Vedi tutte le Poesie lette da ancientdreams dell'ultima settimana

Pagina aggiornata il: 18/12/2017 00:29:00
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Giugno( acrostico poetico)
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 14 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 2 di Giugno del 2007

Che bella idea! Originale,simpatica, innovativa...Un fresco e colorato aperitivo per l'estate!
Auguroni Dory,Ciao,
daniela

il 02/06/2007 alle 18:26

Ciao Daniela,felice di rivederti..dove ti eri ccciata?..Grazie che ti sia piaciuta..Un grande abbraccio Dora

il 02/06/2007 alle 18:31

Giace come oro falciato
Irretito dalle lame di luce
Urlando il suo profumo
Gremite di sangue papaverino
Nuove distese dilagano vento
Ora che la strada è tracciata

Un caro saluto ad una cara poetessa che nella natura bagna i suoi occhi
Cesare

il 02/06/2007 alle 18:46

Caro Cesare ,grazie ,per la tua vicinanza ,mi fa bene al cuore ..in questo momento di fragilità..Ti abbraccio con affetto. Dora

il 02/06/2007 alle 19:12

che giugno...che questo periodo colorato da giorni caldi e GIRASOLI che ti girano intorno,riescano a farti splendere con la stessa luce del sole..
1abbraccio!!

il 04/06/2007 alle 19:56

Buon pomeriggio Crodina,Anch'io ti abbraccio e ti ringrazio del passaggio sul mio blog..Con affetto.Dora

il 05/06/2007 alle 15:04

Un quafretto però vivo di profumi e sensazioni scordate...
Ciao, un abbraccio.
Antonio

il 09/06/2007 alle 17:41

Ciao Antonio , sono felice di rileggerti . Dove ti eri cacciato?..Ricambio con slancio il tuo abbraccio.
Grazie e a presto! Dora

il 09/06/2007 alle 17:49

Con queta poesia se riuscita a farmi sentire il profumo di cio' che hai scritto....
Fantastica semplice...
un saluto
Carlos

il 09/06/2007 alle 20:16

ciò che dovrebbe essere è nelle tue parole ciò che è la nostra realtà e che siamo figli del grande fratello

il 09/06/2007 alle 22:04

Benvenuto nella mia piccola dimora, Pietro ,si tutto si ridesta se avremo lo stupore dei bimbi ,e la voglia di ricominciare a sorridere ,quando qualcuno ci tende la mano. grazie , e buona domenica.Dora

il 10/06/2007 alle 08:58

Ciao, Andrea, oggi il mio cuore si è ridestato gaio e felice, perchè il sole splende in alto anche a Milano. Merito anche tuo che ha riportato la luce nel mio cuore. Grazie per la tua bontà e generosità.Un abbraccio Dora

il 10/06/2007 alle 09:10


Brilla il sole alto sui cuori
Elargendo calore all'anima
Liberandoci dal freddo invernale
Lambendo la nostra pelle
Ancora addormentata

brava dory ,adoro gli acrostici e il tuo è gioioso come questo mese. un bacio ve.

il 10/06/2007 alle 14:23

Cara Veronica, come ti avevo accennato per telefono,bisogna sempre nuovi percorsi per la scrittura ed io talvolta gioco con le parole..e nascono così gli acrostici..bene ora che ci penso te ne faccio dono anche a te..
Vento che soffi leggero...
Esplora il mio giardino
Respira piano
Odora il profumo dei fiori
Narcisi, rose, violette.
Inebriati nei
Calici della mia
ANIMA...
Dora

il 10/06/2007 alle 17:25
GIUNGERA' fino a me
Il profumo di grano falciato
Un contadino lavora alacramente il campo
GIRASOLI vanitosi girano intorno al sole
Nei granai villanelle festose intonano canti
Ogni cosa si ridesta.

Dora Forino
Milano,02,Giugno 2007
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
regina di ghiaccio
3,8/5 meriti (4 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 12 di Dicembre del 2017

Non so chi è questa regina di ghiaccio, ma i tuoi eleganti e caldi versi la scioglieranno in fata.

il 12/12/2017 alle 12:49

la regina di ghiaccio e' nella fantasia di chi crede alla magia dell ' inverno

il 12/12/2017 alle 12:57

E magica anche la tua risposta al mio modesto commento.

il 13/12/2017 alle 13:57
camelie rosse ti adornano splendenti,
sparuti passeri affondano ai tuoi
piedi per poche briciole,
il sole ti sorride ma sta lontano,
per ora sa che non è il suo tempo.
mia regina di ghiaccio,
che arridi a fronde imbrinate,
bisbigli a fiocchi di neve
e crei stalattiti sulle grondaie ,
racchiudi sogni di bimbi che
aspettano doni -
  • Attualmente 3.75/5 meriti.
3,8/5 meriti (4 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Inventario
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 16 di Dicembre del 2017
fuori! dalla finestra ancora liberate locuste
uno - aperta l’agenda dei desiderata
un memoria va - due - ad un incipit
tre - e sulla vertigine degli aruspici

quattro - aperti i sipari della macchina
si osserva - cinque - il balletto dei passivi
e - sei - i crocevia della sopravvivenza

e l’ingranaggio ha moti disallineati
corretto procedere e ambivalenze
in una luminescenza di mille ocelli

settimo - il demiurgo riposò integro

e qui questo riandare d’onda
non riporta che temporanea conclusione
richiamata e rispedita da oceani muti

23 ottobre 2007 - 26 dicembre 2007

da Transiti di un travet
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Sinfonia per oscuri viandanti notturni
4,0/5 meriti (1 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 15 di Dicembre del 2017

La notte, un buio di chi dimentica la bellezza del chiaro e del bello. Forse il poeta pensa a quei vicoli da serenate alla luna, di nascondigli per amanti timorosi ma ancora puri; pochi angeli e molti spettri, da stringere il cuore. Oggi, solitudine e amore negato ecco il canto gemente del poeta.

il 16/12/2017 alle 12:05

Il fascino dell'oscuro credo sia più semplice da trasmettere che quello di un singulto infantile. Più che una sinfonia, ripartita secondo moduli musicali codificati, è un piccolo poema sinfonico che ricorda la tetralogia wagneriana fino al grande rogo finale. Un memento: quel rogo ha eccitato anime molto cupe. Se si tratta di introspezioni ho sbagliato mira o di pensieri senza vincoli. Me ne scuso con simpatia.

il 16/12/2017 alle 17:04
La notte offre note cupe
a chi ascolta il suo richiamo,
tra soffi di silenzio,
un vento si alza
seguendo passi inquieti
bocche vampiriche
affamate di vita
e fantasmi senza tempo
si avventurano per i vicoli
i sognatori romantici
hanno smarrito
le loro dolci visioni
l'incubo è alle porte
le voci non sono più angeliche
si ode il fermento
dei lamenti spettrali
i dannati chiamano
dai loro inferni nascosti
i cani latrano e ululano come lupi
le ombre si accorpano sui muri
le angosce hanno le forme
di titanici mostri
la luna pallida dietro le nubi
finge di non vedere
il delitto di un altro cuore ucciso
la solitudine miete le sue vittime
nelle tenebre dell'amore negato.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Così la morte
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 5 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 4 di Luglio del 2017

Non mi è piaciuta!

il 04/07/2017 alle 23:31

A me sì...

il 05/07/2017 alle 13:32

Sir scusami forse è troppo personale, comunque a Parigi sorgeva davvero la mia casa

il 05/07/2017 alle 14:13

Grazie Far, ad entrambi un abbraccio forte forte

il 05/07/2017 alle 14:14

"soffio di fantasia come ultima esclusiva né buona né cattiva" tre versi che valgono un poema e irrorano di luce tutta la .poesia.

il 08/07/2017 alle 11:11
Nel cuore di Parigi
cresceva la mia casa
ora
in versi bruciata

sui tetti anneriti
comignoli di Modigliani
cruenta la torre
buca il cielo
senza riconoscere
nessuno

soffio di fantasia
come ultima esclusiva
né buona né cattiva

percentuale negata
non lascia mai
così la morte.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Colorina la gatta
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 3 di Agosto del 2017

Ho le lacrime agli occhi! Grazie!

il 07/08/2017 alle 13:19
Lacrime sulla terra scura
per quello sguardo levato al cielo,
cosciente e ultimo saluto
al tuo giardino di vita

ti ho seppellito
in compagnia di un santino,
un angelo
che ci osservava sorridendo.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
La mia città
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 30 di Agosto del 2017

Per Virginio sindaco e tutta la sua ghenga ...

il 30/08/2017 alle 12:22
Stai cambiando
sotto la mia pelle
e non importa
dove arriverà
questa mutazione
puzzolente

io non ci sarò.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
᾿Αριστομήδης
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 14 di Dicembre del 2017

E.C. Clamoroso errore nella terzultima strofa il 'metecio' sta per 'meteco' (vedi) Chiedo scusa ai puristi

il 14/12/2017 alle 17:08

scusato

il 14/12/2017 alle 20:34

Sempre gradevolmente elaborati i tuoi versi, ma vergati da una mano autorevole.

il 15/12/2017 alle 14:17
- colui che tra tarme di penombra
ciabattava nel velluto sdrucito
sotto le volte di saldezza della cripta
era l'accorto mercante Aristomedes
immalinconito da talune incertezze
per certe transazioni d'oltremare

- andava recitando un mantra d'abaco
sulla contabile degli orci d'idromele
soffermandosi per intralci matematici
sul possibile il dovuto il pattuito
tra gli inciampi tediosi del decreto
che imponeva revisioni di stadere
misurando lo spazio angusto del ricavo
e invidiando la facoltà del suo gatto
d'annusare il varco verso al tornaconto

- con invidia premette lo stoppino sull'olio
per consegnare all'oscuro nella sua vista di vibrisse

- e dall'arco della boccadilupo intravide
in visione d'albeggiare tre figure e un asino

- 'oi barbaroi' sentenziò con umore di metecio
accarezzando l'arguzia del suo gatto
che si profuse in fusa arrotolate

17 luglio 2007 - 19 settembre 2009
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
mio guerriero
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 15 di Dicembre del 2017

piacevole poesia......saluto amichevole Gabriela

il 16/12/2017 alle 08:29
oltre il ponte levatoio,
attorniato da montagne,
il guerriero avanza,
all'erta-
sa dei pericoli nascosti,
deve stare vigile-
intanto lei veglia alla
rocca del castello,
il cuore aspetta
con ansia il suo ritorno.-
storia antica che si intreccia
ad oggi, mentre moderno
guerriero prendi la metrò
e combatti hachers
su computer,
lei non ti aspetta piu
alla finestra ma sa
che tornerai,ti aspetta
dolce tra cuscini e seta -
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Guerre per Procura
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 14 di Dicembre del 2017

Encomiabili, del resto fanno parte della Strada Maestra!

il 16/12/2017 alle 12:28
Guerre stagnanti
nell'ipocrisia,falsi
allarmi creati per
essere voi stessi
un domani beati.

dittature ribelli dai
vostri stessi pensieri
forse uno spiraglio
per il mondo di ieri.

della Serie (La Strada Maestra)
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Sotto La Neve
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 10 di Dicembre del 2017

vorrei tanto scrivere bene come te.......bellissima

il 11/12/2017 alle 06:51
Alberi,scheletri in preghiera
e la terra spugna satura
sotto un lenzuolo bianco
su cui i passi scrivono trame
ci sono correzioni
scarabocchi d'indecisioni
ed errori sottolineati in rosso
non si possono più correggere
l'inchiostro, sangue congelato
e il calamaio è stato divorato

un comignolo, sputa tepore
un passero lo cerca
una lanterna indica la strada

le orme il passato senza nome
i vecchi la neve che si scioglierà
i bambini bucaneve in attesa d'affacciarsi

il cielo,una cupola grigia
un raggio di sole è uno scalpello
che lento scava un oblò ai sogni
------------------------------------------
da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Luna d'inverno (Haiku)
3,5/5 meriti (2 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 14 di Dicembre del 2017

ciao auguri se poi non ti sento , leggi mia neve.....la neve invoglia la poesia,.....ciao

il 15/12/2017 alle 06:42

Ciao Ginni, altrettanti auguri a te, ormai ci siamo quasi....brrr...si leggerò, la neve invoglia alla poesia e a stare al calduccio.... ;)

il 15/12/2017 alle 21:26
S'alza la luna
nelle notti d'inverno
pare di neve
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
La lavagna indelebile
3,5/5 meriti (2 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 14 di Dicembre del 2017

Parole tristi , ma quando si ama tavolta si usa l'evidenziatore ,ed e' per questo che serva la forza per poter ricominciare,un saluto

il 14/12/2017 alle 09:42

Ciascuno ha le sue caselle nel cuore (intendi celle della memoria). In alcune i colori sono tratteggi, talvolta vere e proprie incisioni, peggio cicatrici di scarificazioni. Esiste solamente un'alternativa: che non si abbia mai necessità di rimuovere qualcosa, quantomeno in superficie. Nel profondo nulla è, inevitabilmente, obliabile. Salvo traumi. Un quadro perfetto di analitica psicologica dentro un cesto di gradevolissime espressioni con la capacità di emozionare. Molto. L'immagine della lavagna è pertinente: abbiamo veramente lavagne nella nostra mente

il 14/12/2017 alle 15:05

un saluto anche da parte mia e grazie ancora per la vs/ attenzione. Comunque entrambi avete afferrato il giusto senso delle mie semplici parole e di conseguenza del mio attuale stato d'animo.

il 14/12/2017 alle 18:35
Quando sei felice dovresti scegliere con cura
il colore del gessetto con cui scrivi sul tuo cuore,
un giorno potresti avere la necessità di cancellare,
i colori forti sono quelli più resistenti.
il cuore è una lavagna magica 'non ha cancellino'.
puoi solo sperare che il tempo provveda a soffiarci sopra, giorno dopo giorno.........
...ed allora in un tempo lontano, per caso,
ti accorgerai dei segni lasciati su quella lavagna
e ricordare cosa c'era scritto.
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Mentre il mondo va a rotoli (nuova versione)
4,5/5 meriti (4 voti), lettura, 6 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 14 di Dicembre del 2017

Purtroppo il mondo va a rotoli per l'indifferenza e la velocita' che ci fanno correre piaciuta un saluto

il 14/12/2017 alle 09:43

Per i figli l'età dell'eternità si sta allungando per motivi economici, etici, virtuali. Sì, è proprio così: quando una crisi si fa più stringente al contrario di quanto dovrebbe succedere vi è un ritrarsi nel proprio privato. Voglio indagare meglio su questo. Lo verifico nel mondo del volontariato, dove opero, appunto come volontario, presso un patronato. Le vicende con cui vengo a contatto mi confermano che quelli della mia età (65 anni) sta sostenendo un peso gravoso per cercare di far campare meglio le generazioni successive che osservano un futuro con un orizzonte molto lontano. Per non parlare delle baionette che si stanno affilando. Dolente lamentazione ben compresa. Bellissima la strofa finale: alienazione è il suo nome.

il 14/12/2017 alle 12:57

si tratta di un vecchio testo di sette anni fa, ahimè, uno dei primi mandati a PH, e chissà contrariamente alle mie abitudini mi è venuta voglia di rielaborarlo, mi sa che centri un po' anche tu, dopo l'ultimo scambio che abbiamo avuto....grazie Mariano

il 14/12/2017 alle 15:10

grazie Paolocci

il 14/12/2017 alle 15:11

Non una falla: sic transit gloria mundi, amico mio!

il 15/12/2017 alle 13:41

proprio vero ugomas, verissimo...grazie

il 15/12/2017 alle 16:45
Mentre il mondo va a rotoli
io e te, in una stanza chiusi
i cuscini bagnati
è colpa mia
è colpa tua

i nostri figli se ne vanno
sordi, avidi di ogni fischio
di ogni alito di vento
loro, inconsapevoli e sani

mentre il mondo va a rotoli
nella notte sfreccia una macchina
per strada qualcuno si fermerà a guardare
per poi tornare a casa
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Delle mecchaniche et altre cose ancora
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 3 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 7 di Dicembre del 2017

I gatti, Ancient, sono esseri particolari, ed a te hanno inspirato questi versi dal sapore astrofisico, densi come al tuo solito solito, un probabile refuso nell'ultimo verso non ne altera la intensa lettura.

il 08/12/2017 alle 06:35

il testo era già stato redatto quando mi è giunta questa triste notizia. Nell'ultimo verso non c'è refuso: dare contro gli scogli (è stato volutamente omesso "contro"). Si potrebbe eccepire quel quel "sugli" ma il tema erano gli effetti delle alterazioni e delle mutazioni degli astri. Come hanno effetti in cielo così influiscono anche sui versi.

il 08/12/2017 alle 11:19

...Sarà ma se dai sugli scogli la nave va a fondo...e quando mai, poi, per necessità ? Qui c'è una allegoria ma non te la spiego...

il 08/12/2017 alle 16:50
Se le Stelle non fossero altro
che parti più dense del loro Cielo
e quando ciò fosse
la loro densità superasse
quasi d'infinito intervallo
quella del resto del Creato,
se le parti più chiare
ed oscure della Luna
rappresentassero un volto umano
e ci fosse simiglianza
con un ceffo di Leone
o col volto segnato di Caino
con sulle spalle
un irto e grave fascio pruni
e sulla faccia dello stesso Sole
si vedessero produrre o dissolvere
materie dense e oscure
in sembianze simili alle nuvole
che s'avvinghiano sulla Terra
e molte di queste macchie
fossero così vaste
quanto tutta l'Africa e l'Asia ancora,
allora questo sarebbe un navigar
senza bussola, senza remi, senza Stelle,
e converrebbe per necessità
dare impavidi sullo scoglio in secca.

(dedicato alla gatta Pallina, passata la scorsa notte)
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Clangor
4,7/5 meriti (3 voti), lettura, 7 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 11 di Dicembre del 2017

refuso: dentro coltri riscaldate.

il 11/12/2017 alle 19:52

ci vedo un messaggio importante, il passaggio della morte non compreso...piaciuta

il 12/12/2017 alle 12:10

Estote parati semplicemente , perché Egli viene come un ladro nella notte. Sì, quante spoglie inanimate sulle spiagge della terra! Memento homo quia pulvis e set in pulverem reverteris. Tutto qui il nostro esistere.

il 14/12/2017 alle 16:12

E.C. Memento homo quia pulvis es et in pulverem reverteris. Pardon ma il senso non muta di un et.

il 14/12/2017 alle 16:13

"Sheol" nell'Antico Testamento significa (sic et simpliciter) fossa, buca. Solo le tarde traduzioni greche e latine, stravolgendone il senso, lo identificheranno con l'Ade e l'Aldilà.

il 14/12/2017 alle 16:46

Ho cercato a lungo lo sheol ma non l'ho trovato. Qualcosa mi è sfuggito? ho trovato un 'contri' che non ho compreso. Ho sbagliato tutto?

il 14/12/2017 alle 16:58

Scusa visto ora il refuso: coltri. Pardon!!!!

il 14/12/2017 alle 17:17
Dal cavatore estratto a raschio
nei graniti delle Apuane
ai resti di un martirio
consumato lentamente
dentro contri surriscaldate.

Quanto è lunga, infinita,
nella lotta senza quartiere
questa lista di caduti
che si avviluppa silenziosa
attorno all'elica contorta
da sempre conosciuta
come Albero della Vita.

E quando risalirà
dalla gola della terra
la perenne arsura
di una sete universale
chi non beve resterà nella notte
e le tortore piangeranno
sommessamente
tubando a voce ferma
sui miliardi di gusci vuoti
sparsi tra polvere e sabbia
e raffiche di vento
e quant'altro vomita
il Creato nella notte.

Chi non ascolta
rimane nella notte
e resta sordo a quel richiamo
nel clangore profetizzato:
"siate pronti, sì vengo presto".
  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Congresso
4,5/5 meriti (4 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 6 di Dicembre del 2017

insomma è come dire "so solo affari nostri..."mi è piaciuto il linguaggio ed il messaggio

il 07/12/2017 alle 16:37

Molto bella questa contaminazione di linguaggi, talvolta l'ho usata anch'io in altri testi qui non passati. Il linguaggio della consunzione e dei determinanti questa non ha tempo o forma espressiva; avviene e basta, malgré nous, che il più delle volte, che significa sempre, siamo impotenti di fronte ai Potentati terracquei o iperuranici. Temo sinceramente il Peggio

il 09/12/2017 alle 14:54
Che nella Luna,
ò in altro Pianeta
si generino ò erbe,
ò piante, ò animali
simili ai nostri,
ò vi si facciano
piogge, venti, tuoni,
come intorno alla Terra io non sò,
ma per comodo degli huomini
nascono i cavalli,
per nutrimento de' cavalli
produce la Terra il fieno
e le nugole (errabonde) l'adacquano.

Quindi ascolta, tuo malgrado,
lo strascico secco di serpe
che d'inverno in te ròse
fogli e muri macchiati di me
e colò giù viscido e rapido
d'un color verde grigiastro
che perse nel flebile
quel sospiro tuo
d'atomica amante.
ora a nulla serve
la tua proliferazione
costretta a portare cibo
nelle sale del pranzo
e sopportare i rivoli del sudore.
i tuoi Dei remoti
piangono con te
e secche sono le loro labbra
non prendono cibo.

Gli Elementi si alterano
e si corrompono,
perchè si toccano
e si mescolano tra di loro
ma i Corpi Celesti son separati
dagli Elementi, dai quali
non son ne anco tocchi.

(la prima e seconda parte andrebbe in corsivo)
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Ācatl
4,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 9 di Dicembre del 2017
Nel primo anno,
nell'anno della Canna,
prima che il cuore di Cortez
avesse assunto la durezza
del ferro siderale
il Colibrì del Sud sognò
in una di quelle inutili
quattro notti di Febbraio
grappoli di Volta
che viravano sul viola
come nei fondali
inchiostrati all'ecoline.

Poi un accozzo di gole
e scalpitii strani
s'addensò sul quinto Quadrante
come grovigli
di tenie defecate
ed i bimbi addormentati
al risveglio diventaron topi.

Trascorso il tempo
del mantenimento,
passi, pensieri ed atti
resero l'alito
e del Disco sciolto restò
solo l'anno del contadino.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Spolvero Ossa
4,5/5 meriti (2 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 13 di Dicembre del 2017

testo interessante con una chiusa che spinge alla riflessione sulla caducità della Vita. Bravo l'amico paolocci

il 14/12/2017 alle 22:51
Spolvero ossa in un
tetro cimitero senza
mai guardarmi dietro.

quante gambe e quante
mani migliaia di storie
che non conosceremo
mai.

spolvero ossa parlando
da solo,tanto nessun
spirito e' qui in volo.

i teschi sono i meno
rovinati e gli occhi son
ben scavati,quanto amore
e quanta ira in una vita gia'
finita.

spolvero ossa e sono da
solo,allora mi domando
quando io spicchero' il
volo.

della Serie(Mestieri Scomparsi)
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Tu sei andata a nord, io sono andato a sud
2,0/5 meriti (1 voti), lettura, 4 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 20 di Novembre del 2017

un plauso, per la semplicità e la sincerità

il 20/11/2017 alle 12:31

Situazione ben conosciuta. Narrata semplicemente e apprezzata per questo. Le metafore alle volte nascondono contorcimenti non pertinenti. Dire le cose come stanno: siamo lontani ma accomunati da un vincolo. Benvenuto Zanetti.

il 20/11/2017 alle 18:27

Grazie infinite! Ciao a tutti

il 20/11/2017 alle 23:48

Qualcuno direbbe storie di altri tempi ,ma sono sempre storie da legami indissolubili dove amore e sacrificio accompagnano una coppia un applauso per te clap clap clap

il 21/11/2017 alle 09:06
E così é finito il nostro amore sulla Terra. Tu sei andata a nord mentre io sono andato a sud. Sono passati molti anni. Tutti i ricordi dovrebbero scomparire ed invece ogni anno fioriscono, come rare orchidee dietro ad un vetro colorato da un cielo azzurro. Sono passati molti anni. Tu sei andata a nord, io sono andato a sud. Le nostre menti continuano a cercarsi, mentre i nostri corpi si abbandonano scontenti ad un destino diverso, , in luoghi differenti e così lontani tra di loro. Tu pensi a me, io penso a te. Sono passati molti anni. Questo amore non vuole morire. La mente che abbandona il corpo. La mente che fugge dal corpo. Pensieri che si incontrano, corpi lontani. La mente che vince su tutto, perfino sul tempo. Il mio amore ti raggiunge quando vuole anche se tu sei andata a nord ed io a sud. I violini continuano a suonare, le tue lacrime scorrono sul mio viso , la tua voce é la voce dei miei pensieri. Sono passati molti anni, non ti vedo da molti anni. Credo di aver capito, noi siamo sempre insieme anche se il tuo corpo é andato verso nord ed il mio verso sud. Ogni giorno ti raggiungo, mi raggiungi. Questo amore non vuole morire.
  • Attualmente 2/5 meriti.
2,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Lettera a casa
3,8/5 meriti (5 voti), lettura, 5 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 11 di Dicembre del 2017

scusa ma mi perdo nel tuo labirinto di parole ,,,,,,riesci a spiegarmi un po '''?

il 12/12/2017 alle 07:21

Un’architettura si parole e ritmi complessi esprimono con veemenza e compostezza di forma concetti e vicende personali di difficile partecipazione ma pur sempre interessanti.

il 12/12/2017 alle 12:37

Lettera a casa di chi è lontano da casa! Solo chi ha fatto esperienze di vita lontano da casa può capire, la propria identità, l'appartenenza culturale, la lingua messi in discussione, una malinconica visione con radici trapiantate in altro terreno e i rami più alti che da lontano mirano al ritorno al nido! L'uomo è un navigatore, un avventuriero e oggi più attuale che mai dove si va per inseguire il miraggio di un lavoro e condizioni migliore e dignitose di vita. Per quanto sia lunga la vita l'appartenenza, il nido, la casa natale resta il nucleo al quale attingere serenità e riprendere fiato per i cambiamenti e le novità nei momenti di sconforto e sbandamento... io così l'ho letta! La poesia smette d'essere dell'autore per divenire del lettore a specchio del proprio sentire e della personale capacità di intelligere e interpretare... non v'è lettura sbagliata ma poesia che risulta emotivamente sterile!

il 12/12/2017 alle 13:41

Per GINNI Ti manderò per messaggio la parafrasi della poesia. Stasera no perché ho altre cose da fare. Promesso. Grazie del passaggio. Per gli altri: grazie innanzitutto. Il testo non riguarda situazioni personali ma interiorizzazioni e considerazioni dopo molti contatti con molte situazioni di disagio o di difficoltà lavorative di emigrati nel nostro Paese. E' di quasi dieci anni fa ma le cose sono sempre valide se non ancora più complesse. I personaggi della scena sono costruiti sulla summa di molte cose udite e considerate. Il richiamo a Ellis Island è palese: era il passaggio obbligato dei migranti (moltissimi italiani) verso gli Stati Uniti. E non erano rose e fiori. Ora sono si tendono fili (fili preconizzati nella frase: 'o labirinti analoghi con fili sanguigni'). Non era difficile essere profeta udendo le considerazioni personali e politiche di soggetti privati e pubblici, già allora.

il 12/12/2017 alle 18:34

anch'io avrei scommesso sull'autobiografico e resto ammirato dalla spiegazione che hai dato Mariano, ti fa molto onore....in più i versi criptici ma raffinati conservano vivezza, testimoniata dalla curiosità che hai suscitato

il 12/12/2017 alle 20:35
E' una faccenda oltremodo complessa
allinearsi ai suoni che qui hanno in uso
smorzando la ritmica dei miei ottoni
per riudirli la notte in imperfetti silenzi.

e non concede una qualche assonanza
lo stesso scambio d'espressioni comuni
anzi modula una differenza straniante
nonostante io esista per carta ufficiale.

Ciò che è peggiore e diventa dolente
è il mutare caustico delle loro stagioni
che ci tumula tutti nella fossa comune
con nomi imprecisi per idioma oscuro

da molti giorni ascendo per ferri
di un pentagramma di norme incerte
restaurando una casa colma di echi
che mi ricambia con pane e giaciglio

e' da questo ponteggio elevato a faro
che talora intravedo i fumaioli erranti
ed Ellis Island che appare in caligine
o labirinti analoghi con fili sanguigni.

poi questo dolermi sfuma oltre i confini.

la nostalgia vi avvolge, madre ed Ilirjan,
veglianti un luogo dove la cicogna dimora.

apparite in attesa di provarvi in un volo.

12 maggio 2008 - 09 giugno 2008
  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
neve a Ninive
4,0/5 meriti (1 voti), lettura, 5 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 11 di Dicembre del 2017

Azzeccato il titolo,dopo ti sei perso.Peccato

il 11/12/2017 alle 21:43

sono in totale disaccordo. trattasi di poesia astratta, come molte delle mie.

il 12/12/2017 alle 10:27

Allora scusami!Mi rileggerò con attenzione questa tua ultima fatica.

il 12/12/2017 alle 21:41

E' stata una felicissima scoperta per me che vado navigando alla ricerca di voci. Mi sono trovato in un mare spumeggiante che ha sconquassato la mia seriosa imbarcazione ben calafata di pensieri nobili. La leggerezza non è superficialità e tante tue annotazioni lo svelano. Gioisco quasi orgasmino quando stappo liriche spumeggianti con decine di retrogusti e richiami di richiami, anche se montati lì per lì,il che vuol significare fecondità. A rileggerti più che volentieri. Vi sono altri come te qui dentro questo calderone che riscaldano le menti abbassate sulle parole ricercate, condensate, oscure come antri vuoti. Siete la gioia. Ma anche il pensiero.

il 14/12/2017 alle 17:35

troppo buono! grazie mille!

il 14/12/2017 alle 18:42
Ogni sacrosanto granello
di pura arenaria assopita
lungo il litorale millenario
trasudava calore dai suoi
atomici alveoli e poco distante
le granite nel carrettino bollivano
come variopinte tisane
mi versai altri 15 uomini
nella cassa del morto
mentre le grandi pale esauste
sezionavano cubetti di rum
direttamente dalle Antille al consumatore
più consumato di uno strofinaccio appeso
ai soppalchi delle renne che veicolavano
baluginanti devote fittizie strenne
nel deserto il sole affogò
in una mota di neve modellata
dalle fantastiche fantasie infanti
in piccoli eserciti di pupazzi
marcianti carote in resta
sui parapetti e sui scendiletti
e come di consueto da tradizione
verso l'ora nonna vennero scoperchiati
dolci imbrogli in abbondanza
immersi in catini di spumante al tritolo
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
La speranza silenziosa
3,5/5 meriti (2 voti), lettura, 5 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 8 di Dicembre del 2017

ma dio sa distinguere e capire, forse la confusione è dentro noi

il 09/12/2017 alle 06:55

Dio sa se sarà l'ultima mia poesia.

il 09/12/2017 alle 16:20

Splendido condensato 'poetico' dell'opinione che vorremmo avere di noi estensibile a tutta quell'umanità accasciata che si interroga nelle solfatare, tra le montagne di spazzatura, che raccoglie il guano e vive tra i reflui metifitici delle favelas e delle bidonville. Ha anche l'aspetto di un'invettiva che fa da controcanto all'enunciato. Vedo due livide mani levate ad un dio silenzioso.

il 10/12/2017 alle 19:09

Hai ancora mondi da vedere, Steve, viaggia ancora con noi! L'Occhio è vastissimo.

il 10/12/2017 alle 19:13

Dio ha creato anche i cani e oggi come oggi questi son sicuramente più leali e più affettuosi di no. Non demordere, tutti abbiamo dei problemi.

il 12/12/2017 alle 13:20
Io figlio
cane di Dio
comunque persona.
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
primo gelo
3,8/5 meriti (5 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Domenica, 10 di Dicembre del 2017

molto bella complimenti

il 11/12/2017 alle 06:49

notevoli gli ultimi 3 versi

il 11/12/2017 alle 16:33
ora, finalmente, dormirò!
scenderà il sonno
come una calda
trapunta di quiete,
sulle membra indurite;
scioglierà il nodo dell’angoscia,
darà ristoro ai pensieri
che si accumulano
nei corridoi dell’anima mia,
impedendone il riposo.
ho detto: “dormirò” !
e lo grido forte,
nel mutismo labiale
che sa di primo gelo.
  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da ancientdreams nell'ultima settimana
Rituale oscuro per anime affini
3,8/5 meriti (5 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 9 di Dicembre del 2017

Il titolo mi ricorda certi "titoli" di David Foster Wallace, quindi è già molta roba.Odori di Lovercraft e di originalità sottaciuta, quindi notevole.

il 10/12/2017 alle 15:52

Grazie Brassens, apprezzo l'accostamento e amo questi autori....

il 11/12/2017 alle 19:01
L'invocazione notturna
a una luna invernale
dal biancore di ghiaccio

vicino all'albero dalle radici infernali

potranno solo giungere qui
le legioni antiche
che conoscono la mia maledizione

coloro che hanno lottato nei secoli
con le loro tenebre e i loro demoni
senza mai arrivare a una sconfitta

ma nemmeno a una vittoria piena,

e come me avranno negli occhi
sfere di cristallo e nel cuore spilli
che bucano le carni

ecco a loro il mio invito segreto
  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)