Vedi tutte le Poesie lette da Mariano Negri dell'ultima settimana

Pagina aggiornata il: 19/04/2018 17:21:51
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Mai a riposo
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 19 di Aprile del 2018
la pioggia delinea sentieri verso la morte
e il sole ormai sbiadito ha gli occhi bendati.
le giornate passano e la perdita dei ricordi
si arresta nello scoppiettio dei popcorn
quasi pronti per guardare l’ultimo film
manifesto di una cultura mai sbocciata
persa negli ultimi frammenti del ricordo
non più piacevole da tempo.
flash di pensieri distaccati dalla realtà abrasa
è tutta una perdita di tempo, pensare
fa male, brucia, uccide.
immagino un locale pieno di gente
intenta a godersi una birra
e organizzando una festa per persone vive.
non faccio parte del gioco
nel senso che io non partecipo
perché non mi è permesso
osservo con rabbia lucida
le schegge del sogno
immagini trapiantate
dopo notti con occhi
abbottonati
e la mente mai a riposo.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
La luce del mio Astro
4,3/5 meriti (3 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 2 di Aprile del 2018

La luce del tuo Astro brillerà ancora a lungo, cara Dory

il 03/04/2018 alle 17:35

Cara Anny, spero tanto che il mio Astro brilla sempre. Un abbraccio forte, grazie! Dora

il 05/04/2018 alle 12:18

la luce del tuo astro non tramonterà mai finchè sarai sempre così come sei ....Gabriela.

il 12/04/2018 alle 21:39

Cara Gabriela ,la poesia per me è importante, mi rende felice! Grazie di esserci sempre cara amica mia! Con affetto! Dora

il 16/04/2018 alle 13:14

Un altro viaggio, interiore, venato di leggero rammarico, ma l'Astro ha una sua luce che si riverbera in te.

il 18/04/2018 alle 18:38

Piacere di conoscerti Mariano, grazie del tuo commento! Dora

il 19/04/2018 alle 12:02
Brilla ancora e mai si estinguerà
la luce del mio astro che ora viaggia
in galassie lontane.

Fu terreno fertile di ludici frutti.
Stupore, stordimento gioioso
amore di cui il ricordo accorato cerca nel firmamento
piccoli dettagli da rievocare.

germinano pensieri antichi
a rischiarare di luce il mio cuore dove giovinezza faceva rima con bellezza.

Migliore tempo a scoprire il desiato amor nella stagione della mia gioventù.

sbocciava rosa a primavera a spandere
inebrianti profumi nel giardino dell'amore.

scrissi il mio canto per te
donandoti il mio cuore.

dora Forino

  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Olivetti 35
5,0/5 meriti (3 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 17 di Aprile del 2018

Ah, che bellezza questo tuffo a corpo morto nel mare delle cose che ci sono state vicino. Bando alle nostalgie. I tuoi accostamenti con cose e persone, loro difetti e loro pregi sono, a dir poco, pregevoli e contestualizzati in un scivolar di accordi che hanno un gran finale notturno, come si conviene. Ancora chapeau!

il 17/04/2018 alle 21:06

Io, Brasens, avevo una lettera 32, non era mia a dire il vero, ma la usavo, ed anche a me e è li che sono cascati dentro i primi versi, e pure io allora avevo una Savinelli da 2,5 gr curva, e sono anche io uno di quelli che non butta gli oggetti quando s'invecchiano, e nemmeno i ricordi le persone, per le pene poi ho una memoria di ferro, non ne tralascio nemmeno una.. Insieme a Mariano, un bel trio di ceffi ..

il 18/04/2018 alle 06:00

Grazie e mi ha fatto piacere che questa mia "cosetta" abbia scatenato i vostri bei ricordi, perché come ripeto spesso. Non esiste la nostalgia. Esiste il piacere delle cose passate.

il 19/04/2018 alle 16:18
Vogliamo parlare di quella vecchia macchina per scrivere
finita in un angolo buio del sottoscala?
l’ho trovata bene, però
anche se piena di polvere
un po’ triste e raggrinzita
ma è ancora lei
quella degli anni in cui quel romanzo
breve è venuto giù come un temporale
e certe poesie ci sono cascate dentro
senza volerlo
a volte i fogli s’incastravano
e dovevo ricominciare da capo
non è affatto cambiata
un paio di tasti sono saltati
la esse è un occhio guercio
la effe è un buco nero
lo spazio è andato a farsi benedire
se la guardo a lungo mi ricorda la prima ragazza
i suoi no, detti uno dietro l’altro
oppure quell’angelo benedetto cascatomi addosso
da un cielo stellato
qualcuno mi suggerisce di buttarla
allora dovrei
mandare all’aria
il frigo senza luce
dar fuoco
allo scaldabagno con la spia rotta
scaraventare di sotto
il televisore a transistor guasto
dimenticare i poeti stralunati
gli scrittori sbronzi
nulla di tutto questo
anzi, la sera la tiro fuori
la metto sul tavolo
prendo un gin lemon e brindiamo ai tempi andati
poi prendo un foglio e vado giù con la memoria
carico il tabacco
e insieme vediamo spuntare l’alba.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Due donne
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 17 di Aprile del 2018

Marta dovrebbe essere Marta di Betania, sorella di Maria madre di Cristo ma Magdala è una città, forse intendevi Maria di Magdala, Maria Maddalena, però è tutta bella la narrazione. Bella veramente.

il 17/04/2018 alle 22:07

Sette demoni di cui uno di Magdala, ho preferito chiamare così Maddalena a cui sono molto affezionato.

il 17/04/2018 alle 23:05

molto piaciuta!

il 18/04/2018 alle 00:22

No. Ora sono troppo curioso: a quali sette demoni ti riferisci? La risposta mi intriga più della domanda e come diceva il buon, amatissimo Wilde 'Le domande non sono mai indiscrete. Lo sono, talvolta, le risposte.' Tanto per far finta di sapere delle cose….

il 18/04/2018 alle 17:50
Marta preoccupata
donna di casa
guarda oltre il giardino
un uomo le sorride,
nei suoi occhi arrossati
un pianto fermo
asciutta delusione
di sabbia nel deserto

magdala sulla soglia
conosce tutto
di quell'amaro sorriso,
non ha più olio
per ungere piedi
se l'è portato via il tempo
e un po' anche la sua mancata fede

magdala ha la mano sollevata,
un saluto
racchiuso in un addio.

12 luglio 2010
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Nulla mi dice
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018
Nulla mi dice
questa radice
non crescerà.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Sono un cinghiale
2,0/5 meriti (1 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018

Oddio, ogni tanto qualche vermicello qua, qualche ovetto là. Certo non è vegano

il 19/04/2018 alle 15:26
Sono cinghiale
vero animale
vegetariano.
  • Attualmente 2/5 meriti.
2,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Fritto misto
1,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018
Come previsto
io non resisto
al fritto misto
  • Attualmente 1/5 meriti.
1,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Il Bolero
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018

Mamma mia, ci vogliono le forze dei Titani. Quella partenza seducente come dire 'vieni, vieni bella' con i fiati e poi un crescendo, un crescendo a stantuffo, rullante compreso, con un finale roboante. Pensa, sono stremato solamente a scrivere. Ah, l'età! Ma ti garantisco, affé mia, che ne ho seguiti dei Boleri con delle Bolerine, tutte ottime persone.

il 19/04/2018 alle 15:40
Vuoi mettere
fare l'amore
con il Ravel.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
il sipario strappato
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 5 di Marzo del 2018

molto profonda complimenti

il 05/03/2018 alle 07:57

bella.

il 05/03/2018 alle 18:29

Chissà cosa ne penserebbe Hitchcock di questo intimismo ampliato da un gergo da Apocalisse.

il 05/03/2018 alle 18:37

Un addio logorante dopo un amore intenso e devastante... Stupenda

il 17/04/2018 alle 00:19
sale in nuvola di fuoco
l'inganno ancestrale
di noi due
persi in piccoli passi flebili
che conducono lentamente
nell'oblio
di uno sguardo nascosto
nel ventre infelice
di una luna
che piange
le sue stelle...
e tu in silenzio forzato
ti vesti di dolore
smarrendoti per sempre
nel sentiero intricato
di parole nate morte...
mentre un sipario insanguinato
si assottiglia
sul nostro respiro
che si fa sempre più lontano...
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Terrore in cielo come in terra
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 17 di Aprile del 2018

profondamente vera...... condivido il tuo pensiero Gabriela.

il 17/04/2018 alle 17:04

Molto intensa , complimenti

il 17/04/2018 alle 20:23

In cielo è sempre regnato il silenzio. Invochiamo degli dei ciechi e sordi. Noi muoiamo come mosche: che sia questo il piano divino? O il nostro per farla finita?

il 17/04/2018 alle 22:16
Testa vibrante,
colma di stringhe cosmiche.
barcolli come un ubriaco e
i tuoi pensieri sono trasparenti.
ogni giorno in questa santa terra
ci sono più vivi che morti e
tutto procede secondo il volere divino.
qual è il tuo soffocante dubbio?
di cosa sospetti?
gli uomini perseguono la pace
dichiarandosi la guerra.
e il tuo cuore si spalanca a questo mondo
come le gambe di una puttana.
solo oggi sono stati uccisi migliaia di innocenti,
straziati dalla fame e dalle malattie.
dannata indifferenza!
e’ così tutti i giorni:
i miserabili pagano con la vita
gli scellerati che godono
della porca ricchezza.
sono stati santificati perfino i diavoli
su questa terra di terrore.
in cielo continua a regnare il silenzio.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Un viaggio fantastico
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 24 di Marzo del 2018

....sulle ali della fantasia!...ed è bello sognare. Ottima.

il 24/03/2018 alle 17:10

Grazie del tuo messaggio Ugo, buona Domenica delle Palme!

il 25/03/2018 alle 11:34

insieme a te ho viaggiato....insieme a te ho ammirato quello che tu hai veduto...... miracolo della fantasia ma ancor più della poesia.......amichevole abbraccio Gabriela.

il 12/04/2018 alle 21:31

Ciao Gabriela sei unica. Sai è bello poter trasvolare in cieli immensi! Grazie sempre per la condivisione dei testi! Mi appagano! Un sentito abbraccio d cuore!

il 16/04/2018 alle 13:18

Le stesse emozioni del magnifico Calvino e le sue 'Cosmicomiche'. La fantasia è una bellissima cosa. Viaggia ancora e ancora.

il 18/04/2018 alle 18:34

Speriamo sempre di poter avere tanta fantasia e scrivere per donarle a voi amici ! Ciao! Grazie!

il 19/04/2018 alle 12:05
spazio nel cosmo planetario
in un volo fantastico
esploro galassie dalla navicella spaziale.
torreggio tra la via Lattea
e pianeti satellitari.

osservo, annoto, faccio tappa su Toro
riconoscibile per le Pleiade
piccole stelle dell'Orsa minore.
troverò infine la costellazione di Boote,
antico pastore di leggende antiche.

cieli boreali
mi danno in prestito
grande Carro Polare.
vivendo un meraviglioso viaggio
ricco di emozioni.

sulle ali della fantasia!

dora Forino
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
algor
4,0/5 meriti (3 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 20 di Settembre del 2017
373

è evidente la confidenza che cela questa poesia, nella vastità del cielo ti nascondi.. e lì, nella grandzza che tu conosci, nascono poesie. liberatorie, come solo un vero incanto. poesia che apre un cerotto, chi legge sbircia un po'. ma la gran parte di te rimane nascosta nel tuo cielo.

il 20/09/2017 alle 23:14

Mi piace molto,in particolare la chiusa... questo incanto così intimo mentre lasci trapelare qualcosa di te....Ma proprio qualcosina e il resto rimane giustamente un segreto nella tua dimensione... :)

il 21/09/2017 alle 11:08

...Il Poeta tende lo sguardo verso il Cielo e distende sul manto di stelle i suoi silenzi che urlano la propria inquietudine...rimane lì e lascia che siano le stelle a frugargli nel cuore e recargli un po’ di sollievo...ed ecco il miracolo si compie è l’ ora di una nuova Alba che porta seco un incanto di una novella Speranza...d’intorno trema la rugiada...un nuovo giorno si apre...la vita continua...

il 21/09/2017 alle 12:33

super. tvb. ma

il 21/09/2017 alle 19:27

reb, sabyr, rom e stramba, ciaoooooooooooooooooooooooooooooo.

il 21/09/2017 alle 22:42

Algor, il gelo. Immobile sotto una malia contempla e si ascolta fino all'alba quando si trasforma in goccioline tenere, piccole cose, l'essenziale. Non è più ghiaccio. I silenzi si sono trasformati in acqua per invisibili assetati.

il 19/04/2018 alle 16:14
al soffitto di cielo
stampo silenzi

mille stelle per mani
che frugano nel cuore

è l’ora dell’incanto
che trema di rugiada
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
come in una favola
4,0/5 meriti (5 voti), lettura, 8 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 10 di Maggio del 2017

son felice che tu sia tornato/a, molto bella soprattutto la chiusa, in ogni caso ognuno di noi ha il proprio concetto di "sempre uguale" .... ciao

il 10/05/2017 alle 21:14

tra qualche giorno me ne andrò in giro per l'Europa con mia moglie e la Lea labradoregna e sicuramente troverò cieli arcani, sicuramente ascolterò fiabe di altri posti mai ascoltate, pronuncerò parole sulle scogliere del nord che nessuno potrai mai consumare ... e tu poverina dove sarai ...??? a lavorare guardando il soffitto appassire .... tu non hai occhi per notare alcun tracciato e bizzarra ma vuota è alquanto la tua vita ... Non pensarci, continua a scrivere, continua

il 10/05/2017 alle 23:58

un po' t'invidio, Barnet. anzi no, sono contento per te; divertiti, e se poi capiti sotto qualche cielo arcano fammi sapere cosa si prova. buon viaggio. ---*a*---

il 11/05/2017 alle 00:15

estrema goduria ... hellooo

il 11/05/2017 alle 13:09
373

mi ricorda qualcosa :)

il 08/06/2017 alle 19:15

Coinvolgente..

il 17/02/2018 alle 00:24

Come sarebbe bello…ma purtroppo abbiamo piedi, strade da percorrere, un finale. Ma forse finiremo in una favola, qualcuna l'abbiamo vissuta, qualcuna la vivremo e non la sapremo riconoscere.

il 19/04/2018 alle 16:04
come in una favola
e non dirmi di cose sempre uguali:
il tempo, le stagioni, il cammino dell’uomo e le sue imprese
il divenire

parlami semmai di cieli arcani, di fiabe mai ascoltate
usa parole resistenti all’aria, che lascino tracciati lungo il cuore
indelebili segni di esistenze bizzarre da abitare.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
ad ogni passo
2,0/5 meriti (1 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 7 di Novembre del 2017

Molto più movimento, quasi apprensione per ottenere congiunzioni frattali. Non si conosce se vi è o non vi è un obbiettivo ma forse non c'è nell'andamento circolare. Molto ben dispiegata.

il 19/04/2018 alle 16:20
tracciati circolari
spirali che s’espandono di tempo
in aperture strambe
di questioni a fottio aprono il campo

[ le parallele han voglia d’incontrarsi
in un punto fetale
ma l’ombelico da sballo pirsingato
teme l’inganno del labbro leporino
e tace ]

corri
corri, dunque, al riparo
da chewingum rappresa sottosuola
e dal trambusto delle lingue mute

orgia d’ansia per queste vie
trasuda come nebbia
ad ogni passo.

[me&ma]
  • Attualmente 2/5 meriti.
2,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
riaffaccio
3,5/5 meriti (2 voti), lettura, 8 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 11 di Febbraio del 2018
373

ciao al :)

il 12/02/2018 alle 19:27

Hai ragione: non offenderti, ma questa tua.. descrivi dove la collochi..sei amico di 373 vero.. coalizzati.. grandi..

il 13/02/2018 alle 01:26

ciao reb. :)

il 13/02/2018 alle 15:18

ehi giacobs, bravo. hai buon fiuto (su 373). guarda che la cosa che ho scritto, ti sarà sfuggito, è incollocabile! e non dico altro. stai buono vah.... ciao.

il 13/02/2018 alle 15:26

...Carissimo, visto che ti sei riaffacciato ...rimanti, e i rei fanstasmi oh non seguire !...tanto per passare il tempo potresti andare a vedere i vecchi amici, me compreso...; natura abhorret a vacuo...

il 15/02/2018 alle 15:44

C'è qualcosa qui, quando mi riaffaccio, di... come dire? disarmato. Non si bloccano polsi, non si mette bavaglio. Cosa a badar bene più unica che rara, come sottile incrinatura nella voce che impreziosisce senza appesantire. C'è qualcosa qui, ne convieni Algor? che non è stella e non è stalla. C'è qualcosa qui, per cui una come me ogni tanto ama tornare. Essì che sono quasi per tre quarti normale buon Dio. Oibò.

il 17/02/2018 alle 10:10

ehi, algor... che ti salta in mente? e neanche mi avverti di questo tuo riaffaccio? ti perdono, solo questa volta. stemperiamo. che quasi quasi posto una roba. ciao. tvb

il 18/02/2018 alle 18:39

grazie. anch'io tvb.

il 18/02/2018 alle 22:25
… è che mi sono riaffacciato su ph…
m’è venuta in mente una “cosa” postata in passato dalla mia amica
mariangela (“stramba” per il sito) .
col suo permesso,ma anche senza,
la riposto io
per esternare la sensazione che questo
riaffaccio mia ha regalato. ::::::::::

squallore
squallore, squallore
squallore, squallore, squallore
squallore, squallore, squallore, squallore
squallore, squallore, squallore
squallore, squallore
squallore.
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
amen, ph.

(stramba)
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Triste primavera
4,3/5 meriti (3 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 5 di Marzo del 2018

molto bella .....

il 06/03/2018 alle 07:49

malinconica... e bella

il 06/03/2018 alle 15:07

Una fotografia triste,un saluto

il 08/03/2018 alle 11:53
La neve che si scioglie lungo il ruscello.
i visi arrossati dal freddo.
l'erba verde che cresce lungo il sentiero.
i fiori che crescono intorno al lago.
il sole che ti scalda.
anche questo fa primavera.
le nuvole che viaggiano leggere
come vorrei volare con loro.
triste tornare a casa
e non trovar nessuno
e dormire in un letto vuoto.
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
ikigai
3,3/5 meriti (3 voti), lettura, 11 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 16 di Aprile del 2017

è risorta ... senza spostare massi ... solo qualche tocco sulla tastiera

il 16/04/2017 alle 11:18

ma tornerai algorikigai ... troppo scomodo l'attuale ora che per un attimo sei sfuggita al bruto ...

il 16/04/2017 alle 11:25

ciao siete belli

il 17/04/2017 alle 00:19

scardanisco

il 17/04/2017 alle 16:17

arden. nn può mancare. ke ne sarebbe,senza?: una botta di vuoto! ---*a*---

il 17/04/2017 alle 20:39

steve. è se ancòra l’àncora (il bruto)?: sono kazzi acidi! ---*a*---

il 17/04/2017 alle 20:40

ultor. cn ki te la pigli?

il 17/04/2017 alle 20:41

alex. scardanisco! minchia, una nuvola in testa, d’ignoranza, m’è venuta. mi rischiari? ---*a*---

il 17/04/2017 alle 20:42

ankora ... perché io da quella sera ....

il 17/04/2017 alle 23:07

Splendida! Commovente.

il 19/04/2018 alle 16:00
&&&&&&&&&&&&&&&&&

al soffio
il tarassaco, senza volerlo, affida la sua meta
il nibbio alle sue prede
il giorno alla sua notte
il cielo all’universo
hic, ecce homo! alle sue croci.

ikigai, ikigai, ikigai
ikigai, ikigaii
ikigai.

?????????????????
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
affanno
3,4/5 meriti (5 voti), lettura, 8 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 14 di Aprile del 2017

Testo intenso nonostante l'apatia esistenziale, ti abbraccio

il 14/04/2017 alle 18:18

ciao hulgor

il 15/04/2017 alle 00:03

... e già, Steve. anch'io Ti abbraccio. ciao

il 15/04/2017 alle 11:53

Ultor, Ultor, Ultor, Ultor, Ultor, Ultor, Ultor. 7 volte. e sabota, sabota quanto ti pare. ciao. .

il 15/04/2017 alle 11:57

... ne sai qualcosa, Anna, pardon Bandini, vero?.... ----*a*---

il 15/04/2017 alle 11:59

Forse misteriosi terrori ancestrali che credono di governare il destino, ma si sbagliano, ne sono certo. Graditissima.

il 13/05/2017 alle 17:20

Divertenti i commenti, questi apprezzabili per fantasia.

il 12/04/2018 alle 14:12
è che:
più mi ritraggo in curvature assurde
e più mi spacco il cuore in mille pezzi.

e la noia sbollenta nelle arterie
in circolo vizioso irrefrenabile

e, suicida, al tempo s’abbandona.
  • Attualmente 3.4/5 meriti.
3,4/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Anni
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 14 di Marzo del 2018

vera ed intensa ......

il 15/03/2018 alle 07:14
Gli anni che ci scorrono sul corpo
e ci sfuggon fra le mani
come neve al sole.
i momenti belli passati assieme.
i ricordi di un tempo
che si allontanano.
verdi praterie con papaveri rossi
e strade bianche di campagna
che si allontanano.
guardare il cielo
e voler volare ancora.
mentre il corpo e la mente
sembran sempre più pesanti.
mentre sul divano
si sprofonda sempre di più.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Simone
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018

Birbone di un Simone abigeatàrio di bovini. Scusa ma chi traina il carro, il povero Simone? Questo vuol dire 'mettere il carro avanti ai buoi'. In fondo anche un po' masochista.

il 17/04/2018 alle 21:57

Grazie carissimo poeta ed erudito. Tu dici quello che penso.

il 18/04/2018 alle 18:53
Simone traina
un carro di buoi
non tutti suoi.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Sei tutta mia
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018

Simpatica piaciuta

il 19/04/2018 alle 11:41
Ci siamo trovati nella via
amore tu sei tuta mia.
hai detto " Sei uno strano"
ma hai preso la mia mano.

abbiamo ordinato un gelato
non l'abbiamo mai assaggiato.
lui così si è sciolto
io vedevo solo il tuo volto.

mi confondevo tra Socrate e Platone
tu però mi davi sempre ragione.
devo essere proprio un tedio
invece tu mi credi un genio.

così ti canto una canzone
ci metto tutta la passione.
voglio dirti che ti sono grato
per come mi hai rimorchiato.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Il giorno che verrà
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 19 di Aprile del 2018
Tu vivrai con me, in un mondo pieno
d amore, senza odio, nel giorno
che verrà, essendo un'utopia ...
ma le stelle una ad una illumineranno
il nostro cammino,
daranno luce a momenti bui ....
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Come pelare le patate novelle
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018
Prendi quelle
le tenerelle
aggiungi pazienza.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Insensibile
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018
Del mio e del vostro essere me ne infischio.
ho seppellito l’esistenza
sotto uno strato impenetrabile di macerie,
dopo aver lottato a fatica
contro la mia e l’altrui volontà.
solo un violento terremoto
che si origina in profondità
può distruggere ciò che vi è in superficie e
creare voragini in cui
fare precipitare l’infame apparenza.
quello che resta è il mio unico scopo:
capire l’universo.
sarò egoista?
sarò cattivo?
sarò il nemico di tutti i nemici?
alla fine si dovrà pur ridere di qualcuno.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Gli arrivati primi
2,0/5 meriti (1 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 15 di Aprile del 2018

breve intensa surreali verità

il 16/04/2018 alle 00:06

Grazie amico mio che mi leggi prima del sorgere del sole.

il 16/04/2018 alle 07:06

Bella scaletta della condizione umana. Il titolo mi fa pensare che ciascuno di noi si sente 'arrivato prima'. E poi c'è la 'scala del pollaio'

il 16/04/2018 alle 22:59
I primi vagiti
i primi pruriti
i primi grugniti.
  • Attualmente 2/5 meriti.
2,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
non-poesia (per un bastardo senso di vergogna)
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 19 di Aprile del 2018

refuso al terzo verso; leggasi "di stravizi"

il 19/04/2018 alle 08:08

... e nell'ultimo verso della seconda strofa "scoreggia".

il 19/04/2018 alle 11:15

Purtroppo i la vergogna e' una parola forse cancellata , un saluto e speriamo bene

il 19/04/2018 alle 11:36

... ebbene sì! , gpaolocci. ciao. al.

il 19/04/2018 alle 15:47

Quanto mai attuale. Splendida la sciarada (impropria) tra defecazione e defcon (forse esiste una figura retorica per definire tale fusione ma non ci importa). I nani giganti vero ossimoro calzante. Ma in tutta la non-poesia esistono riferimenti godibilissimi. Ho letto non-poesie che, in realtà, erano manifesti posti in sequenza similpoetica. Questa è una vera invettiva poetica. Chapeau e nessuna vergogna. Quando ci va ci vuole!

il 19/04/2018 alle 16:36
potrei essere socio involontario
del cannibale nano
che al mercato degli ozi e dei stravizi
cazzeggia con le vampe

sull’altra bancarella, al lato appena
un altro nano (il nano dei pretesti)
getta fumo negli occhi
e sotto sotto scoregogia di nervino

come se non bastasse il tuono della fame
che rigonfia la pancia di marciume
altri nani-giganti
giocano ostinati a defecon
per la mania di sbrindellare il mondo
in nome di nessuno.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Harry Plotter
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 19 di Aprile del 2018
Mia creatura
stampata 3D
poco di sale.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Simone Weil
3,0/5 meriti (2 voti), lettura, 7 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 20 di Febbraio del 2015

Gradevole poesia.. molto ordinata! Sir Morris

il 20/02/2015 alle 12:12

grazie sir

il 20/02/2015 alle 21:40

grazie sir

il 20/02/2015 alle 21:40

Non conoscevo Simone Weil e ti ringrazio per averlo citato; ora mi documenterò meglio, grazie ancora e un bravo per la poesia.

il 24/02/2015 alle 12:24

grazie ugomas!

il 25/02/2015 alle 20:06

Bellissima. E io amo moltissimo Simone Weil.

il 09/04/2018 alle 17:49

Ma dai,anche tu.....per me è un mito carissima Gianna grazie

il 09/04/2018 alle 21:39
Ti ho incontrata per caso
o per destino non lo so
e le stelle più non furono
irraggiungibili lacrime
dove appendere
il mio rimpianto senza nome

il cielo e la terra
i tuoi occhiali
tutto
ma proprio tutto
vive in noi
simone
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
volo
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 15 di Aprile del 2018

Determinazione per la propria esistenza ,piaciuta

il 16/04/2018 alle 11:29
Portami con te
prendi le cose più belle
di me e le cose più allegre.
dammi un soffio del tuo vento
fammi volare in cielo fra le nuvole
verso l'universo infinito.
quando sono con te tutto è possibile.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Dio che non esisti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 19 di Aprile del 2018

Ho letto, commosso, questa preghiera laica. Il 'dio che non esiste' si aggiunge al 'terrore in cielo in terra'; due ossimori che stanno ad indicare che ci auguriamo la pace in cielo e in terra e la troviamo sconsacrata da massacri e miserie, invochiamo genuflessi e battenti i petti un Cristo nella più completa ipocrisia. Nessun dubbio: la genialità c'è tutta ma, pedissequa mania di costruttore fanatico di forme poetiche, una minore tensione per le cose dette e una maggiore tessitura costruttiva farebbe di te un eccellente scrittore perché la materia c'è. Chiedo pietas.

il 19/04/2018 alle 17:09
Dio che non esisti,
mi hai dato la vita e
con essa la rabbia e
la deformante angoscia
che divora l’esistenza.
questa allegria che mi impongo
tende le mie vene
come le corde di un violino e
con le mie dolenti mani
suono dolenti note.
imito pietosamente i tuoi adorati angeli e,
come loro, mi levo in cielo
privo di ogni volontà.
cado nella fossa profonda,
fino al centro della terra,
tra i dannati ma
nessuno verrà con la luce santa
promessa ad Abramo e alla sua stirpe.
nelle chiese sparse in tutto il mondo
c’è un inutile e incomprensibile sfarzo:
marmo, ori, lapislazzuli e opere di pregio.
provo imbarazzo ad entrarvi e
assistere al Te Deum
tra penitenti fedeli che pregano
per strappare un giorno in più
di vita banale e mediocre.
che pena Cristo crocifisso,
immobile e sofferente!
e’ lì da duemila anni e
vorrebbe fuggire dalla schiavitù cristiana.
ti porto via con me
signore benedetto,
ti accolgo tra le mie braccia e
nessun uomo ci seguirà.
la nostra strada è impervia ma
è il cammino verso la pace
senza gloria e maestà.
vedi l’indifferenza degli astanti?
essi sono gli stessi che un tempo
ti condannarono e che oggi chiedono
continuamente perdono e grazia.
qualcuno doveva pur essere giustiziato
perché ritenuto figlio di un Dio,
un Dio che non esiste.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Neve
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 19 di Aprile del 2018

Sentir cantar di neve a quasi trenta gradi è un sollievo! Amo la neve ma, a parer mio, rimodella le piane e i rilievi donando loro una configurazione che, a tutte le età, dona quel senso di mistero sul cosa c'è sotto. Attutisce il rumore, nasconde le brutture, regala liquido che si berrà fra mille anni. Grazie per questa nevicata, è scesa leggera nel mio spirito.

il 19/04/2018 alle 16:53
I suoi fiocchi discendono
lievi ,modellando pianure
e rilievi.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
cri
feltrinelli hoepli rusconi mondadori e rizzoli
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 19 di Aprile del 2018
Del meneghin laborioso afflato ricolmi,,
curioso e vasto spirto recammo d'editori,
perché mille pubblicazioni ascose ancor,
a scintillar avessero
in guisa di quant'a primavera fa un campo di fiori.
gaudente fu sempre l'esaminar proposta nuova
di scrittor dal disio animati di affrontar prova
dello scoprir lor stessi certo in animo fervente,
ma anco per far strenna ai cuor di molta gente.
cultura è fiera daga che forme mille aduna
di scienza oppur romanzi o ancor novelle sulla luna
e mai denaro fu, credete, meglio impiegato
che nel dar a slanci creativi 'l nobil fiato.
or più carne non siamo ma angeli di Paradiso
ma il nostro divulgar, v'en prego, non resti ucciso,
da accecante polvere di insana indifferenza,
ch' il legger è finestra prima
sul reale cammiin dell'esistenza.


  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Spacco legna
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018
Spacco legna
senza un'insegna
ti salverò amore.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
deserto vitale
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 19 di Aprile del 2018
Il nulla, il vuoto,
dietro me;
provo terrore...
distorto è il pensiero,
arido il cuore.

l'eterno inganno
di un mattino svelato,
uomini senza volto
privi di luce vitale.

io me n'andro' da essi,
me n'andro' voltando le spalle
all'effimero mondo.
me n'andro', forse tardi
per l' incompresa
irrealtà del nulla.

resterà nel mio animo
la tragica scoperta
l'ingannevole natura
la vanità di ogni cosa,
la superficie vuota
l'impietrito cielo,
la falsità dell'uomo.

ripudiando tutto
questo schermo,
tra eterni alberi
l'eterno mondo
renderò vero
nella vastità del mio credo,
in nome del millenario
potere delle tenebre.

eterno
sarà il mio regno;
in esso
mulinelli di vento
la polvere solleveranno,
rendendo aria il fuoco.

l'eterno mare
di blu dipinto
renderà grigio l'orizzonte,
il deserto diverrà
oasi di vita;
l'uomo ritroverà
l'antico sapere,
la conoscenza del tutto.

l'amore regnerà
in questo mondo oscuro,
armonioso crepuscolo degli Dei...
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Quartine
5,0/5 meriti (2 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 14 di Aprile del 2018

Già. Giornate vissute cercando senso, significato, confermando amori che possano radicare in una vita che rotola via verso ciò che è ignoto e non controlliamo. Che dire. Mi commuove cone sempre.

il 15/04/2018 alle 17:33

eh si mia cara, lo stato d'animo era questo, non c'è dubbio....ti ringrazio come sempre

il 15/04/2018 alle 18:22

La risposta potrebbe essere la resilienza ovvero la capacità di riordinare anche il peggio per rialzarsi verso il meglio ma questa è psicologia da quattro soldi. E poi, quando è dura è dura. Però, però se vi sono mille amori è un bel patrimonio anche se non comprendo se fanno parte del bagaglio del trascorso o sono ancora presenti. Forse era una mattina caliginosa.

il 17/04/2018 alle 21:22

gli amori sono per la maggior parte sognati, ma tengono in vita, come tutti i sogni, almeno me....per il resto volevo cimentarmi e disciplinarmi in una forma che non ho mai usato, e detto tra noi non è che sia molto soddisfatto, nonostante la tua gentilezza ed attenzione...grazie Mariano

il 18/04/2018 alle 11:00
Mi preparo, al buio
ad un altra giornata
gli occhi impastati
l'anima velata

il mio gatto è cieco
per le troppe guerre
e cieco è il mondo
dietro la cortina

son qui che penso al futuro
mentre il presente va via
i mille amori miei
che mi tengono in vita
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
La luce del mio Astro
4,3/5 meriti (3 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 2 di Aprile del 2018

La luce del tuo Astro brillerà ancora a lungo, cara Dory

il 03/04/2018 alle 17:35

Cara Anny, spero tanto che il mio Astro brilla sempre. Un abbraccio forte, grazie! Dora

il 05/04/2018 alle 12:18

la luce del tuo astro non tramonterà mai finchè sarai sempre così come sei ....Gabriela.

il 12/04/2018 alle 21:39

Cara Gabriela ,la poesia per me è importante, mi rende felice! Grazie di esserci sempre cara amica mia! Con affetto! Dora

il 16/04/2018 alle 13:14

Un altro viaggio, interiore, venato di leggero rammarico, ma l'Astro ha una sua luce che si riverbera in te.

il 18/04/2018 alle 18:38

Piacere di conoscerti Mariano, grazie del tuo commento! Dora

il 19/04/2018 alle 12:02
Brilla ancora e mai si estinguerà
la luce del mio astro che ora viaggia
in galassie lontane.

Fu terreno fertile di ludici frutti.
Stupore, stordimento gioioso
amore di cui il ricordo accorato cerca nel firmamento
piccoli dettagli da rievocare.

germinano pensieri antichi
a rischiarare di luce il mio cuore dove giovinezza faceva rima con bellezza.

Migliore tempo a scoprire il desiato amor nella stagione della mia gioventù.

sbocciava rosa a primavera a spandere
inebrianti profumi nel giardino dell'amore.

scrissi il mio canto per te
donandoti il mio cuore.

dora Forino

  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Cadono uno ad uno
4,8/5 meriti (5 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 15 di Aprile del 2018

Penso che tu ti riferisca alle persone che eran grandi quando noi si era giovani, la loro sparizione è un lutto perchè magari portavano avanti ideali in cui noi abbiamo creduto....Si è una cosa che provo spesso anch'io, periodicamente, ma tu hai espresso con lucidità e drammaticamente (quel lampo di luce bianca...) il momento, il pensiero che toccherà anche a noi, e poi la sensazione del tempo troppo veloce, insomma una poesia bella, e direi anche importante per l'argomento trattato (sempre se ho capito bene...) un abbraccio

il 15/04/2018 alle 21:25

Non dobbiamo avere paura. I nostri sogni e idealii sono pali appuntiti conficcati nel cuore dei vampiri. Sono loro a dover temere non noi. Ciao

il 15/04/2018 alle 22:11

Se la morte e' vista come resurezione nessuno dovra' temerla ,eppoi i beceri non arriveranno mai fino a quel punto .un saluto

il 16/04/2018 alle 11:33

Ho letto con grande interesse. Grazie per i vostri commenti. So che i versi non sono scritti bene, ma il contenuto mi coinvolge troppo in questo momento e forse devo ancora lasciar sedimentare tutto. Grazie davvero.

il 16/04/2018 alle 13:55

Sorte comune. Sì, li abbiamo visti cadere ma molti sono ancora in vita. E, individualmente siamo stati sempre in prima linea. Sei in ottima e grande compagnia. Che bella la preghiera finale agli dei ignoti. Che ci proteggano!

il 17/04/2018 alle 21:50

Sì, è illusorio pensare di non essere in prima linea perché ci sono i grandi davanti a noi. Che ci proteggano sempre. Grazie, Mariano.

il 18/04/2018 alle 05:55
Cadono uno ad uno quelli
per cui siamo stati bambini
e dopo giovani.
ormai cade l’ultima difesa
siamo già in prima linea.
mi aspettavo di più.
mi aspettavo più tempo.
più errori e consolazioni.
più domande e spiegazioni.
nessuno potrà proteggerci
nessuno ci sostituirà.
ancora un passo e ci sarà
ciò che abbiamo a lungo aspettato.
forse sarà soltanto
lampo di luce bianca
poi chiarissima evidenza.
sollievo e respiro ampio,
dilatato come il mondo.
ma pur sempre ignoto
senza nome e pauroso.
insegnateci la strada,
prendeteci per mano.
  • Attualmente 4.8/5 meriti.
4,8/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Insensibile
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018
Del mio e del vostro essere me ne infischio.
ho seppellito l’esistenza
sotto uno strato impenetrabile di macerie,
dopo aver lottato a fatica
contro la mia e l’altrui volontà.
solo un violento terremoto
che si origina in profondità
può distruggere ciò che vi è in superficie e
creare voragini in cui
fare precipitare l’infame apparenza.
quello che resta è il mio unico scopo:
capire l’universo.
sarò egoista?
sarò cattivo?
sarò il nemico di tutti i nemici?
alla fine si dovrà pur ridere di qualcuno.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Respiro (haiku 1)
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018
Respiro
di notte sale e scende
come canto d'amore.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
I mattini passano chiari e trasparenti!
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 7 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 6 di Dicembre del 2017

bellissima e spumeggiante , mi fai sentire sirena anche se ormai non ho piu la linea e lo sprint ....bravissima

il 09/12/2017 alle 07:06

Cara Ginni, grazie del tuo pensiero ,ti auguro un sereno Natale da trascorrere con i tuoi cari! Dora

il 12/12/2017 alle 14:59

Un inno all’amore, un amore d’inno.

il 12/12/2017 alle 15:38

....e quel desiderio d'amore e tenerezza che traspira in ogni riga......la vita saprà darti ciò che desideri perché sei tu una dispensatrice d'amore .... con la medesima affettuosità ti abbraccio Gabriela

il 16/12/2017 alle 18:03

Speriamo sempre che i nostri desideri possano trasformarsi in positività! Grazie sorellona! Dora

il 18/12/2017 alle 10:41

Il titolo me lo sono messo nel cuore,bellissime e infinite parole, un saluto e un Sereno Natale

il 21/12/2017 alle 10:52

Grazie infinite gpaolacci a te e famiglia. Buon Natale! Dora

il 21/12/2017 alle 13:49
i mattini passano chiari e deserti,
così i tuoi occhi s'aprivano un tempo!"

Come onda che ritorna
a lambire la riva,
così il pensiero
riaccede nel cuore,
la fiammella che credevo spenta.
Tu, ritorni a colorare il mio presente
I tuoi occhi ancora m'incantano.
Ed in essi mi immergo
per scivolare nei fondali come sirena.
Farne ghirlande per il mio capo
e poi, danzare con te fino all'alba.
Oggi il cuore canta
ed è felice.

In questo mattino chiaro e trasparente.

dora Forino
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Terrore in cielo come in terra
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 17 di Aprile del 2018

profondamente vera...... condivido il tuo pensiero Gabriela.

il 17/04/2018 alle 17:04

Molto intensa , complimenti

il 17/04/2018 alle 20:23

In cielo è sempre regnato il silenzio. Invochiamo degli dei ciechi e sordi. Noi muoiamo come mosche: che sia questo il piano divino? O il nostro per farla finita?

il 17/04/2018 alle 22:16
Testa vibrante,
colma di stringhe cosmiche.
barcolli come un ubriaco e
i tuoi pensieri sono trasparenti.
ogni giorno in questa santa terra
ci sono più vivi che morti e
tutto procede secondo il volere divino.
qual è il tuo soffocante dubbio?
di cosa sospetti?
gli uomini perseguono la pace
dichiarandosi la guerra.
e il tuo cuore si spalanca a questo mondo
come le gambe di una puttana.
solo oggi sono stati uccisi migliaia di innocenti,
straziati dalla fame e dalle malattie.
dannata indifferenza!
e’ così tutti i giorni:
i miserabili pagano con la vita
gli scellerati che godono
della porca ricchezza.
sono stati santificati perfino i diavoli
su questa terra di terrore.
in cielo continua a regnare il silenzio.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Simone
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018

Birbone di un Simone abigeatàrio di bovini. Scusa ma chi traina il carro, il povero Simone? Questo vuol dire 'mettere il carro avanti ai buoi'. In fondo anche un po' masochista.

il 17/04/2018 alle 21:57

Grazie carissimo poeta ed erudito. Tu dici quello che penso.

il 18/04/2018 alle 18:53
Simone traina
un carro di buoi
non tutti suoi.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Il piano incolpevole della vita
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 9 di Aprile del 2018

Molto bella

il 09/04/2018 alle 15:54

Suona come un programma di autoestinzione ma, sono dolente, non è il piano incolpevole della vita, se non 'per cause di forza maggiore'. Verità incontrovertibile che saremo suoni di labbra altrui, sempre più labili. Sembra complementare a 'Ogni tanto scriviamo' del 27 febbraio. Avranno memoria di noi i nostri cani?

il 09/04/2018 alle 18:53
Ultimi tasti
di pseudo poesia,
termina un battito
con volontà restia

poi sarò solo suoni
di labbra altrui,
richiami d'altri tempi
a solleticar risvegli.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
L'Amore è....
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018
Amore, è pegno amoroso.
Sentimento carezzevole
caldo, forte ardente,
avvampa, strega.
Inestinguibile.

Amore sognato, sperato, vagheggiato.
Amore intrigo del cuore,
tormento ed estasi.
Amore ..è vita!

Dora Forino
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Vivo
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018

Bella

il 19/04/2018 alle 07:22

Grazie!

il 19/04/2018 alle 09:49

Belle parole in un misto di tristezza e riscatto ,piaciuta

il 19/04/2018 alle 11:41
Sognata, trovata e persa.
ribolle di rabbia e malinconia,
verso il buio della solitudine muore.

han tessuto per me
un abito di felicità.
me l'han strappato di dosso
e nudo, con me stesso
giaccio in un'intima agonia.

han cantato a me con la voce del suo sorriso,
ora silenzio e pensieri si susseguono cercando ordine.

solo un momento di quiete prima di ricominciare,
sedersi e prendere fiato senza riflettere o pensare;
poi il grande salto,
verso la libertà a riprendermi la mia vita.

ricominciare a cmminare.
non attendo visite durante la mia strada:
solo, randagio, sereno e felice.

prendo la felicità a piene mani,
canto l'amore
cacciando la tristezza a squarciagola
uscendo dal mio corpo piegato dal dolore (un altro ancora).

vivo. Mi manca da morire. Ma vivo.
per onorare l'amore del tempo che fu
e prepararmi a nuovi paesaggi che la mia strada presenterà.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Non svegliatemi
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018
Non svegliatemi non ho sonno stanotte,
su uno schermo bianco dò forma ai miei pensieri...
ho voglia di liberare l'anima alle stelle più alte,
di urlare eclissando il vento di tormenta
di pensieri a briglia sciolta.

voglio amore. Dissetarmi ai pensieri
dell'acqua che mi bagnava,
di dormire sotto quelle stelle che illuminavno le mie notti.

camminare nei sentieri non ancora battuti
nel giardino del tuo amore......

ma ahimè! Le illusioni portano il prezzo della pazzia,
ti consumano lentamente.
voglio combattere per il tuo amore,
volgi gli occhi tuoi su di me:
guardami e ascolta. Un canto disperato,
si erge a te come drago di fuoco...

una sola frase e tornerà alla tua dimora.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Vivo
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 18 di Aprile del 2018
Sognata, trovata e persa.
ribolle di rabbia e malinconia,
verso il buio della solitudine muore.

han tessuto per me
un abito di felicità.
me l'han strappato di dosso
e nudo, con me stesso
giaccio in un'intima agonia.

han cantato a me con la voce del suo sorriso,
ora silenzio e pensieri si susseguono cercando ordine.

solo un momento di quiete prima di ricominciare,
sedersi e prendere fiato senza riflettere o pensare;
poi il grande salto,
verso la libertà a riprendermi la mia vita.

ricominciare a cmminare.
non attendo visite durante la mia strada:
solo, randagio, sereno e felice.

prendo la felicità a piene mani,
canto l'amore
cacciando la tristezza a squarciagola
uscendo dal mio corpo piegato dal dolore (un altro ancora).

vivo. Mi manca da morire. Ma vivo.
per onorare l'amore del tempo che fu
e prepararmi a nuovi paesaggi che la mia strada presenterà.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Un viaggio fantastico
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 24 di Marzo del 2018

....sulle ali della fantasia!...ed è bello sognare. Ottima.

il 24/03/2018 alle 17:10

Grazie del tuo messaggio Ugo, buona Domenica delle Palme!

il 25/03/2018 alle 11:34

insieme a te ho viaggiato....insieme a te ho ammirato quello che tu hai veduto...... miracolo della fantasia ma ancor più della poesia.......amichevole abbraccio Gabriela.

il 12/04/2018 alle 21:31

Ciao Gabriela sei unica. Sai è bello poter trasvolare in cieli immensi! Grazie sempre per la condivisione dei testi! Mi appagano! Un sentito abbraccio d cuore!

il 16/04/2018 alle 13:18

Le stesse emozioni del magnifico Calvino e le sue 'Cosmicomiche'. La fantasia è una bellissima cosa. Viaggia ancora e ancora.

il 18/04/2018 alle 18:34

Speriamo sempre di poter avere tanta fantasia e scrivere per donarle a voi amici ! Ciao! Grazie!

il 19/04/2018 alle 12:05
spazio nel cosmo planetario
in un volo fantastico
esploro galassie dalla navicella spaziale.
torreggio tra la via Lattea
e pianeti satellitari.

osservo, annoto, faccio tappa su Toro
riconoscibile per le Pleiade
piccole stelle dell'Orsa minore.
troverò infine la costellazione di Boote,
antico pastore di leggende antiche.

cieli boreali
mi danno in prestito
grande Carro Polare.
vivendo un meraviglioso viaggio
ricco di emozioni.

sulle ali della fantasia!

dora Forino
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Due donne
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 17 di Aprile del 2018

Marta dovrebbe essere Marta di Betania, sorella di Maria madre di Cristo ma Magdala è una città, forse intendevi Maria di Magdala, Maria Maddalena, però è tutta bella la narrazione. Bella veramente.

il 17/04/2018 alle 22:07

Sette demoni di cui uno di Magdala, ho preferito chiamare così Maddalena a cui sono molto affezionato.

il 17/04/2018 alle 23:05

molto piaciuta!

il 18/04/2018 alle 00:22

No. Ora sono troppo curioso: a quali sette demoni ti riferisci? La risposta mi intriga più della domanda e come diceva il buon, amatissimo Wilde 'Le domande non sono mai indiscrete. Lo sono, talvolta, le risposte.' Tanto per far finta di sapere delle cose….

il 18/04/2018 alle 17:50
Marta preoccupata
donna di casa
guarda oltre il giardino
un uomo le sorride,
nei suoi occhi arrossati
un pianto fermo
asciutta delusione
di sabbia nel deserto

magdala sulla soglia
conosce tutto
di quell'amaro sorriso,
non ha più olio
per ungere piedi
se l'è portato via il tempo
e un po' anche la sua mancata fede

magdala ha la mano sollevata,
un saluto
racchiuso in un addio.

12 luglio 2010
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Foibe
3,6/5 meriti (5 voti), lettura, 14 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 27 di Gennaio del 2013

mi calo nel pozzo per apprezzarla a fondo, come merita. molto toccante brava Rosa

il 27/01/2013 alle 18:39

Che quelle voci urlino per sempre il loro dolore e che per sempre vengano innaffiate dalle lacrime del ricordo. Bravissima. patty

il 28/01/2013 alle 07:25

grazie, è una sensazione che è difficile dimenticare, ciao Rosa

il 28/01/2013 alle 12:11

parole che cadono sul cuore ma belle.marinella

il 28/01/2013 alle 13:06

Leggendola mi hai fatto ri-venire i brividi. Pensa che da ragazzo andavo a far volare il mio aquilone proprio nei pressi della foiba di Basovizza senza sapere esattamente la storia. Solo anni dopo han fatto la targa ed è diventato monumento.La foiba di Basovizza, 240 metri di profondità, ora solo 150 a causa dei "resti umani ancora presenti", è stata assunta a monumento-ricordo dopo 60 anni di silenzio. A tutt'oggi non si conosce il numero esatto delle foibe del Carso (Trieste-Gorizia e Istria), nè il numero delle vittime. (ultima stima presunta 30.000 ). Sei delle mie parti Rosa o sei venuta in visita?

il 28/01/2013 alle 17:10

sono venuta in visita con i miei figli, dopo aver visitato quei posti siamo rimasti in silenzio per molto tempo, con afetto Rosa

il 28/01/2013 alle 20:13

grazie, per me visitare le Foibe è stato una grande emozione, ciao Rosa

il 19/02/2013 alle 16:36

Una commemorazione in versi molto condivisi.

il 02/03/2013 alle 14:25

Grazie...e orribile cio che e avvenuto ciao Rosa

il 21/04/2013 alle 16:55

Bella

il 29/05/2013 alle 00:30

grazie cara , a presto Rosa

il 29/05/2013 alle 12:50

'…ancora non è contenta di sangue la belva umana' canta Guccini nella sua dolentissima 'Auschwitz' Il pianto dovrebbe essere continuo per i pogrom, la 'soluzione finale', i gulag, gli stalag, i Konzentrationslager, per gli Armeni portati lungo strade di morte dai Turchi, per l'autodifesa (sic) israeliana, per i massacri fra Hutu e Tutsi in Ruanda, per la Siria, teatro di 'prove di guerra', per i Curdi che si battono senza terra e via e via nell'infinita storia della follia del corpo sociale umano. Nulla giustifica le Foibe, nulla giustifica la cancrena dei cervelli malati di potere. Il pianto dovrebbe essere perenne.

il 16/04/2018 alle 22:52

grazie per il tuo commento...ciaoooo

il 18/04/2018 alle 16:57
Un'eco sussurrata
sale dalla terra
e un brivido mi percorre.
Nomi sconosciuti
scolpiti nel marmo
come lettere di fuoco.
Una grande lastra
copre quel pozzo
ed un rispettoso silenzio
avvolge quel luogo.
Pietosi pensieri o calde lacrime
non placheranno
la paura, il terrore
l'orribile disperazione di quelle urla,
di quelle voci dall'abisso.
Gli occhi cercano di penetrare
quella terra alla loro ricerca.
Accarezzo quei sassi
e vibrazioni penetrano in me,
con forza.
Lacrime di pietà
scivolano sul viso
e cadano sulla terra
chiedendo perdono.
  • Attualmente 3.6/5 meriti.
3,6/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Olivetti 35
5,0/5 meriti (3 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 17 di Aprile del 2018

Ah, che bellezza questo tuffo a corpo morto nel mare delle cose che ci sono state vicino. Bando alle nostalgie. I tuoi accostamenti con cose e persone, loro difetti e loro pregi sono, a dir poco, pregevoli e contestualizzati in un scivolar di accordi che hanno un gran finale notturno, come si conviene. Ancora chapeau!

il 17/04/2018 alle 21:06

Io, Brasens, avevo una lettera 32, non era mia a dire il vero, ma la usavo, ed anche a me e è li che sono cascati dentro i primi versi, e pure io allora avevo una Savinelli da 2,5 gr curva, e sono anche io uno di quelli che non butta gli oggetti quando s'invecchiano, e nemmeno i ricordi le persone, per le pene poi ho una memoria di ferro, non ne tralascio nemmeno una.. Insieme a Mariano, un bel trio di ceffi ..

il 18/04/2018 alle 06:00

Grazie e mi ha fatto piacere che questa mia "cosetta" abbia scatenato i vostri bei ricordi, perché come ripeto spesso. Non esiste la nostalgia. Esiste il piacere delle cose passate.

il 19/04/2018 alle 16:18
Vogliamo parlare di quella vecchia macchina per scrivere
finita in un angolo buio del sottoscala?
l’ho trovata bene, però
anche se piena di polvere
un po’ triste e raggrinzita
ma è ancora lei
quella degli anni in cui quel romanzo
breve è venuto giù come un temporale
e certe poesie ci sono cascate dentro
senza volerlo
a volte i fogli s’incastravano
e dovevo ricominciare da capo
non è affatto cambiata
un paio di tasti sono saltati
la esse è un occhio guercio
la effe è un buco nero
lo spazio è andato a farsi benedire
se la guardo a lungo mi ricorda la prima ragazza
i suoi no, detti uno dietro l’altro
oppure quell’angelo benedetto cascatomi addosso
da un cielo stellato
qualcuno mi suggerisce di buttarla
allora dovrei
mandare all’aria
il frigo senza luce
dar fuoco
allo scaldabagno con la spia rotta
scaraventare di sotto
il televisore a transistor guasto
dimenticare i poeti stralunati
gli scrittori sbronzi
nulla di tutto questo
anzi, la sera la tiro fuori
la metto sul tavolo
prendo un gin lemon e brindiamo ai tempi andati
poi prendo un foglio e vado giù con la memoria
carico il tabacco
e insieme vediamo spuntare l’alba.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Gli arrivati primi
2,0/5 meriti (1 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 15 di Aprile del 2018

breve intensa surreali verità

il 16/04/2018 alle 00:06

Grazie amico mio che mi leggi prima del sorgere del sole.

il 16/04/2018 alle 07:06

Bella scaletta della condizione umana. Il titolo mi fa pensare che ciascuno di noi si sente 'arrivato prima'. E poi c'è la 'scala del pollaio'

il 16/04/2018 alle 22:59
I primi vagiti
i primi pruriti
i primi grugniti.
  • Attualmente 2/5 meriti.
2,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Terra insanguinata (Siria)
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 12 di Aprile del 2018

Temo che le 'prove di guerra' effettuate in quel paese dalla Storia antica e imponente stia diventando 'teatro di guerra' anche per noi, nonostante i distinguo. Siamo in mano ai Pazzi, lo siamo sempre stati ma ora non si usano più le clave o, forse, come profetizzò più di uno, tra cui, sembra, Einstein 'Non ho idea di quali armi serviranno per combattere la terza Guerra Mondiale, ma la quarta sarà combattuta coi bastoni e con le pietre.' Si minacciano tra di loro, contano i missili, spostano navi cariche d'ignominia. Non so quanta coscienza del Male sia rimasta nel mondo ma, guardando anche allo scempio ambientale, mi viene da rispondere 'molto poca'.

il 12/04/2018 alle 22:37

Purtroppo è proprio così caro Mariano! Psicopatici alla guida di poteri occulti, che governano il mondo, credendosi intoccabili .... Gli dei dell’ Olimpo, o chi per essi, ci proteggano!

il 13/04/2018 alle 02:53

sbagliare è umano, perseverare è diabolico, ma temo che questi non siano errori bensì deliberate e feroci strategie di potere....Le guerre oggi si fanno così, manipolando cuore e menti...brava

il 13/04/2018 alle 11:49

Probabilmente cio' che abbiamo visto serve per preparare ben altri terreni e non credo che questa volta sia la Siria terra di incontro per tutte le religioni,un saluto

il 16/04/2018 alle 11:42
mercanti di guerre, infidi cavalieri alati del progresso,
con diritto di vita e di morte,giudici spietati al processo,
impavidi eroi senza macchia, a cavallo di aerei luccicanti,
volano su cittá rase al suolo da affaristi avidi e brillanti,

portano democrazia e ordine mondiale in Siria e oriente,
profeti occulti di Ingordigia, religione feroce e indecente

e se ormai il tuo paese é diventato un lager, una prigione,
e se la tua casa é stata bombardata, fattene una ragione,

loro vengono a liberarti, portano macerie, non perdono,
e agli aguzzini e ai taglia gole danno la tua vita in dono,
insieme al terrore negli occhi, schiavitú e nuove catene,
e sangue da riversare per strada o succhiare dalle vene,

si nutre di cecitá, il mostro generato dalla nostra impotenza,
piccoli innocenti massacrati fra le macerie della coscienza,

e se ormai il tuo paese é diventato un lager, una prigione,
e se la tua vita é stata bombardata, fattene una ragione,

li fermeremmo, sí, se non fossimo prigionieri obbedienti,
li arresteremmo, sí, se solo fossimo liberi e disobbedienti,
ma siamo massacrati nel cuore peggio di quella povera gente,
a loro resta almeno la dignitá, a noi questa vergogna opprimente,

e se un giorno il nostro paese diventerá un lager, una prigione,
e se la nostra casa sará bombardata, ce ne faremo una ragione?
Marlav17
p.s. Spero di essermi sbagliato e di non essere stato un buon profeta...!
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Quartine
5,0/5 meriti (2 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 14 di Aprile del 2018

Già. Giornate vissute cercando senso, significato, confermando amori che possano radicare in una vita che rotola via verso ciò che è ignoto e non controlliamo. Che dire. Mi commuove cone sempre.

il 15/04/2018 alle 17:33

eh si mia cara, lo stato d'animo era questo, non c'è dubbio....ti ringrazio come sempre

il 15/04/2018 alle 18:22

La risposta potrebbe essere la resilienza ovvero la capacità di riordinare anche il peggio per rialzarsi verso il meglio ma questa è psicologia da quattro soldi. E poi, quando è dura è dura. Però, però se vi sono mille amori è un bel patrimonio anche se non comprendo se fanno parte del bagaglio del trascorso o sono ancora presenti. Forse era una mattina caliginosa.

il 17/04/2018 alle 21:22

gli amori sono per la maggior parte sognati, ma tengono in vita, come tutti i sogni, almeno me....per il resto volevo cimentarmi e disciplinarmi in una forma che non ho mai usato, e detto tra noi non è che sia molto soddisfatto, nonostante la tua gentilezza ed attenzione...grazie Mariano

il 18/04/2018 alle 11:00
Mi preparo, al buio
ad un altra giornata
gli occhi impastati
l'anima velata

il mio gatto è cieco
per le troppe guerre
e cieco è il mondo
dietro la cortina

son qui che penso al futuro
mentre il presente va via
i mille amori miei
che mi tengono in vita
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
fax
La linea della neve
3,7/5 meriti (3 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 21 di Dicembre del 2017
Non è la stessa cosa, sai,
vederti brillare lontana
e lasciare che il gelo scenda nel cuore...
c’è un oscuro oceano di silenzio intorno,
certo non più grande di quello che mi batte nel petto.
forse è stata tutta una bugia,
inciampata in un sogno,
distrazione poco innocente del bizzarro architetto.
e quest’universo,
che inventa ogni istante nuovi confini di nulla,
cancellerà dell’amore persino il profumo..
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Il piano incolpevole della vita
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 9 di Aprile del 2018

Molto bella

il 09/04/2018 alle 15:54

Suona come un programma di autoestinzione ma, sono dolente, non è il piano incolpevole della vita, se non 'per cause di forza maggiore'. Verità incontrovertibile che saremo suoni di labbra altrui, sempre più labili. Sembra complementare a 'Ogni tanto scriviamo' del 27 febbraio. Avranno memoria di noi i nostri cani?

il 09/04/2018 alle 18:53
Ultimi tasti
di pseudo poesia,
termina un battito
con volontà restia

poi sarò solo suoni
di labbra altrui,
richiami d'altri tempi
a solleticar risvegli.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
In un nudo oscuro ti amo
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 8 di Aprile del 2018

meravigliosa e davvero toccante!

il 15/04/2018 alle 00:50

Grazie!

il 15/04/2018 alle 12:30
-Avvolge il ferire come d’incanto il tempo
pensoso corale morente gaudio
luce a riposo sul bianco cespuglio
accanto all’anima d’un piccolo pesco.
-S’apparta di sbieco un’aquila dal bianco berretto
che con gesti maestosi plana al cospetto
del monte addolcito di filari e rullii di faggi .
-Ricama il cuore al canto che sale dal bosco
e l’aria ruggisce sul malinconico sasso
inseguendo lune d’ala d’un fiume gioioso
orme di nenie dimesse dal gelso frondoso.
-Sublime evasione mi trattiene indolente
com’oro sepolto nel bianco del cosmo,
l’oscuro zampillo dal sorto cavo
immortale declivio sul frinire d’immenso.
-Tende a dio l’umano gesto, sempre
fragile a quel dio sempre nascosto
anche ora che scende la pioggia e la finestra
e l’orizzonte avvolgono un canto commosso
furente di grida nel buio cianotico
tessitore solerte d’ogni umana sorte.
-Se anche tu fossi il mio dio - sembra dire il buio -
mio sarà il perdono creato in quel suono
e nella paura di te stesso t’allevo figlio
in un nudo oscuro ti amo.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Lettera
4,7/5 meriti (7 voti), lettura, 11 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 18 di Marzo del 2018

Bellissimi questi ossimori di vuoto-pieno, di organizzazione per far andare la follia, di disordine per nuove prospettive. Mi sovviene un po' Pesssoa in qualcuno dei suoi eteronomi o in se stesso. Apprezzata veramente anche per un'emozione smossa.

il 18/03/2018 alle 17:18

Mariano ha ragione. finalmente, tra tanto "niente" su ph, si legge qualcosa di veramente valido. è un testo il tuo che non lascia indifferenti. questo che deve fare la poesia! ciao. a.

il 18/03/2018 alle 18:33

è scappato un "che". scusa.

il 18/03/2018 alle 18:34

ah Pessoa, spero sia un pò entrato in me...grazie Mariano

il 18/03/2018 alle 23:11

grazie Algor, ma io che sono su PH da un pò d'anni ti dico che questo sito è come l'araba fenice, risorge sempre quando meno te lo aspetti...grazie ancora

il 18/03/2018 alle 23:13

Intensi, questi versi, Arturo, di una separazione che pare non abbia misericordia e deve ricorrere ad un altrove , trasfigurandolo per usare di nuovo il pronome dell'unione. .Un plauso alla tua scrittura precisa ed affilata come deve esserlo per affidare a questa lettera questo Tanto.

il 19/03/2018 alle 05:59

grazie Sergio, i tuoi commenti per chi scrive sono illuminanti, e non tanto per i complimenti ma per i lampi che regali....

il 19/03/2018 alle 16:12

Nella profondita' e intensita' delle parole un applauso per te clap clap clap

il 20/03/2018 alle 12:57

grazie Paolocci, gentilissimo

il 26/03/2018 alle 08:50

sei tra i più attenti qui, e quello che dici Far mi fa davvero piacere...tanti auguri

il 31/03/2018 alle 09:55
Ti ho vista in sogno
insieme alla tua casa
passavo per quelle stanze
senza vederti
ma tu c'eri

tutto era pulito, nitido
pieno di te
ricordo, organizzavi sempre lo spazio
per far correr bene la follia

io vivo invece ammucchiando
mi piace non risolver nulla, lo sai
la polvere, nel tempo
mostra sempre una nuova luce

stamattina una pioggia a sbarre
chiude l'orizzonte
devo chiudere gli occhi
andarmene, qui o altrove
c'è sempre un altro mondo
trasfigurato, pieno di noi
  • Attualmente 4.71429/5 meriti.
4,7/5 meriti (7 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Cadono uno ad uno
4,8/5 meriti (5 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 15 di Aprile del 2018

Penso che tu ti riferisca alle persone che eran grandi quando noi si era giovani, la loro sparizione è un lutto perchè magari portavano avanti ideali in cui noi abbiamo creduto....Si è una cosa che provo spesso anch'io, periodicamente, ma tu hai espresso con lucidità e drammaticamente (quel lampo di luce bianca...) il momento, il pensiero che toccherà anche a noi, e poi la sensazione del tempo troppo veloce, insomma una poesia bella, e direi anche importante per l'argomento trattato (sempre se ho capito bene...) un abbraccio

il 15/04/2018 alle 21:25

Non dobbiamo avere paura. I nostri sogni e idealii sono pali appuntiti conficcati nel cuore dei vampiri. Sono loro a dover temere non noi. Ciao

il 15/04/2018 alle 22:11

Se la morte e' vista come resurezione nessuno dovra' temerla ,eppoi i beceri non arriveranno mai fino a quel punto .un saluto

il 16/04/2018 alle 11:33

Ho letto con grande interesse. Grazie per i vostri commenti. So che i versi non sono scritti bene, ma il contenuto mi coinvolge troppo in questo momento e forse devo ancora lasciar sedimentare tutto. Grazie davvero.

il 16/04/2018 alle 13:55

Sorte comune. Sì, li abbiamo visti cadere ma molti sono ancora in vita. E, individualmente siamo stati sempre in prima linea. Sei in ottima e grande compagnia. Che bella la preghiera finale agli dei ignoti. Che ci proteggano!

il 17/04/2018 alle 21:50

Sì, è illusorio pensare di non essere in prima linea perché ci sono i grandi davanti a noi. Che ci proteggano sempre. Grazie, Mariano.

il 18/04/2018 alle 05:55
Cadono uno ad uno quelli
per cui siamo stati bambini
e dopo giovani.
ormai cade l’ultima difesa
siamo già in prima linea.
mi aspettavo di più.
mi aspettavo più tempo.
più errori e consolazioni.
più domande e spiegazioni.
nessuno potrà proteggerci
nessuno ci sostituirà.
ancora un passo e ci sarà
ciò che abbiamo a lungo aspettato.
forse sarà soltanto
lampo di luce bianca
poi chiarissima evidenza.
sollievo e respiro ampio,
dilatato come il mondo.
ma pur sempre ignoto
senza nome e pauroso.
insegnateci la strada,
prendeteci per mano.
  • Attualmente 4.8/5 meriti.
4,8/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Due donne
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 17 di Aprile del 2018

Marta dovrebbe essere Marta di Betania, sorella di Maria madre di Cristo ma Magdala è una città, forse intendevi Maria di Magdala, Maria Maddalena, però è tutta bella la narrazione. Bella veramente.

il 17/04/2018 alle 22:07

Sette demoni di cui uno di Magdala, ho preferito chiamare così Maddalena a cui sono molto affezionato.

il 17/04/2018 alle 23:05

molto piaciuta!

il 18/04/2018 alle 00:22

No. Ora sono troppo curioso: a quali sette demoni ti riferisci? La risposta mi intriga più della domanda e come diceva il buon, amatissimo Wilde 'Le domande non sono mai indiscrete. Lo sono, talvolta, le risposte.' Tanto per far finta di sapere delle cose….

il 18/04/2018 alle 17:50
Marta preoccupata
donna di casa
guarda oltre il giardino
un uomo le sorride,
nei suoi occhi arrossati
un pianto fermo
asciutta delusione
di sabbia nel deserto

magdala sulla soglia
conosce tutto
di quell'amaro sorriso,
non ha più olio
per ungere piedi
se l'è portato via il tempo
e un po' anche la sua mancata fede

magdala ha la mano sollevata,
un saluto
racchiuso in un addio.

12 luglio 2010
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Come la cacca nelle fogne
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 17 di Aprile del 2018

sempre aspro e vero .....poveri noi .....povero mondo,,,,essere buoni e da utopia

il 17/04/2018 alle 14:06

Nii essere buoni e' la normalita',un saluto

il 18/04/2018 alle 10:39
In una Societa' globalizzata
i vuoti a perdere riescono
sempre a galleggiare.

della Serie (Cattivissimo)
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Foibe
3,6/5 meriti (5 voti), lettura, 14 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 27 di Gennaio del 2013

mi calo nel pozzo per apprezzarla a fondo, come merita. molto toccante brava Rosa

il 27/01/2013 alle 18:39

Che quelle voci urlino per sempre il loro dolore e che per sempre vengano innaffiate dalle lacrime del ricordo. Bravissima. patty

il 28/01/2013 alle 07:25

grazie, è una sensazione che è difficile dimenticare, ciao Rosa

il 28/01/2013 alle 12:11

parole che cadono sul cuore ma belle.marinella

il 28/01/2013 alle 13:06

Leggendola mi hai fatto ri-venire i brividi. Pensa che da ragazzo andavo a far volare il mio aquilone proprio nei pressi della foiba di Basovizza senza sapere esattamente la storia. Solo anni dopo han fatto la targa ed è diventato monumento.La foiba di Basovizza, 240 metri di profondità, ora solo 150 a causa dei "resti umani ancora presenti", è stata assunta a monumento-ricordo dopo 60 anni di silenzio. A tutt'oggi non si conosce il numero esatto delle foibe del Carso (Trieste-Gorizia e Istria), nè il numero delle vittime. (ultima stima presunta 30.000 ). Sei delle mie parti Rosa o sei venuta in visita?

il 28/01/2013 alle 17:10

sono venuta in visita con i miei figli, dopo aver visitato quei posti siamo rimasti in silenzio per molto tempo, con afetto Rosa

il 28/01/2013 alle 20:13

grazie, per me visitare le Foibe è stato una grande emozione, ciao Rosa

il 19/02/2013 alle 16:36

Una commemorazione in versi molto condivisi.

il 02/03/2013 alle 14:25

Grazie...e orribile cio che e avvenuto ciao Rosa

il 21/04/2013 alle 16:55

Bella

il 29/05/2013 alle 00:30

grazie cara , a presto Rosa

il 29/05/2013 alle 12:50

'…ancora non è contenta di sangue la belva umana' canta Guccini nella sua dolentissima 'Auschwitz' Il pianto dovrebbe essere continuo per i pogrom, la 'soluzione finale', i gulag, gli stalag, i Konzentrationslager, per gli Armeni portati lungo strade di morte dai Turchi, per l'autodifesa (sic) israeliana, per i massacri fra Hutu e Tutsi in Ruanda, per la Siria, teatro di 'prove di guerra', per i Curdi che si battono senza terra e via e via nell'infinita storia della follia del corpo sociale umano. Nulla giustifica le Foibe, nulla giustifica la cancrena dei cervelli malati di potere. Il pianto dovrebbe essere perenne.

il 16/04/2018 alle 22:52

grazie per il tuo commento...ciaoooo

il 18/04/2018 alle 16:57
Un'eco sussurrata
sale dalla terra
e un brivido mi percorre.
Nomi sconosciuti
scolpiti nel marmo
come lettere di fuoco.
Una grande lastra
copre quel pozzo
ed un rispettoso silenzio
avvolge quel luogo.
Pietosi pensieri o calde lacrime
non placheranno
la paura, il terrore
l'orribile disperazione di quelle urla,
di quelle voci dall'abisso.
Gli occhi cercano di penetrare
quella terra alla loro ricerca.
Accarezzo quei sassi
e vibrazioni penetrano in me,
con forza.
Lacrime di pietà
scivolano sul viso
e cadano sulla terra
chiedendo perdono.
  • Attualmente 3.6/5 meriti.
3,6/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Terrore in cielo come in terra
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 17 di Aprile del 2018

profondamente vera...... condivido il tuo pensiero Gabriela.

il 17/04/2018 alle 17:04

Molto intensa , complimenti

il 17/04/2018 alle 20:23

In cielo è sempre regnato il silenzio. Invochiamo degli dei ciechi e sordi. Noi muoiamo come mosche: che sia questo il piano divino? O il nostro per farla finita?

il 17/04/2018 alle 22:16
Testa vibrante,
colma di stringhe cosmiche.
barcolli come un ubriaco e
i tuoi pensieri sono trasparenti.
ogni giorno in questa santa terra
ci sono più vivi che morti e
tutto procede secondo il volere divino.
qual è il tuo soffocante dubbio?
di cosa sospetti?
gli uomini perseguono la pace
dichiarandosi la guerra.
e il tuo cuore si spalanca a questo mondo
come le gambe di una puttana.
solo oggi sono stati uccisi migliaia di innocenti,
straziati dalla fame e dalle malattie.
dannata indifferenza!
e’ così tutti i giorni:
i miserabili pagano con la vita
gli scellerati che godono
della porca ricchezza.
sono stati santificati perfino i diavoli
su questa terra di terrore.
in cielo continua a regnare il silenzio.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Olivetti 35
5,0/5 meriti (3 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 17 di Aprile del 2018

Ah, che bellezza questo tuffo a corpo morto nel mare delle cose che ci sono state vicino. Bando alle nostalgie. I tuoi accostamenti con cose e persone, loro difetti e loro pregi sono, a dir poco, pregevoli e contestualizzati in un scivolar di accordi che hanno un gran finale notturno, come si conviene. Ancora chapeau!

il 17/04/2018 alle 21:06

Io, Brasens, avevo una lettera 32, non era mia a dire il vero, ma la usavo, ed anche a me e è li che sono cascati dentro i primi versi, e pure io allora avevo una Savinelli da 2,5 gr curva, e sono anche io uno di quelli che non butta gli oggetti quando s'invecchiano, e nemmeno i ricordi le persone, per le pene poi ho una memoria di ferro, non ne tralascio nemmeno una.. Insieme a Mariano, un bel trio di ceffi ..

il 18/04/2018 alle 06:00

Grazie e mi ha fatto piacere che questa mia "cosetta" abbia scatenato i vostri bei ricordi, perché come ripeto spesso. Non esiste la nostalgia. Esiste il piacere delle cose passate.

il 19/04/2018 alle 16:18
Vogliamo parlare di quella vecchia macchina per scrivere
finita in un angolo buio del sottoscala?
l’ho trovata bene, però
anche se piena di polvere
un po’ triste e raggrinzita
ma è ancora lei
quella degli anni in cui quel romanzo
breve è venuto giù come un temporale
e certe poesie ci sono cascate dentro
senza volerlo
a volte i fogli s’incastravano
e dovevo ricominciare da capo
non è affatto cambiata
un paio di tasti sono saltati
la esse è un occhio guercio
la effe è un buco nero
lo spazio è andato a farsi benedire
se la guardo a lungo mi ricorda la prima ragazza
i suoi no, detti uno dietro l’altro
oppure quell’angelo benedetto cascatomi addosso
da un cielo stellato
qualcuno mi suggerisce di buttarla
allora dovrei
mandare all’aria
il frigo senza luce
dar fuoco
allo scaldabagno con la spia rotta
scaraventare di sotto
il televisore a transistor guasto
dimenticare i poeti stralunati
gli scrittori sbronzi
nulla di tutto questo
anzi, la sera la tiro fuori
la metto sul tavolo
prendo un gin lemon e brindiamo ai tempi andati
poi prendo un foglio e vado giù con la memoria
carico il tabacco
e insieme vediamo spuntare l’alba.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
piccola sottoveste
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 15 di Ottobre del 2013

coinvolgente poesia ,goduta tutto d'un fiato,un saluto

il 15/10/2013 alle 17:07

Corposamente omogenea

il 15/10/2013 alle 22:23

Signori grazie della lettura e del pensiero scritto!

il 16/10/2013 alle 10:41

una dicotomia in questi versi, da un lato il sentire morbido e carico di pathos carattristica femminea e immaginifica, dall'altra un senso ruvido, diretto Yin, una controversia che incurioscie e attrae, nell'uno e nell'altro aspetto del narrare uno stile ricco e dettagliato, in cui inoltrarsi per una lettura appagante. Sergio

il 16/10/2013 alle 13:00

Che bella lettura! Profonda e intelligente! GRAZIE Monsieur Zordoz!

il 16/10/2013 alle 20:07

Che meraviglioso scritto , molto affascinante Brava. ALEX.

il 16/10/2013 alle 22:31

Signor Alez felice d'averla affascinata! La poesia è sogno ad occhi aperti e a cuore flesso! Grazie del commento!

il 17/10/2013 alle 09:56
Delicata quiete riaffiora in tinta di luce
piccola sottoveste di luna alla finestra
sagoma di leggera seta di taffetà frusciante
avvolta di notte in dolce lingua di cioccolata
bouquet di malizia birichina tra le mani
si lascia adagiare nelle braccia d’un torrente
che sotterraneo fiume di voce caldo sospira
“Non ti voglio far male tranquilla bambina”
le calde parole sul collo coronano il di letto
esperto pianista di pelle in concerto
percorre intimi sentieri di lago calmo
conosce la spiaggia segreta dove il fiore esplode
e trova il piacere nel dolce movimento d’acqua colmo.
disvela segreti mai confessi negli animi di sacra estasi
sorgente di carezze nell’unione di bianche pelli
gementi con lo sguardo rapito in contemplazione
e la bianca piuma s'impenna nell'aria
creando un nastro di fuoco che avvolge e brucia
la volontà spezzata dal desiderio d’amare.
nel pensiero stellato s’arrampica la fantasia
e la mente stessa tesse l’orgasmo del suo cielo
è amore e sussulta il corpo, lingua di magia.
dalla dorsale oceanica sale il magma
urlo d’unione di due oceani , una sola distesa d’acqua
all’Unisono in comunione d’essere amore
chi ama, non si perdona e ama .
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Follia intima
3,0/5 meriti (2 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 9 di Novembre del 2013

Carina follia

il 10/11/2013 alle 01:52

delicata e tenera follia complimenti,un saluto

il 10/11/2013 alle 21:37

Signori gentilissimi vi ringrazio!

il 12/11/2013 alle 08:25
Oltre l’immenso, l’infinito io
sazio e stravolto di cielo
tra istinto e intelletto conteso
ancora d’anima al pianto
racchiuso il dolore nell’universo
l’ultimo tempo d’un attimo
amor fati di cuore folle
bianco angelo ai piè d’un cero
il cerchio d’un credo nell’ascolto vero
ove lo spazio è ritorno disperso
e le carezze son perdono
riconciliato l’amore al mondo
mi vivo culla in dono
sui petali del mattino, il candore
di una follia intima narrante
la preghiera di primitiva fonte
alla vita miracolo d’eterno ponte.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Dialogo muto
4,0/5 meriti (1 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 20 di Marzo del 2016

Niente ha senso se tu non glielo dai! Eccellente verseggio!

il 20/03/2016 alle 09:50

Sir Morris

il 21/03/2016 alle 11:15
Ingannano le lacrime, invitano il verso
al dialogo muto celato all’argine del dolore
immaginario moribondo di parole naufraghe
senza nome o immago nel pensiero sgranato
costretto suo malgrado al silenzio in mare aperto
fluttuando sospesi intrappolati fra le righe.
ausculta l’aguzzino cuore, simulacro tradito
accoppia intese a fonemi sulle fiamme del rogo
al solo piacere di godere dello stillicidio covato
morboso viaggio graffiante solitudine
estraneo al corpo della scrittura gemente
privo di senso nel fuoco soffocato d’autore
fuga d’antro cavo di vena e polmone.
smembra l’astio l’invisibile all’occhio
fino a farlo collimare ad un boato d’addio
costringendo l’oracolo alla stringa della malia
su legni di simboli legati insieme come relitti
alla deriva del verso che smette di cullare
segni malinconici aggrappati alla fatica
risalenti l’algia, madre d’esili eternità
allevate prive di poesia.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Effetto serra
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 17 di Aprile del 2018
Un'altra guerra
povera terra
sopporterà.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Arpeggia il vento
3,0/5 meriti (3 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 14 di Giugno del 2015

Ne percepisco la musica in sottofondo! Sir Morris si complimenta con il tuo vocabolario! Sir Morris

il 14/06/2015 alle 21:50

Rosi...ti adoro. Anna

il 15/06/2015 alle 18:15

Fraseggio di parole impareggiabile, senza soluzione di continuità e di alto spessore, come sempre. Bravissima Rosi, ciao Riccardo

il 16/06/2015 alle 11:18

Vi ringrazio cari amici! Porto nel cuore la vostra generosità! ^ ^

il 17/06/2015 alle 23:01

Come una colata di caramello davanti agli occhi...bravissima :) H.R.

il 05/08/2015 alle 22:42

Grazie! ^ ^

il 08/08/2015 alle 11:44
Arpeggia il vento dal lacrimoso argento
delicato schiudere di rosa al palmo
lacrima risorta adagiata nel cuore
spaccando memorie incandescenti
lungo binari invocati da scheletri del tempo.
infine accarezza il viaggio
cullandone il dolore dal gemere profondo
liquefatto dove sensi naufragano nel pianto.
la nuda Parola ammutolisce il verso
e sul confine l’anima sanguina preghiera
senza più il coraggio dell’estremo gesto.
pettina mute fragilità e fiori di note
malinconie murate tra boccioli d’eclissi
ultima dignità affamata di raggi sotterrati e squarciati
cercando dolcezze indolenti alla luce.
son chicchi di stupore galleggianti alla deriva
occhi sul giro di vele attorno alla ferita
le nudità create dalla mente.
vascello di casto mutamento
naviglio di sigillo inseguendo latrati dispersi,
gesticolando parole d’irripetibile furore
partoriti dalla solitudine del verso.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Le sabbie della solitudine
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018
Dove il silenzio impera,
re con uno scettro di ghiaccio.
nella distanza creata
da due occhi che sfuggono
allo sguardo dell'amore,
splendore gelido
di nere pupille,
nella notte cieca, ostile a sè stessa,
ho conosciuto deserti immensi.
granelli del nulla
smarriti nel vento
le sabbie della solitudine.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
La Burocrazia
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018

...Carissimo, dai non stiamo sempre lì a dar contro il pubblico impiego...; un forte abbraccio, rom.

il 16/04/2018 alle 15:37

E' molto bello che la tua faccia parte della serie (Non tutti sono così) perché: 1) la burocrazia è fondamentale per una nazione che viaggia anche senza politici (ovvero coloro che darebbero le direttive alla burocrazia). 2) vi sono delle persone che farebbero meglio il loro lavoro se la dirigenza pensasse meno al Suv o all'amante o a favorire chi di comodo. 3) personale esperienza: ho conosciuto, per volontariato e per ragioni mie, persone deliziose nell’ambito burocratico che hanno risolto problemi miei e di altri. 4) ribaltando la frittata ho visto persone entrare nelle sale di attesa e mormorare che 'tanto quelli non hanno voglia di fare un c…o', così per partito preso o perché al Bar Sport si dice così. Serenamente in attesa di un tuo contraddittorio, un salutone

il 16/04/2018 alle 23:29

Prima un saluto a tutti e due,naturalmente io sottolineo un caso personale che ancora non risolvo,ma all'interno dello stato ci sono lavoratori inpagabili che purtroppo fanno anche il lavoro di altri,e giustamente come dice Marino anche quando non ce' il governo lo stato deve continuare a lavorare,e questo grazie agli o alle impiegate che svolgono il proprio lavoro seriamente,quando scrivo qualcosa metto quasi sempre delle serie,, un salutone

il 17/04/2018 alle 10:50
La burocrazia risolverebbe
pureeee ,i problemi che
trova sulla sua irta via.

il probema e' trovare un
impiegato che si occupi
della pratica che hai
portato.

della Serie(Non tutti sono cosi')
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Simone
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018

Birbone di un Simone abigeatàrio di bovini. Scusa ma chi traina il carro, il povero Simone? Questo vuol dire 'mettere il carro avanti ai buoi'. In fondo anche un po' masochista.

il 17/04/2018 alle 21:57

Grazie carissimo poeta ed erudito. Tu dici quello che penso.

il 18/04/2018 alle 18:53
Simone traina
un carro di buoi
non tutti suoi.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Gorgheggia fondo barca
4,0/5 meriti (1 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 2 di Giugno del 2017

Ne sento il ligneo gorgheggiare! Splendida!

il 02/06/2017 alle 23:50

Grazie! Gentilissimo! ^ ^

il 04/06/2017 alle 11:46
-Gorgheggia fondo barca la deriva
s’adduglia strascico a schegge di luna
e carena l’anima al porto,
fragile morente fuori vena.
-Vira a cappa la memoria
detona rotta l’aporia
arruffa bolina, saltella vela
a scotta su stelle fino in cima
alaggio di cuore ritirato in poppa
ad imbarcare l’unico pescato in fuga
l’umore guizzante di vivo respiro
trattenuto dal vento rapace,
danzante fluttuo a baffi d’onde,
picco d’ impeto, tenero rollio.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Foibe
1,0/5 meriti (1 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 9 di Novembre del 2005

la crudeltà avrà mai fine? non basteranno le lacrime del mare a far finire scempi e scempi....bella...mare

il 09/11/2005 alle 19:39

Versi per non dimenticare, versi che non chiedono vendetta, un modo per far conoscer il dolore.
Un abbraccio, mati

il 09/11/2005 alle 22:54

Onore ai martiri delle foibe ITALIANI più di ogni altro, offesi dalla patria per la quale furono trucidati.
Ciao, Antonio Covino

il 11/11/2005 alle 00:04

Andando a ritroso mi ha colpito questa tua perchè anhe io ho fatto una dedica alle foibe...
Nei dintorni di Trieste ce ne sono tante purtroppo...
Mica alludi a queste della mia zona? Forse hai visitato la mia città? Si tratta forse della foiba di Basovizza?
La tua è una descrizione davvero toccante. Mi vengono i brividi di commozione.
Ciao
Fabio

il 17/02/2010 alle 00:48

Molto commovente Brava rosaa

il 15/09/2013 alle 23:23

grazie elisa,fabio sono stata nella tua città, le Foibe della poesia sono quelledi Basovizza vi abbraccio

il 16/09/2013 alle 17:23
Foibe
Un'eco sussurrata
sale dalla terra
e un brivido mi percorre.
Nomi sconosciuti
scolpiti nel marmo
con lettere di fuoco.
Una grande lastra
copre quel pozzo
ed un rispettoso silenzio
avvolge quel luogo.
Pietosi pensieri
o calde lacrime
non placheranno
la paura,
il terrore,
l'orribile disperazione
di quelle urla,
di quelle voci,
dall'abisso.
Gli occhi cercano di penetrare
quella terra,alla loro ricerca.
Accarezzo quei sassi
e vibrazioni penetrano in me
con forza.
Lacrime di pietà
scivolano sul viso
e cadono su quella terra,
chiedendo perdono.
  • Attualmente 1/5 meriti.
1,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Sogni
1,0/5 meriti (1 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 24 di Novembre del 2005

Sono completamente d'accordo con ciò che affermi, il sogno è conoscenza, è rielaborazione, è desiderio, è voglia di progetti ed altro, un modo per sentirti sveglia, un abbraccio, mati

il 24/11/2005 alle 19:50

Mi piace il tuo modo così incisivo di scrivere, così essenziale, senza inutili giri di parole....

il 27/11/2005 alle 18:51

Voglia SOGNI ROSATI.

il 04/10/2013 alle 00:57

grazie elisa,baci

il 04/10/2013 alle 15:15
Sogni,realtà di un'altra dimensione,
il mio io alla ricerca
di cose che non conosco,
arricchimento della mente
piacevoli sensazioni,
posti che il piede
non ha mai toccato,
ma conosciuti nei sogni.
  • Attualmente 1/5 meriti.
1,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Amarsi
1,0/5 meriti (1 voti), lettura, 8 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 4 di Settembre del 2010

Semplice ed intensa, contiene una grossa emozione.
Molto bella. Ciao. Giorgio

il 04/09/2010 alle 11:26

grazie Giorgia, sei molto affettuosa, grazie,ciao Rosa

il 04/09/2010 alle 17:39

non so pregare, non l'ho mai fatto ma questo tuo scritto lo sento come una preghiera profferita con non troppa convinzione ma sentita con sofferta passione
opinione personalissima e mi auguro contestata
lessico amorevole e da favola
troppo bella per non abbracciarti
ninomario

il 04/09/2010 alle 19:59

è la mia favola ,che si è realizata, ti abbraccio Rosa

il 05/09/2010 alle 11:24

un bellissimo vestito hai indossato
pieno di emozioni emanate,
bravissima Rosaa.
serena domenica.
Marygiò

il 05/09/2010 alle 16:02

grazie, buona domenica anche a te, ciao Rosa

il 05/09/2010 alle 17:07

Tenera

il 29/05/2013 alle 00:32

bellissimi aggettivi ,grazie , Rosa

il 29/05/2013 alle 12:53
Sei entrato nella mia vita
e hai portato nel mio cuore
emozioni sconosciute,
il profumo del mare
in una notte d' estate,
il sorriso di un bimbo,
il volo di una rondine
l'odore del glicine portato dal vento.
tutto è racchiuso
in una parola
che tu mi sussurrasti
" ti amo"
Quella parola
è entrata nel mio cuore
quel caldo giorno d'estate.
  • Attualmente 1/5 meriti.
1,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Vorrei morire per te
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 3 di Aprile del 2014

Mi è piaciuta molto, forse perchè sento le tue considerazioni e sentimenti come mi appartenessero....il titolo è stato un richiamo troppo forte e spero non te ne dispiacerai mi hai ricordato"morirò d'amore morirò per te" ma solo queste parole della bellissima canzone di Giuni Russo, perchè poi i due testi si discostano per sentimento...il tuo mi ha rapito con l'incipit e come dicevo x alcuni passaggi che sintetizzano sentimenti a me comuni, specie nei primi versi, quelli che precedono le parti "marine" della tua poesia in cui a pensarci bene forse forse un po' della canzone ci si può trovare, ti abbraccio, andrea^^ complimenti

il 03/04/2014 alle 21:51

Grazie Andrea sono andata a d ascoltarmi la canzone della grandissima Giuni Russo che non conoscevo affatto! Ma come fai a 20 ad avere questa cultura musicale così ampia!? Sei pieno di sorprese! Colgo l'occasione per ringraziarti delle tue piccole recensioni alle mie poesie! Le trovo belle , di grande sensibilità e mai banali! Ti abbraccio con affetto caro amico! Tua Rosi ^ ^

il 03/04/2014 alle 22:22
Il dolore fiorisce
le rose si nutrono
di primavera implosa.
la paura sanguina dalle spine
nell’oblio del miracolo vuoto
senza perdono d’amore.
l’apatia cristallizza le ore
disegnandone il condono
ridipingendo ricordi
d’un colore solo.
e la vita, oceano alla finestra
non smette di far rumore
sporca occhi puliti sulla scena
senza paura di dir messa
solo margherite di campo
imbevute di sole
tra le mani del giorno
che sputano rime
sull’innocenza di bellezza
che attende la fine,
sottratta al tempo
senza più verità di segno.
il mare fragile inventa
spiagge da baciare
avanza, indietreggia
invano
per poi ritornare
di nuovo
e di nuovo
sulle ferite
ritrovate in vita.
vorrei morire per te.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
La prima volta
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018

Scritta velocemente ascoltando i Negroamaro. L'appellativo "mezzo uomo" mi fu serbato da un imbecille interessato.

il 17/04/2018 alle 09:13
Vediamo come va
appoggiata
a un gabbiottto grigio
della stazione di Mestre

mi aspettavi
un po' scettica
curiosa d'intensità
sensibilissima

al nostro possibile bacio
proseguimmo invece staccati
questione di stile
smistati poi i tuoi colpi vogliosi.

la più grande avventura
vissuta pienamente
nel cuore e nell'anima
per questo mezzo uomo.

16.04.2018
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Bellissima
5,0/5 meriti (3 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 15 di Aprile del 2018

sentita e commovente

il 15/04/2018 alle 23:45
Come una foglia d'autunno
l'ultimo viaggio salutava,
come una sperduta farfalla
ti posasti sulla mia esistenza
lasciando nostro
un libro mai letto.
rossa ferita che non rimargina
continuai a morire,
bellissima
anche solo nella mente
ti volterai.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
La volpe rossa
5,0/5 meriti (3 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 15 di Aprile del 2018
La tana è umida
calda
terra mossa.
non sono un cacciatore
vieni
regalati un sorriso
regalati me.

23.08.2010
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Gli arrivati primi
2,0/5 meriti (1 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 15 di Aprile del 2018

breve intensa surreali verità

il 16/04/2018 alle 00:06

Grazie amico mio che mi leggi prima del sorgere del sole.

il 16/04/2018 alle 07:06

Bella scaletta della condizione umana. Il titolo mi fa pensare che ciascuno di noi si sente 'arrivato prima'. E poi c'è la 'scala del pollaio'

il 16/04/2018 alle 22:59
I primi vagiti
i primi pruriti
i primi grugniti.
  • Attualmente 2/5 meriti.
2,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Tiresia
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 15 di Aprile del 2018
Non ci vedo
penteo attento
botte da orbi.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
attimi
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018

profonda come lo sono i sentimenti sempre vivi racchiusi nel cuore.

il 16/04/2018 alle 15:26
attimi passati
in quello squarcio
di luce
e nutrirsi profano
di quella tua immagine
imprigionata
in quella muta
fotografia
macchia indelebile
di un tempo
senza poi

vorrei scivolare
furbamente sedotto
nel tuo sguardo
immacolato
di angelo
senza ali
e tuffarmi
nudo della mia
più bieca
ipocrisia
nella notte
dei tuoi più intimi
pensieri

ma tu
non ci sei
solo meravigliosa utopia
che si frantuma
senza perchè
in quella fantasia
d'ovatta
di un giorno
senza senzo

attimi di illusione
per una storia rapita
vigliaccamente
da pagine bianche!
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
La Burocrazia
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018

...Carissimo, dai non stiamo sempre lì a dar contro il pubblico impiego...; un forte abbraccio, rom.

il 16/04/2018 alle 15:37

E' molto bello che la tua faccia parte della serie (Non tutti sono così) perché: 1) la burocrazia è fondamentale per una nazione che viaggia anche senza politici (ovvero coloro che darebbero le direttive alla burocrazia). 2) vi sono delle persone che farebbero meglio il loro lavoro se la dirigenza pensasse meno al Suv o all'amante o a favorire chi di comodo. 3) personale esperienza: ho conosciuto, per volontariato e per ragioni mie, persone deliziose nell’ambito burocratico che hanno risolto problemi miei e di altri. 4) ribaltando la frittata ho visto persone entrare nelle sale di attesa e mormorare che 'tanto quelli non hanno voglia di fare un c…o', così per partito preso o perché al Bar Sport si dice così. Serenamente in attesa di un tuo contraddittorio, un salutone

il 16/04/2018 alle 23:29

Prima un saluto a tutti e due,naturalmente io sottolineo un caso personale che ancora non risolvo,ma all'interno dello stato ci sono lavoratori inpagabili che purtroppo fanno anche il lavoro di altri,e giustamente come dice Marino anche quando non ce' il governo lo stato deve continuare a lavorare,e questo grazie agli o alle impiegate che svolgono il proprio lavoro seriamente,quando scrivo qualcosa metto quasi sempre delle serie,, un salutone

il 17/04/2018 alle 10:50
La burocrazia risolverebbe
pureeee ,i problemi che
trova sulla sua irta via.

il probema e' trovare un
impiegato che si occupi
della pratica che hai
portato.

della Serie(Non tutti sono cosi')
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Scoglio mio
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018
Quanto tempo è passato
scoglio mio
attimi minuscoli sommati
sono eternità
il mio tremante cuore
non conosce tempo
ma la mia pelle
coriacea per le più stagioni
È impenetrabile ancor di più
ma non per te
scoglio mio
che ormai da tempo
mi modelli come pomice
con delicate mani d'acqua
sono tuo frutto e tuo seme
e tu lo sei per me

quanto tempo è passato
forse un anno solo
ma quanti tic e
quanti tac abbiamo sentito?
quante scadenze abbiamo superato?
quante tensioni abbiamo tagliato?
quante passioni abbiamo placato?
forse che tu sei
il mio unico compagno
roccia di salvezza in mezzo al caos
d'onde che s'accumolano pesanti
come fossero pensieri
che scottanti
e tremendi
circondano e schiacciano
ogni respiro
e vorrei
parlare
ma non
ho
fiato

se non per te
scoglio mio
che m'accogli
al riparo
mi fai pomice
da sparo
dissolvi
il mondo avaro
e ogni amaro
attimo
diventa amore
con te
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Insidioso panico
4,5/5 meriti (4 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018
Se sei stanca
non mollare
il cuore non ti scoppierà ora
i polmoni non faranno coriandoli
proprio ora
le ginocchia, che tanto bruciano
non cederanno proprio a questo passo
la tua luce non se ne andrà
adesso
viaggia sul binario che ti porta lontano
lascia che la brezza modelli
la tua fronte corrugata
e la assottigli come foglie
non mollare
anche se ti senti morire
niente è reale se
non lo hai deciso te
insulsa
paranoica
ragazzina
con occhi folli e bocca fina
capelli spessi e occhiali storti
pelle pallida
come un sole annoiato
malato di tedio
non mollare
inutile
annoiata
bambina
mi spiace
ma l'esistenza è da penetrare
col ghigno in bocca
e nonostante tu tremi
davanti alle siepi
alle strade
alle ruote
alle case
vuote
di vita
sai bene come si fa

eppure respiri
e va bene così
corre via il demone oscuro che chiude gli occhi in una voce alterata
corre via l'alieno che rende altro e altro ancora
scappa che non c'è posto
va via,
non c'è parcheggio.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
La tempesta
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018

Invocazione profondamente sentita.....Gabriela.

il 17/04/2018 alle 17:06

splendida!

il 18/04/2018 alle 00:33

Grazie

il 18/04/2018 alle 18:14
Fermati, fermati, fermati!
ho fermato il tempo.
ho raccolto un fulmine.
la tempesta ritornerà ancora più forte,
ma io ho tutto ciò che mi porterà da te.
e saremo salvi
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
La prima volta
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018

Scritta velocemente ascoltando i Negroamaro. L'appellativo "mezzo uomo" mi fu serbato da un imbecille interessato.

il 17/04/2018 alle 09:13
Vediamo come va
appoggiata
a un gabbiottto grigio
della stazione di Mestre

mi aspettavi
un po' scettica
curiosa d'intensità
sensibilissima

al nostro possibile bacio
proseguimmo invece staccati
questione di stile
smistati poi i tuoi colpi vogliosi.

la più grande avventura
vissuta pienamente
nel cuore e nell'anima
per questo mezzo uomo.

16.04.2018
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
La frutta
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018
Afferro di fretta
una fetta di frutta
che un frate affamato
afflitto da sfratto
affronta di fatto
con fare distratto
sul faro di fronte
sul far della notte
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Simone
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018

Birbone di un Simone abigeatàrio di bovini. Scusa ma chi traina il carro, il povero Simone? Questo vuol dire 'mettere il carro avanti ai buoi'. In fondo anche un po' masochista.

il 17/04/2018 alle 21:57

Grazie carissimo poeta ed erudito. Tu dici quello che penso.

il 18/04/2018 alle 18:53
Simone traina
un carro di buoi
non tutti suoi.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
memento ( secondo atto)
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018
Tutti ormai
vivono di stelle spente
sfuggenti lacrime;
preferisco steli di rugiada
a bianche silenziose strade,
.. E..proprio qui sul ciglio
tra cadenti foglie
pendii celesti di luce,
liberar la mente
da quel che è vano.

il vuoto mi dilania;
bianca farfalla
il mio corpo
si apre a nuova crisalide,
tremule attese
nel nulla dell'eterno cercare

non desidero trattenere
la mia sete d'infinito
con estremi bagliori di finito...
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
cri
del giuramento di pontida
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 5 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Aprile del 2018

...Sbaglio o votasti leghista ?

il 16/04/2018 alle 15:38
cri

Ecco come si può sbagliare a interpretare una poesia, lo sapevo che qualcuno ci sarebbe cascato. Io non ho fatto riferimento ad alcun partito politico ma a un fenomeno storico. Punto. E comunque come ho votato sono sinceramente fatti miei.

il 16/04/2018 alle 17:29

Questa ed altre poesie e scritti dovrebbero essere,imparate fin dalla prima elementare,ma visto che la storia deve essere cancellata spero che almeno da qualcuno venga tramandata ,un saluto

il 17/04/2018 alle 11:01
cri

Grazie mille, troppo buono, ci sono i libri di storia per tramandarla a chi voglia conoscerla, io mi sono limitato a ricordare un fatto storico frutto di un viaggio che ho di recente compiuto e, mi creda, senza alcuna finalità politica. Un saluto e rinnovo il ringraziamento.

il 17/04/2018 alle 11:29

condivido il commento di gpaolocci .....Gabriela.

il 17/04/2018 alle 17:14
Pel Barbarossa effondesi il tremante sgomento
in terre mille avvinti stringasi giuramento
urli 'l libero canto, s'elevin ora le grida
che tutti ci si abbracci nel contado di Pontida.
or pronti stiam a lanciar la fiera pugna
e fia la fierezza a noi ancella
ch' a noi il nemico invasor sempre ripugna
in questa Lombardia che più è che bella.
e allor tal spirto indomito anco se umano
d'ardimento dirigasi in Legnano
lariana gente od orobica che sia
oppur insubre o ancor lodigiana e piacentina
qui sol uno è il fior che s'abbia a coglier
che non patisca terra nostra da invasor rovina.
non sia dama unta d'oblio 'l nostro aver fatto guerra,
e nei cor vostri 'l rimembrar fiorisca qual delicata serra.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Terra insanguinata (Siria)
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 12 di Aprile del 2018

Temo che le 'prove di guerra' effettuate in quel paese dalla Storia antica e imponente stia diventando 'teatro di guerra' anche per noi, nonostante i distinguo. Siamo in mano ai Pazzi, lo siamo sempre stati ma ora non si usano più le clave o, forse, come profetizzò più di uno, tra cui, sembra, Einstein 'Non ho idea di quali armi serviranno per combattere la terza Guerra Mondiale, ma la quarta sarà combattuta coi bastoni e con le pietre.' Si minacciano tra di loro, contano i missili, spostano navi cariche d'ignominia. Non so quanta coscienza del Male sia rimasta nel mondo ma, guardando anche allo scempio ambientale, mi viene da rispondere 'molto poca'.

il 12/04/2018 alle 22:37

Purtroppo è proprio così caro Mariano! Psicopatici alla guida di poteri occulti, che governano il mondo, credendosi intoccabili .... Gli dei dell’ Olimpo, o chi per essi, ci proteggano!

il 13/04/2018 alle 02:53

sbagliare è umano, perseverare è diabolico, ma temo che questi non siano errori bensì deliberate e feroci strategie di potere....Le guerre oggi si fanno così, manipolando cuore e menti...brava

il 13/04/2018 alle 11:49

Probabilmente cio' che abbiamo visto serve per preparare ben altri terreni e non credo che questa volta sia la Siria terra di incontro per tutte le religioni,un saluto

il 16/04/2018 alle 11:42
mercanti di guerre, infidi cavalieri alati del progresso,
con diritto di vita e di morte,giudici spietati al processo,
impavidi eroi senza macchia, a cavallo di aerei luccicanti,
volano su cittá rase al suolo da affaristi avidi e brillanti,

portano democrazia e ordine mondiale in Siria e oriente,
profeti occulti di Ingordigia, religione feroce e indecente

e se ormai il tuo paese é diventato un lager, una prigione,
e se la tua casa é stata bombardata, fattene una ragione,

loro vengono a liberarti, portano macerie, non perdono,
e agli aguzzini e ai taglia gole danno la tua vita in dono,
insieme al terrore negli occhi, schiavitú e nuove catene,
e sangue da riversare per strada o succhiare dalle vene,

si nutre di cecitá, il mostro generato dalla nostra impotenza,
piccoli innocenti massacrati fra le macerie della coscienza,

e se ormai il tuo paese é diventato un lager, una prigione,
e se la tua vita é stata bombardata, fattene una ragione,

li fermeremmo, sí, se non fossimo prigionieri obbedienti,
li arresteremmo, sí, se solo fossimo liberi e disobbedienti,
ma siamo massacrati nel cuore peggio di quella povera gente,
a loro resta almeno la dignitá, a noi questa vergogna opprimente,

e se un giorno il nostro paese diventerá un lager, una prigione,
e se la nostra casa sará bombardata, ce ne faremo una ragione?
Marlav17
p.s. Spero di essermi sbagliato e di non essere stato un buon profeta...!
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Foibe,,,,,,,,,,
3,3/5 meriti (3 voti), lettura, 9 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 9 di Aprile del 2013

.....due richieste di precisazioni : 1) "...., la cui stola lacrime versi. " Non riesco a capirne il senso, probabilmente sarò l'unico....; 2) Che relazione c' è fra il titolo e lo svolgimento della composizione ?. rom.

il 09/04/2013 alle 17:23

Bravo Diego, manteniamo viva la memoria. Ciao patty

il 09/04/2013 alle 17:45

x atena il ricordo come giustamente affermi e sempre vivo nella memoria di ognuno di noi. grazie

il 09/04/2013 alle 18:48

paure arrese nel giaciglio dell'incomprensione ed il giorno il desiderio di rivederne il coraggio di attimi perduti e mai vissuti .... bellissimi! a presto francesca :)

il 09/04/2013 alle 19:32

x fridapi: grazie nell'esprimere un sentito apprezzamento su versi e contenuti ciao Diego

il 09/04/2013 alle 19:55

Il ricordo è storia.

il 10/04/2013 alle 10:59

e' semplicemente vero concordo in pieno.

il 10/04/2013 alle 11:46

le foibe....altra tomba in cui l' umanità seppellì se stessa, dando prova della sua sciaguratezza( passami la parola, non me ne viene una migliore). triste e toccante. Bellissima! ciao eos

il 10/04/2013 alle 12:57

x eoskarma: Convengo, un' immane scempio sull'innaturale atrocita' che l'uomo possa compiervi. Diego

il 10/04/2013 alle 19:15
Sogni, infranti speranza limitar porga in confini mal designati.
dondolo in movimento ed orme perse nella luce dello spirito il cui librarne sorrida alla coscienza , la cui stola lacrime versi.
azioni di infamia e sconcerto ove l'integrita' perduta nello sconforto del rimpianto, adduca cimelio nel cor affranto.
paure arrese nel giaciglio dell'incomprensione ed il giorno il desiderio di rivederne il coraggio di attimi perduti e mai vissuti .
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Giallo
4,0/5 meriti (1 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 16 di Ottobre del 2017

Partenza triste ma poi scoppia la voglia di vivere brava

il 16/10/2017 alle 11:04

si passa dal pessimismo cupo all'ottimismo roseo denota voglia di vivere molto apprezzata

il 16/10/2017 alle 18:52

molto bella

il 17/10/2017 alle 06:36
Nonostante ogni tanto
io voli lontana tra nuvole buie
e mi perda nel buco nero
delle mie paranoie

nonostante ogni tanto
mi abiti la paura
che strappa ogni certezza
e mi renda verde

nonostante ogni tanto
io diventi un pianeta
che fluttua nell'oscuro
e non incontri nessuno nella sua via

nonostante
s'affolli la mente di ombre antiche
e strappino e urlino e mangino
e mi riempiano l'occhi d'oceani
delle più silenziose lacrime

mi sveglio
ansimante
nel cuor della vita
e divoro l'ossigeno

gonfio il cuore di te
e dei tuoi occhi
le tue mani
il tuo odore
le labbra
i seni
pori
noi
te

e la luna s'eclissa
il tuo odore m'inonda
il mio volto è più morbido
il mio cuore più stabile
i miei occhi brillanti
del mondo rifletti

se sono un pianeta
giro guardando unicamente te,
sole ghiacciato
e ti bevo
fino ad averti sangue.

rischierò una collisione
per avvicinarmi ancora
ma ti amo,
dal primo raggio accecata
ti amo
sole ghiacciaio

magari un giorno farò parte di te.
blu
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Sono sola senza senso
3,0/5 meriti (2 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 14 di Febbraio del 2018

bella e vera

il 19/02/2018 alle 08:14
Non c'è suolo sotto i piedi
non c'è schermo sopra i tetti
nè più muri
nè più impedimenti

la rosa dei venti è rotta
l'orientamento è perso
sono sola senza senso
sono sola e sto in silenzio

non so dire
non so amare
non so stringere gli astri in pugno
so scommettere sul sale
infecondo.

È grigio qui e non ne esco
sola sono, fuori dal testo
sento sguardi ma non li osservo
sono sola senza senso.

ballo sopra i sentimenti
ballo sopra i condimenti
sento scarsa questa vita
sola sono e già smarrita.

non volo fuori dalla nuvola
rami di pensieri bloccano l'ugola
non so più urlare
nè chiedere aiuto
mi specchio in un riflesso muto.

e stretta tra le spalle penso
sono sola senza senso
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Palinodia del Colonnello valerio
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 8 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 2 di Aprile del 2018

...Qual è il componimento poetico da cui questa ritrattazione ?...

il 02/04/2018 alle 11:39

La ritrattazione è legata al protagonista, non al componimento in sè

il 02/04/2018 alle 12:05

piaciuta,ciao

il 03/04/2018 alle 15:28

...E il protagonista chi è...

il 03/04/2018 alle 15:55

La tumida versificazione rende il senso della confusa serie di eventi. La ritrattazione riguarda qualcosa circa Walter Audisio detto Colonnello Valerio, partigiano. Probabilmente l'autore si riferisce alla grande confusione che regnava in quei convulsi momenti nei quali abbattere la dittatura feroce nel suo simbolo tremante era imperativo. E' difficile districare dalla serie di frasi ben poste nella forma ma indefinite nel senso cosa realmente sia cosa. In un articolo del 'Giornale.it' del 28/04/2016 vi è un resoconto degli ultimi momenti del duce ed anche qui la titolatura non è coerente con il pezzo Urge chiarificazione. Nondimeno, benvenuto tra noi.

il 03/04/2018 alle 23:31

Signor Mariano, la ringrazio per i rilievi, che mi faranno riflettere e forse migliorare. Sono ancora alle prime armi, ed ogni giudizio, per quanto duro, mi giunge gradito. Vorrei solo ribadire che non era mia intenzione dare un tono tumido alla lirica, bensì un registro degno del tema civile. Ovviamente la mia è una ucronia poetica, frutto di immaginazione. Buonasera.

il 04/04/2018 alle 00:25

scrivi pure, liberamente, Enrico.

il 09/04/2018 alle 12:13

.....e mi perdo a meditare nei tuoi profondi scritti Gabriela

il 17/04/2018 alle 17:43
Uno tra tanti, biondo al sole ruggente,
l’arcangelo ultore delle liberate lande
in fumidi teoremi gli occhi puntava
al reo divelto, che la morte esigeva.

l’umido palmo il ferro serrava,
da cui partir doveva la marcia del progresso,
e fulmineo il sangue in un rombo
fluiva nelle vene del tirannicida inquieto.

d’un tratto un delirio lo sconvolse,
dopo breve lotta andando smarrito,
e in volo fra le pieghe del Tempo
un mondo di là da venire scorse.

uomini di batteria, fedeli servi ridenti,
ai loro infernali ordigni genuflessi,
salme sdraiate, al furore folle stillanti offerte,
venir a fuoco gli parvero, per cui il volto scolora.

come d’incanto i capi delle orde conobbe,
avidi del loro incerto e cartaceo trionfo,
seduti sui seggi vedovi e affranti,
bocche tuonanti orribili melodie.

disperato da petto un grido prorompe,
mentre la canna fredda un ombra dipinge,
e in un baleno investe i due amanti fuggiaschi :
“La libertà ti rendo, genitore di perversa stirpe!”.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
friarielli
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 5 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 17 di Aprile del 2017

qsta 1a plur. cioè dvo capire k tu sei d parten0p3 eheheh?

il 17/04/2017 alle 18:52

uè uè............puleceniella.......o vesuv'.........pummarola 'ngopp.....

il 17/04/2017 alle 20:11

dovresti imparare a fartela da solo e non comprarla bella e fatta coi soldi degli ignavi tuoi avi

il 18/04/2017 alle 10:39
eheheh friarielli
1 verdura k esiste solo a napoli

eine napolitanische
gemüse

ottimi sulla pizza
cn ql loro sapore di merda 4m4r4
a smorzare la salciccia
fatta col pene dei cani estinti

gradnissimi friairirellii
k nn ho mai capito cn quante i si scrive

leggete il saggio di emilio sereni
'i napolet. da mangiafoglia a mangiamaccheroni'

la più infame terronata che potete ordinare
sopr la pizza eheheheeh
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Non capirò mai
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 24 di Marzo del 2016

HAi ragione!

il 24/03/2016 alle 15:02

Tristemente vera !!!Brava Ari

il 13/05/2016 alle 13:16
Non cambieranno il destino dei popoli
Con quel fil che morte che innescano.
condotti come pupazzi
vanno incontro al vento.
burattinai folli
di fede hanno il pretesto
ma imitano gesta
che la storia ha già scritto
nefandezze che si ripetono
oggi qui domani la
Corti di Pregiudizi,
gas foibe ora scoppi
inutilmente giustificano
con mille parole osceni atti
senza il coraggio di ammettere
che questi giochi sull'altrui pelle
sono ipocriti slogan
per darsi vanto.
ne croci ne mezzelune
ne spiriti liberi
reclamano sterminii
in nome di un verbo
È solo la voce ottenebrata dell'uomo
che stona in ogni angolo di questa terra
ma fa buco nero nell'immenso.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da Mariano Negri nell'ultima settimana
Fridericus Aeternus
4,2/5 meriti (5 voti), lettura, 12 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 18 di Aprile del 2017

"Nei capelli del grano / cento dita di vento"... quanta dolcezza in questi versi... sarà perché proprio adesso sento soffiare il vento... soffia per davvero... che bella Alex

il 19/04/2017 alle 00:24

ehehehe mai quanto voi Anna/e. cmq il romanticismo è decuplicato dalla cogniz. che dentro la torre c'è il cadavero d'un ampiccato, anke se nl testo nn lo dico, ma eccolo qui nel paratesto, solo xke' vi voglio bene

il 19/04/2017 alle 01:08

yah

il 19/04/2017 alle 09:00

Ecco! Romanticismo a parte, quando metti "senno" sai essere Grade.

il 19/04/2017 alle 09:54

cadaveri o non cadaveri questa tua ha un senso ed è anche decente ma per favore... NON BESTEMMIARE! CIAO

il 19/04/2017 alle 11:06

ciao metamorfico! ---*a*---

il 19/04/2017 alle 12:06

Ciao Alex

il 04/05/2017 alle 09:46

Ciao Alex

il 12/08/2017 alle 18:22
l'ombra della scala
bacia la torre

sul nero mattone
schiocca la luce

nei capelli del grano
cento dita di vento
  • Attualmente 4.2/5 meriti.
4,2/5 meriti (5 voti)