che senso avrebbe?
meglio spostarsi un po´in lá,
muoversi verso un immaginifico canto,
che questo arido deserto
di empatia smarrita,
di cultura dell´odio,
di amore per il brutto,
di corsa verso il niente,
di vuoto e di riso triste
nell´anima e nel cervello,
divorati da un male assoluto,
che ci sprofonda nell´oblio
di non saper piu´vivere...
né da soli né in compagnia,
ce ne andremo?
ce ne andremo!
moriremo?
moriremo!
ma chi ama Musica, Arte e Poesia
teme solo l´ipocrisia!
cosí é? Cosí sia!
  • Attualmente 4.25/5 meriti.
4,3/5 meriti (4 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Donna di cuori, Fante di fiori
4,3/5 meriti (6 voti), lettura, 8 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 19 di Settembre del 2017

Ops: quello che saremMo stati...

il 20/09/2017 alle 05:10

molto originale , complimenti

il 20/09/2017 alle 07:53

Grazie Ginni, al solito volevo scrivere tutt'altro... poi le parole vanno per i fatti loro!

il 20/09/2017 alle 15:42

Sono d'accordo con Ginny. Bellissima e spiazzante la chiusa... A rileggerti...

il 20/09/2017 alle 21:53
373

descrivi perfettamente il senso di devozione che sfocia spesso in ossessione, amoroso. la cosa bella è che l'innamorato non potrebbe vivere, senza questa ossessione. e la chiusa è la domanda delle domande. sono a mio avviso vere entrambe le ipotesi. ciao :)

il 20/09/2017 alle 22:01

Grazie, a voi, per i commenti... C´era un atmosfera di tempi passati che mi tornava in mente e volevo descriverla, poi le parole si sono "incatenate" da sole, ma per una volta non ho avuto l´impulso di chiede all´Admin di cancellarla... un caro saluto a voi!!

il 20/09/2017 alle 23:22

Complimenti.....Gabriela.

il 27/09/2017 alle 10:39

Grazie Gabriela, sempre affettuosa...!!!

il 28/09/2017 alle 21:38
Rivoli di nuvole, si infilano in gíornate terse,
cercano nuova vita, le emozionni dimenticate,
appesi ad un fragile filo, come perle ambrate,
ne avranno, nella giostra delle occasioni perse?

mantra perpetuo del sogno che eri,
vestita di rosso, svestita di nero,
donna di cuori, amica di ieri,
fante di fiori in ogni pensiero.

ricordo il sorriso riflesso dai tuoi occhi soccchiusi,
cocci spaccati di uno specchio con volti distanti,
riportano il futuro a prima di essere amanti,
io cancellero´ mal volentieri voci e suoni soffusi.

mantra perpetuo del sogno che eri,
vestita di rosso, svestita di nero,
donna di quadri, amica di ieri,
fante di cuori in ogni pensiero

vorrei dimenticarti la notte, almeno un momento,
e fuggire da questa prigione, si, definitivamente,
nei miei desideri, all´alba annegati goffamente,
come sempre, ferita guarita e nuovo tormento.

mantra perpetuo del sogno che eri,
vestita di rosso, svestita di nero,
donna di picche, amante di ieri,
fante di quadri in ogni pensiero,

sfuggita dal senno di poi, la risposta che invento,
frasi rivissute, di canzoni stonate nella mente,
invitante veleno, prima di cercarti nuovamente,
manca il respiro al ricordo, del tuo seno al vento.

mantra perpetuo del sogno che eri,
vestita di rosso, svestita di nero,
donna di cuori, amica di ieri,
fante di picche, in ogni pensiero

chi puo´ mai dire quale sogno spezzammo
amando la nostra pelle, cosí calda in inverno,
sai quello che saremo stati, sfidando l´inferno?
era il vento che ci diperse, che tanto odiammo?

mantra perpetuo del sogno che eri,
vestita di rosso, svestita di nero,
donna di cuori, amica di ieri,
fante di fiori, in ogni pensiero

che poi... Chi siamo noi veramente?

tu colpevole angelo, io diavolo innocente?

marlav17
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (6 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Vento delle mie brame
3,5/5 meriti (2 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 7 di Dicembre del 2013

Seducente riconciliazione con la tua immagine riflessa! Sir Morris

il 08/12/2013 alle 09:18
Solo stamattina ho sentito il vento tra i miei capelli
capelli che sono ormai radi e corti
girato l’angolo di casa e affacciato sul mondo
in un attimo il tempo è sparito
le preoccupazioni le tensioni di una vita
tutto sparito, apparivano invece
gli alberi, le case, l’aria fresca, il sole
un venticello deciso, non muscoloso
mi soffiava fiero ed io con lui rispondevo
con il mio passo andante e tranquillo
poggiata, la mia vita, camminava tra il vento
finalmente senza paura. Una lunga stesura
per arrivare al vento di oggi, tante storie
la mia compresa, in mezzo al vento
che le confonde, le fa incontrare
si diverte con noi e noi patiamo per lui
per le parole ascoltate e per quelle mai capite
trasportate avanti e indietro col suo tempo.
quanto ci ho messo per capire il vento
quanti giorni ho temuto
per non averlo saputo affrontare il vento,
che mi concedeva un'altra possibilità
ascoltarlo, lasciarlo scorrere sulla mia carne
sfidarlo senza scappare. Vento delle mie brame
chi è il più timoroso del reame?
non sei più tu, amico mio,
non quello straccio d’uomo che ti portavi addosso
che ti lasciava morire che ti portava all’osso
in agonia, di lato alla tua via
in quella casa destinato a quelle cose dedicato
dal vento riparato.
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
La mia solitudine
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 17 di Agosto del 2016

Una solitudine non è mai tale se c'è nell'animo nella mente e nel ricordo qualcosa o e qualcuno...ma io vedoancje l'impalpabile di quella meraviglia qui descritta, di quella speranza...ed è per questo che non sempre della mia solitudine riesco a gioire...scusa il.commento divagante, bella poesia, ciao.

il 18/08/2016 alle 03:39

Grazie!

il 22/10/2017 alle 23:34
Di un passo sono convinto
che la mia solitudine non sia
un’assenza di parole e di occhi
ne di passioni e lacrime.
la mia casa è un albergo di frontiera
il mio letto una strada profumata di gelsomino
mi conducono le mani delle madri
i loro occhi illuminano la mia vista
risuonano le nenie infantili
riecheggiano le preghiere a quel dio.
la mia sera è fortunata di amori primaverili
e speranze e voglia di crescere in fretta
quanto amore riempie le mie lacrime
quanta forza accanto a me
nelle ombre degli uomini che mi accompagnano
quanti anni sfumati e quanta paura,
quanta quotidiana speranza mi cammina accanto.
non sarò mai solo e non morirò mai più.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Mi raccolgo
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 22 di Settembre del 2016
A quest'ora di notte gli animi si sospendono
e la montagna attira a se le tensioni
ed i persistenti pensieri.
così l'atmosfera pulita permette al panorama
di riprendersi le stelle.
non sappiamo se domani sarà ancora così
o se riprenderà l’eterno moto,
adesso tutto tace fecondo.
tutto ripiega davanti a quel silenzio immobile,
tutto rispetta quell'invasione di pace
di cui ho bisogno
e nella pace mi raccolgo.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Assenza
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 8 di Dicembre del 2017
Perimetrare di parole
l’incudine del mio umore
ascoltare i rumori dell’anima
e allentare le vocali dell’amore
dilatare i suoni dei pensieri
per non incontrarti più
nell’assenza di un solo tu.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Presagi
4,8/5 meriti (12 voti), lettura, 20 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 30 di Giugno del 2015

E sia presagio di buon auspicio. Intrigante l'amore avvinto su petali di rugiadanti desideri Sir Morris, Au Revoir. Riccardo

il 01/07/2015 alle 16:48

Marci beaucoup.. mon ami! Tres Bien! Monsieur Maurice

il 01/07/2015 alle 21:07

anche con i presagi notturni si vive il momento importante: il desiderio trova la sua realtà...poi al risveglio hai sempre passato una notte da ricordare e tu poeticamente parlando l'hai resa vera. Un saluto Aldo

il 01/07/2015 alle 22:41

Saluti a te, fedele Aldo! Ti ringrazio per la tua partecipe testimonianza poetica! Sir Morris

il 02/07/2015 alle 09:42

...Scusa, Sir Morris ma ho preferito allontanarmi per non disturbare i tuoi......presagi; sai, non avrei saputo come giustificarmi davanti a quel nudo corpo.....; mi sono fermato, però, in una posizione strategica in modo da rendere tranquilla quella tua reale dimensione......; un abbraccio, tuo scudiero.

il 02/07/2015 alle 15:47

Purtroppo non ti posso giustificare, oh mio scudiero! Questo mese niente "paga"! Un abbraccio alla tua non fedeltà dimostratami! Sir Morris

il 02/07/2015 alle 16:13

RIMANGO SENZA FIATO a leggerti sono orgoglioso di essere tuo amico e tu mio amico .. le tue parole vanno lontano nella mia storia senza vita per le mie incertezze di paure e ingenuità ...la mia storia è di ricordi molto voluti dalla mia incapacità di vivere con l'amata perduta ....

il 03/07/2015 alle 11:21

Carissimo amico mio.. sono io che dovrei rimanere senza parole dopo il tuo splendido contributo. Ti sono grato per la confidenza fattami.. per la quale sono io ad esserne orgoglioso. Ti abbraccio con affetto, grandissimo Guido! Sono felice di averti conosciuto. GRAZIE! Sir Morris

il 03/07/2015 alle 12:33
Jul

Oh Sir, ma i rugiadanti desideri sconvolgono nell'esternazione dell'intrigante rugiadante...

il 03/07/2015 alle 19:56

Credo proprio di sì, Giulia! Sir Morris ringrazia!

il 03/07/2015 alle 21:31

Risveglio da un sogno e restituzione di un’anima anticorpo, -asserzione simpatica, genialmente pungente- veramente necessario neutralizzare un antigene così poco infettivo?! Sempre interessanti i tuoi versi Sir. Buona domenica.

il 04/07/2015 alle 09:33

Una buona domenica al mio amico Ugo.. che riesce sempre a centrare il nocciolo del discorso! Prezioso il tuo commento! Sir Morris ti ringrazia ogni momento!

il 04/07/2015 alle 09:53

Bellissima poesia , ma mi affascina soprattutto l'ultimo verso. L'anima restituita di giorno fa di quel corpo creatura nella sua bellezza e verità che vince le difficoltà, i dubbi, le divergenze.... come un vero "anticorpo". Pregevole, Sir. Un abbraccio Giovanna

il 10/07/2015 alle 00:53

E' Attraverso i commenti.. belli o "brutti" che siano.. che valuto l'intelletto altrui, Giovanna... e tu ne possiedi uno speciale! Grazie infinite alla tua estrema sensibilità! Sir Morris

il 10/07/2015 alle 10:57

Oltrepassar confine tra desiderio e reminiscenza, ed adular passion nell'indomita progression del vero, elogio alla penna qual vessillo di eterne emozioni, ove scrutar gioie nel cor del vate onori saggia espressione di encomiato incanto

il 12/07/2015 alle 15:08

Amico mio, Diego! La partecipazione di ognuno di voi.. soprattutto quella degli amici speciali.. è preziosa quanto indispensabile a completamento e perfezionamento di uno scritto altrimenti senza un mero fine. Ti abbraccio con mera stima! Tvb! Sir Morris

il 12/07/2015 alle 16:43

Spesso nei componimenti la parte più importante è la scelta lessicale. Nell'epoca barocca si ricercava la perfezione nella forma ma il contenuto poi era particolarmente insipido. Le immagini che il suo componimento propone sono tangibili e davvero gustose. Al secondo verso, ad esempio, posso sentire la passione con quel "rosso", come anche la fame d'amore nel verbo "ingoiare" al penultimo verso. Una lettura davvero d'ispirazione. La ringrazio, Sir

il 05/11/2015 alle 11:23

Accetto volentieri e con orgolglio la tua amicizia, carissimo Luca! Il tuo commento è indice di alta classe pregna di immensa sensibilità! Grazie assai! Sir Morris

il 06/11/2015 alle 17:45

giammai l'amor nel costellato ciel possa rinverdir i cor dell'impavido e laddove pronunzia celebri delirante passione risonante sia riverbero di contenuta fede amore per amore-------- tremendamente carezzevole e fulgida nel contempo saluti Genesis

il 15/05/2017 alle 21:20

Amico mio, come ai vecchi tempi, adesso son tornati, grazie alle tue meravigliose parole! Grazie infinite!

il 15/05/2017 alle 21:28
Così la baciai nel buio al risveglio d'un sogno
Delle sue labbra di rosso ne ho proprio bisogno

Scrutai delle preziose gemme nei suoi neri occhi
Rimasi fantasma di stoltezza ai teneri suoi tocchi

Ingoiai briciole di gaia reminiscenza sublimante
Strana euforia di un cuore eternamente esilarante

La osservai beatamente oltre la reale dimensione
Frememmo intensamente senza quel velo d'illusione

Caddero lentamente sulle mani i nostri pensieri
L'amor avvinto sui petali di rugiadanti desideri

Lasciai che la notte ingoiasse il suo nudo corpo
Il giorno ne restituì l'anima, unico mio anticorpo
  • Attualmente 4.75/5 meriti.
4,8/5 meriti (12 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Crociati 2
3,3/5 meriti (6 voti), lettura, 16 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 27 di Ottobre del 2013

... E l' epopea continua a camminare nel sentiero del rimare. patty

il 28/10/2013 alle 07:43

Max Payne mi aspetta.. sarà un'emozione ripercorrere quelle sensazioni da amare. morris

il 28/10/2013 alle 09:07

OK.. i piace

il 28/10/2013 alle 09:33

Grazie, Rosazzurra... un abbraccio affettuoso!

il 28/10/2013 alle 09:37

e pur non amando io le crociate apprezzo la passione con cui ne parli....un caro saluto, e che la missione prosegua...andrea.

il 28/10/2013 alle 17:50

appasionatamente come lo scritto sussurro al vento sempre in gamba Sir

il 28/10/2013 alle 18:40

Hai pronunciato la parola magica, amico Fabio: passione! Possedevo più di mille "pupazzetti" tra cavalieri, pellerossa, cowboys, greci, romani, tedeschi, americani.... un abbraccio!

il 28/10/2013 alle 22:14

Andrea, grazie per aver compreso!

il 28/10/2013 alle 22:15

Ancora passione... grazie Paolo... grazie per il tuo intelletto.

il 28/10/2013 alle 22:24

Alberto caro, sei una persona schietta e rispettosa. Sir Morris tiene sempre conto di queste qualità! GRAZIE INFINITE!

il 29/10/2013 alle 14:23

racconti affascinanti di tempi passati, anche se in modo diverso a volte attuali , i miei complimenti sir

il 30/10/2013 alle 12:32

Il tempo, milady, non passa mai.. come le tue parole! Grazie assai!

il 30/10/2013 alle 13:14

Emozionante

il 04/11/2013 alle 20:06

Grazieeee

il 04/11/2013 alle 21:26
Lode a te, Esteban Noviembre, grazie d'aver accettato
io, Denz de Bayle, te ne sarò riconoscente e grato

due eserciti paralleli assaggeranno le nostre lame
crociati senza scrupoli, demoni d'un maledetto infame

quel vile di Bonifacio perseguita il mio buon padre
dobbiamo raggiungerlo, portarlo alla mia cara madre

attento alle tue spalle, ti debbo due volte la vita
un colpo con le tue spade, la loro anima è smarrita

acciaio contro acciaio, il mio cuore si batte forte
sento all'unisono il tuo, l'inferno ha triste sorte

l'ultima fortezza è distrutta insieme a quel portale
mio padre è vivo.. la sacra sindone è il suo rituale
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (6 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Il Tuo Sguardo
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 22 di Novembre del 2017

sempre bravo ...da quanto tempo scrivi ?

il 23/11/2017 alle 07:42

Caro Ginni io sono uno scribbacchino che prende spunto ache dalle scritte sul muro,dal 2001 un saluto

il 23/11/2017 alle 17:07

Intensa e reale...molto bella.

il 12/12/2017 alle 16:04

Un saluto a te e grazie del passaggio

il 13/12/2017 alle 09:03
Soave il tuo sguardo
in questa notte fatata.

ove anche la Luna
sembra addormentata.

11/2017
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Amore e Sensibilita'
3,5/5 meriti (2 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 3 di Dicembre del 2017

''L'Amor che move il sole e l'altre stelle''...finchè è così non potrà mai essere una cosa astratta

il 14/12/2017 alle 23:19
Se Amore e Sensibilita'
diventono cosa astratta
vuol dire che l'umanita'
e' ben distratta.

della Serie(Parole che scompaiono)
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Accanto a te
4,7/5 meriti (3 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017

molto bella

il 13/12/2017 alle 06:33

Piaciuta per la profondita' e semplicita' delle parole

il 13/12/2017 alle 09:09

Ho letto tutte le tue composizioni: è stato come un ascendere ed un discendere fra strati e stati d'animo aspiranti ad una ricomposizione a lungo cercata e spesso sfuggente con figure di vario livello ammantate di sentimenti e sensazioni anche discordanti. E' stato molto interessante seguire le tue orme dal 2015, annusando annusando nel cercare di capire dove i fuochi si erano accesi e spenti. Ora in questa del 12 dicembre sembra che un incontro abbia avuto la facoltà di compiere il lieve miracolo di una compiutezza nella quale raccogli, come in un serto, le figure amate, la coscienza di te e altre cose come la lontananza dalla morte, cosa di un'importanza inequivocabile. Cosa resta da dire: che questo amore abbia la durata della tua vita. Alle prossime sequenze.

il 14/12/2017 alle 15:30
Accanto a te
si disperde la nebbia,
quando mi guardi
dai tuoi occhi filtrano i colori sgargianti
di una fiesta latina,
la morte è sempre più lontana,
posso vedere mia madre felice
sorridermi dal cielo,
e una gioia mai sognata
purifica il mio cuore
da ogni rancore,
da ogni meschinità.

accanto a te
il miagolio dei gatti
si fonde con la voce delle creature,
e il tuo sorriso attendevo
sin dalla mia fredda infanzia solitaria.

mi stupisce l'indifferenza della gente
davanti ai miracoli del tuo amore,
né posso comprendere
cosa abbia mai visto
in un uomo così rozzo e poco attraente,
tu che possiedi
la grazia degli aironi in volo,
e la bellezza del cuore
che non conosce vecchiaia né declino.
  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Canto dell' odio per la Memoria
4,9/5 meriti (8 voti), lettura, 8 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 26 di Ottobre del 2017

Hai detto bene Romeo, deterga il cuore degli Ignoranti !

il 26/10/2017 alle 14:20
373

bellissimo canto, la memoria è fondamentale

il 26/10/2017 alle 14:41

Mio caro Rom, probabilmente quei "mascalzoni" non conoscono nè la storia, nè tanto meno Anna Frank, e se la conoscono, peggio ancora. Confortano le rimostranze e il tuo dolce canto che rimanda l'immagine di quegli occhi giovani ,ma profondi, occhi che rimarranno vivi per sempre. Un abbraccio, patty

il 26/10/2017 alle 16:30

bisogna avere un cuore di pietra, per non dire di m... per profanare l'innocenza corrosa dalla malvagità umana... che rabbia! Ti amo, Anna...

il 26/10/2017 alle 22:16

una denuncia doverosa e un grido di indignazione che culmina in un canto d'amore espresso con la consueta e sempre incantevole maestria poetica...

il 26/10/2017 alle 22:18

'Chi è felice farà felici anche gli altri, chi ha coraggio e fiducia non sarà mai sopraffatto dalla sventura.' Anna Frank Indirizzato a chi al posto della memoria ha la melma Grazie Romeo

il 27/10/2017 alle 18:38

Bellissima poesia .....speriamo ( che la dolcezza di quello sguardo ) deterga il cuore, come tu ben dici, degli ignoranti ...... più che condannare questi soggetti sono solo da compatire Gabriela.

il 09/11/2017 alle 07:39

Bravo Romeo una denuncia la tua contro l'ignoranza e la cattiveria che non rispetta nessuno nemmeno i morti. Basta non cogliere quella provocazione, nel mondo purtroppo accadono di queste bestialità se non di peggio ancora. Ciao

il 11/11/2017 alle 12:59
Guardando assorto laggiù all’ Orizzonte
vengono in mente pensieri su pensieri
primo fra tutti qui proprio di fronte
ve n’è uno brutto di cui non si va fieri

un gruppo di balordi e certo lestofanti
ha usato un volto bello e caro della Storia
e poi allo stadio sono andati tutti quanti
accecati da quell’odio che irride la Memoria

di questa brutta storia non si sa che cosa dire
parlarne è imbarazzante perché in questo mondo
invece di pensare e continuare a progredire
si sguazza nel pantano e nel buio più profondo

di certo quei begli occhi ci mandano un bagliore
ci parlano e ci dicono di andare sempre avanti
il messaggio che ci arriva è quello dell’ Amore
speriamo che deterga il cuor degli ignoranti...
  • Attualmente 4.875/5 meriti.
4,9/5 meriti (8 voti)
Poesie lette da L'Aura nell'ultima settimana
Ode a Epaminonda bambino:i cittadini memori posero.
4,0/5 meriti (4 voti), lettura, 8 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 3 di Aprile del 2007

troppo forte bib,bravo,ciao

il 03/04/2007 alle 21:06

in entrambi i casi era scemo comunque eheheh ciao biba un abbraccio veronica

il 03/04/2007 alle 21:37

Secondo me le MS fanno male...:)
però finchè continui a farmi sorridere così...
bravo, un saluto

des89

il 04/04/2007 alle 11:25

Di siga ne fumo una al giorno.Dici ke mi fa male?

il 04/04/2007 alle 12:57

Basisco di fronte alla tua genialità. Sei una stella che brilla nel Parnaso. I miei complimenti.

il 04/04/2007 alle 18:41

Saro' un genietto ma non una stella che brilla!Comunque grazie per il giudizio.Ciao

il 05/04/2007 alle 07:57

Simpaticissimo il bebè di Tebe...be be be

il 30/07/2013 alle 03:23

Bella vero?Ciao

il 30/07/2013 alle 21:27
1 versione
E Tebe
ebbe te:
ebete bebe'
2 versione
E tebe
ebbe te:
t'ebbe ebete
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (4 voti)