Vedi tutte le Poesie lette da albi dell'ultima settimana

Pagina aggiornata il: 20/01/2018 00:34:39
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
amore E' vita
2,5/5 meriti (2 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 26 di Gennaio del 2017

Sei gentile verso l'amore, amica Mirella! Bravissima!

il 26/01/2017 alle 19:43

Morris... do sempre una chance all'amore, non credo mai che possa finire .Sono un inguaribile romantica. Notte dolci sogni.....

il 27/01/2017 alle 00:19
Non sò se ancora si può amare
dopo un addio.
quando meno te l’aspetti
come valige colme
chiuse
pronte
destinate a un lungo viaggio
all’improvviso si aprissero
lasciandoti sul binario vuoto
a raccogliere tutte le cose del passato.
sei lì con tutte le gioie e le ferite
svelta rimetti tutto a posto
e non hai più voglia di partire.
hai paura d ’affrontare quel sentimento
che è Amore.
non vuoi rifare le valige e scopri
di poter amare ancora più di prima.
ti coglie inaspettato, come la morte.
solo che con l’amore puoi resuscitare.

mirella Narducci
  • Attualmente 2.5/5 meriti.
2,5/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
L'avaro come il porco......è buono dopo morto!
2,0/5 meriti (1 voti), lettura, 16 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 13 di Aprile del 2006

Simpatica la tua analisi.
Non è nemmeno troppo lontana dal vero.
Un saluto affettuoso,un abbraccio,e...
un inchino ed una rosa per te.

...e un'ottima Pasqua!
nicky

il 13/04/2006 alle 13:18

Ciao Ivars......grazie per avermi letto e cosi simpaticamente commentato.
Un amichevole saluto.....GABRIELA.

il 13/04/2006 alle 13:46

Ciao nicky........no... non è per niente lontana dalla realtà.... esistono soggetti che vivono male e, purtroppo, fanno viver male anche chi gli vive accanto.
affettuoso saluto.....GABRIELA.

il 13/04/2006 alle 13:52

Augurissimi di ottima pasqua anche a te.....GABRIELA.

il 13/04/2006 alle 13:57

Un vizio da vivo trasformato in virtù da morto.
Ottima resa, brava.
Auguroni per la S. Pasqua, un abbraccio, mati

il 13/04/2006 alle 16:15

Ciao mati......intelligente e veritiero commento.
Auguroni per una serena pasqua anche a te .....GABRIELA.

il 13/04/2006 alle 16:28

Augurissimi per una lieta e serena pasqua....GABRIELA.

il 13/04/2006 alle 16:32

....titolo che lasciava presagire qualcosa di diverso...ma la tua analisa è precisa puntuale come la spartizione con qualche vituperio in più da parte degli eredi.
mi è piaciuta la semplicità dell'esposto, brava con stima franco

il 13/04/2006 alle 22:52

troppo,troppo e ancora troppo bella perchè VERA !
Grazie e...continua ....pierguido

il 14/04/2006 alle 11:43

Tuttu quellu
che essu cià
domani verrà dato
a l'eredi che
accompagnannulu liedi
a lu campusandu,
diranno
quellu brav'omu
dovemo fallu sandu.

Scusami se mi sono presa la libertà e il piacere di tradurla nel mio dialetto, ma mi è tanto piaciuta l'ironia che io riverso sempre nel dialetto.
Un saluto grande
sol

il 14/04/2006 alle 14:09

Grazie franco per avermi piacevolmente commentato......
Un amichevole saluto e augurissimi per una lieta pasqua....GABRIELA.

il 14/04/2006 alle 16:54

Grazie pierguido....per avermi letto e...piacevolmente commentato....
Un amichevole saluto e ,augurissimi per una serena "PASQUA".Gabriela.

il 14/04/2006 alle 17:04

Ciao sol... piacevolissima la tua traduzione, grazie per avermi commentato.....un saluto grande anche a te e............
"AUGURISSIMI DI BUONA PASQUA".... GABRIELA.

il 14/04/2006 alle 20:07

L'avara e comme' 'o purco....e buono roppo' muorte!

L'avara e tutte chelle
che tenè sarrà riato,
a lì eredi che
accumpagnanè alleramente
'o campusanto',
dicene'....
chisto e nu' brav'ommè
l'lammà fa'santo.
Non poteva che essere tradotto anche in napoletano.Cara Gabriela.la tua simpatica poesia è piaciuta tanto!..Un grande abbraccio e "BUONA PASQUA!".Dora

il 14/04/2006 alle 20:26

Dora carissima.....un grazie di cuore per il tuo simpatico e gradito commento...
Un abbraccione e......serena buona PASQUA anche a te ....GABRIELA.

il 14/04/2006 alle 21:19
Tutto quello

che egli possiede,

domani verrà dato

agli eredi che,

accompagnandolo lieti

al camposanto,

diranno.....

quel brav'uomo

dobbiamo farlo santo.



  • Attualmente 2/5 meriti.
2,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
anima persa
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
A=amore
n=negato
i=implode
m=mestamente
a=assorto

p=pretendendo
e=emozioni
r=regalando
s=sensazioni
a=amare
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
credevo fosse amore
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
C=credimi
r=restavo
e=esterefatto
d= dovendo
e=elaborare
v=vogliose
o=ostinazioni

f=frugavo
o=oscure
s=sensazioni
s=selvagge
e=elevando

a=anoressici
m=messaggi
o= O
r=ripudiando
e=emozioni
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
spirito
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
S=sagaci
p=pensieri
i=irrompono
r=raggianti
i=in
t=tantriche
o=occasioni
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
Illusione
2,3/5 meriti (3 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
Con te
per l'universo
etereo volo,
immerso
nel mirabile torpore:
la lattea schiera
delle stelle involo
e d'oblio e di pallido splendore

per te compongo un serto
e la tua fronte
d'immortale divina
aureola cingo.
così vaga
letizia dalla fonte
d'amore sgorga,
e questo canto attingo

che per l'eterno
formo tuo ricordo:
cara illusione mia,
sublime inganno
che il petto tiene
sì.. despota e sordo!
sogno di pietra
frutto dell'affanno

che mi soggioga
e fumiga, reggendo
le azioni mie su trampoli
di nebbia:
tale è l'arcana forza
che fingendo
blanda malia,
d'oblio la mente annebbia...
  • Attualmente 2.33333/5 meriti.
2,3/5 meriti (3 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
Sera Di Gennaio
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
Il freddo frigge nell'aria
tremano i lampioni
come a voler firmare la resa

non c'è anima viva
sotto l'unica stella incastonata
in una cupola di cemento,
gli animali hanno scommesso
di salvare la pelle
solo la volpe scaramantica
mastica l'odore dei sogni
e pettina trame inzaccherate

rumori e respiri
congelati in arabeschi trasparenti
nella foresta di vetro
----------------------------------------
da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
Il mio mondo ii° versione
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
Risuona dolcemente nel mio intimo
la voce che ti ha abbandonato
ancor prima della vita,
velando d'angoscia il mio cuore,
inaridendo i sogni
che recavano con se gioia
col sorgere del sole,
la voce che si è spenta
ma intona la sua armonia,
nelle parole di coloro
che ci conobbero entrambi,
dal riflesso della tua luce
sui loro volti distratti,
restituendo ai miei occhi
i colori del mondo,
la tua bellezza vivente
nei sogni che ho rinnegato
senza malinconia,
lungo i paesaggi della mia città sacrale,
durante la tua lunga primavera
profumata di ogni fiore,
nei giorni del tuo inverno
splendente di luce,
più preziosa per me del sole nascente,
tanto da amare come non mai la vita,
nei giorni del dolore,
del lungo commiato
modulato da flebili parole
venate di tristezza
che solo ora sciolgono il mio cuore,
nel rimpianto di quei sussurri
perduti insieme alla gioia di vivere
la meraviglia del mondo,
nel cuore delle strade
dove, prima di ogni mia memoria,
sempre mi cullò il tuo amore,
le strade consegnate all'incantesimo
negli attimi in cui
scrivesti la poesia della mia vita.

ti ho vista
completamente avvolta
in un lenzuolo bianco,
simile ad una piccola suora
pallida e inerme,
e infine rigida e gelida
come una pietra d'inverno
nella tua ultima dimora terrena,
coccolata da due pupazzetti felini,
simulacro dei gatti
che tanto amasti in vita,
quasi al punto di animarli del tuo stesso spirito,
liberando essi,
nel loro candore,
i pensieri che noi logoriamo
nella dissimulazione,
la gioia semplice e pura
che non scalfisce i nostri cuori.

come una reliquia
conservo l'immagine di una gatta,
che, con tenerezza infinita,
stringe a se il proprio cucciolo,
il cui musetto palesa
il benessere e la gioia più intensi
che io abbia mai immaginato,
stiracchiandosi appena,
mentre entrambi strizzano gli occhi,
ed io mi specchio nella loro felicità,
riflettendo per un attimo appena
la mia immagine e quella di mia madre,
di cui non rammento ricordo più vivido.

assurdamente freddo e distante,
quasi estraneo,
mi appare il volto allora fresco e giovanile
che pure fu l'universo per me,
solo nelle immagini senili
i tuoi occhi guardano nei miei,
e il tempo ha scolpito
nel marmo pregiato
la dolce mestizia dei tuoi lineamenti,
negli anni del declino,
dell'eterna giovinezza dell'anima,
dell'oblio dell'inganno più dolce,
dell'orizzonte annegato
nell'azzurro del mare più intenso,
dell'impostura leggera
che dipinge il futuro
dei colori che amiamo,
le uniche immagini
che ora visitano i miei sogni,
sempre invocate
nella terra di nessuno
fra il sonno e la veglia.

tua l'esile speranza
che nutre le mie preghiere apocrife,
essere un giorno
una nuvola d'oro nel vento,
su cui si posi in eterno
la tua carezza lievissima e avvolgente,
laudano e tenerezza
dell'interminabile infanzia
della mia vita.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
inferno
5,0/5 meriti (2 voti), lettura, 5 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018

Assolutamente vero! Niente altro da aggiungere se non il fatto che, per pulirci un po' il pensiero, possiamo fare piccole cose anche se poi saremo, comunque, soli. E forse negli attimi degli attimi della nostra infinitesimale esistenza persa in un Universo terribile saremo per un attimo di attimo sereni. E se poi non saremo nulla per la Natura sarà già tutto passato.

il 16/01/2018 alle 14:04

Concordo col tuo pensiero: alla fine nn saremo niente! Saremo dispersi chissà dove, per pochi anni nei ricordi di qualcuno e poi... puff... niente più! Altro che eterno... ahahah...

il 16/01/2018 alle 14:24

non voleva essere un manifesto a favore dell'ateismo,è una dedica a una persona al momento non troppo simpatica, io credo in un Dio, o come lo vogliamo chiamare, credo altresì che l'immortalità esista, ma che sia la cosa più difficile da ottenere per un essere umano...grazie

il 16/01/2018 alle 16:38

Bravo sono daccordo con te specie nel finale del tuo commento ,un saluto

il 17/01/2018 alle 10:47

grazie paolocci, contento del tuo apprezzamento

il 17/01/2018 alle 22:03
Quanti bimbi nascono
quanti vecchi muoiono
nelle immensità delle ere
dimmi se servi a qualcuno, a qualcosa
se hai mai dato calore a un cuore
accresciuto la speranza

si perde la tua vita
diluita dalle finzioni dell'ego
la testa sbatti contro un muro
un muro che in fondo nemmeno c'è
e non sarai forse nemmeno grasso buono
per i fiori
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
La bestia nera.
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018

Mi sovviene 'Samarcanda' di Vecchioni che parla della scomparsa del padre e di un cavallo e di una nera signora. La leggenda che la sottende è complicata si rifà alla tradizione araba, parla di soldati, della sorpresa della morte di non trovare il morituro. Qui la scomparsa c'è e siamo solitari guerrieri in questa vita o marinai alle prese con tempeste. E' la Legge. Il finale potrebbe essere quasi simile: la riconciliazione o la salvazione. Sono anch'io sulla strada per Samarcanda per cui mi commuovo ma tardivamente.

il 16/01/2018 alle 19:29

adoro Vecchioni, un poeta prestato alla poesia.si, credo proprio che riconciliazione sia il passo ultimo, più importante, che ci permetta di fare pace con noi stessi, inanzitutto.

il 17/01/2018 alle 11:34
morde dentro la bestia nera
braccata nei vicoli stretti
del mio destino
lo sento come uno stiletto
il pugno pieno di rabbia
nel cuore ficcato stretto
mentre alza la cresta il mio orgoglio
verso l'angelo maligno
che lo sfida al volo

perduto ormai
è ogni orizzonte..

resta soltanto il ricordo lontano
dei giorni acerbi quando al cielo
tu mi sollevavi forte

ricordi? Canticchiavi al mattino
e tra la barba insaponata
intravedevo il tuo sorriso

bellissimo per me...

tu eri un'aquila
un corsaro
il re del mondo...

padre che mi hai lasciata
sola ad attraversare
questo mare e le sue burrasche
dal rimpianto spezzata in due
come l'albero maestro
di una nave alla deriva

non andar via senza parlarmi
guardami!..

all'alba
nel travaglio di un nuovo domani
tra l'infinito delle stelle immote
abbracciati ad una preghiera

ritroveremo il nostro amore
per sconfiggere la bestia nera
della nostra antica ostilità
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
E dunque assolo
4,0/5 meriti (1 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018

Il tempo è tornato presente e greve. Ha un suo fiume trascinante tutti e tutto ed è fornito di mille mani per mille cose da strascinare. Nel frattempo ci dà un'effimera facoltà di godere e patire delle nostre temporaneità, nudità con molte parole, essenze conturbanti, perdite, liturgie di novizi, altro. L'alcova intrinseca del nostro ego è alla sua piena potestà. Bella e terribile costruzione. Scenderemo nel gorgo, muti?

il 16/01/2018 alle 19:06

Il tempo questa grande illusione umana che decide i ricordi, i rimpianti... La mente lo architetta, lo gestisce placebo d'esistenza destinata alla morte... Se solo si capisse che vivere è donare ed è nel dono il senso ultimo della vita tante paure, resistenze verrebbero meno ma ahimè siamo uomini, arroganti e antropocentrici... Grazie Mariano dell'affettuosa attenzione ai miei umili scritti!

il 18/01/2018 alle 09:45
-E dunque assolo il tempo
muore sordo gorgo al defluire
d’essere vago montaggio demente
di febbricitanti fotogrammi
dal midollo imbevuto di dolore.
-Esala nudità sotterranee
il sacro domatore d’effusioni
alleluia caste su arenili d’astrattezze
e copre vasti spazi febbrili
nell’allevare muto un letto di parole.
-Rifugge ora, rincorre, dilata
alchemico ladro e aspira
sfarfallio delirante colmo d’altura
aromi d’essenze a fulcro d’arnia
e dolori spuntati d’anima
nella perdita reiterata e muta.
-Trema l’invaso senza salvezza
il labile effimero innesco
sudario asperso di liturgie intrise
tragitto di candidi canovacci
sgorganti fonti aurorali
allevati su novizi cagli di fede.
-Intima alcova al di là del chiarore
l’eufonia dissotterra, giace intingoli d’io,
inerme giglio sepolcrale di volo
rimodella indomita solennità al noi
illusorio palpito di morso digiuno.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
Uomo di Polvere
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
… e poi finisce che si muore
Ti ritrovi in un luogo sconosciuto
avvolto di pura claustrofobia
oppure, sei polvere
quasi inodore - un senso di bruciato - indolore

Non si sa cosa farò
o se avrò un’altra vita
Unica certezza è che il mondo, visto da fuori
è prospetticamente meraviglioso; escludendo i miei simili!

Mi consola sapere che chi è ancora lì si arrangia lo stesso
e prima o poi sarà come me, polvere grigia
forse vento, forse acqua… forse farfalla o tigre
grosso baobab o svettante cima

Sono qua… non so dove ma so per certo
che avrò modo e ogni eterno
per morire ancora di vive fantasie
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
napoleone
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
N=nanetto
a=avidamente arrivista
p=pretende
o=ovazioni
l=leziose
e=e
o=onori
n=naturalmente
e=elargiti
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
luce
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
L=lamenti
u=universali
c=chiamano
e=eternità

________________________________________
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
Di te scrivo
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 15 di Gennaio del 2018

"di te che passi sempre dove io mi nascondo", in particolare, frase bellissima

il 16/01/2018 alle 15:33

Grazie per l'attenzione

il 17/01/2018 alle 16:34
Scrivo di cose lontane
che io solo conosco
scrivo di chi incontro
e mi piace capire
di te appena lasciata
di te appena rivista
scrivo della notte perduta
dei giorni senza suono
della canzone ascoltata dalla radio difettosa
ora che il silenzio è un perdono ripreso
scrivo del nulla intorno
di te che passi sempre dove io mi nascondo
di te imbronciata all'alba dei rimorsi
scrivo le parole che nessuno pronuncia
scrivo di e, dunque
perché solo questo so fare.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
Si è sentito dire
4,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 15 di Gennaio del 2018
Ha usato il telefono
per chiamarla
il posto è un motel incastrato
tra due promontori.
ha usato uno di quei telefoni
appesi a pareti scrostate
parlava giocherellando con il filo
tra le dita
ed è stato parecchio in silenzio
lei piangeva, almeno gli sembrava
ha pensato di consolarla.
non ce la farò ad esserci. Ha detto
sei il solito bastardo! Si è sentito dire
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
Il Sistema
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 15 di Gennaio del 2018
Molti umani dipendono
quasi totalmente dal
sistema,che combat
terebero per difenderlo.
vendendosi Genitori
mogli e Figli.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
finestra
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
F=fortuito
i=intermezzo
n=nasconde
e=evasione
s=straordinaria
t=tramite
r=rimembranze
a=antiche
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
mi vesto d'oblio
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
M =materia
i =informe

v =vaga
e =elemosinando
s =sorrisi
t =tristemente
o =obbligati

d =dubbi
i =improvvisi

o =osservano
b =barriere
l =lambire
i =ignoti
o =orizzonti
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
salvami
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
S=sorreggimi
a=ancora
l=laddove
v=voglia
a=affogare
m=mie
i=incertezze
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
parliamone
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018
P=permettimi
a=ancora
r=ragionamenti
l=lineari
i=intorno
a=A
m=momenti
o=ove
n=nidificano
e=empatie
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
“ dalla terra di calaggio “
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018

Calaggio è una frazione di Bisaccia o sbaglio? I Dioscuri erano entità benefiche: perché i salici da vimine piangono lacrime? Ci sono forse pale eoliche da quelle parti che offendono il paesaggio bucolico? Cosa si intende, sempre che vi sia risposta ai miei quesiti.

il 16/01/2018 alle 18:42

Calaggio è una frazione di Bisaccia (SI) I dioscuri erano entità benefiche!!! si anche forse...da Levi apprendo: i dioscuri padroni del luogo, il brigadiere... e il podestà " che benefici proprio non sono!) i salici piangenti d'estate sono roventi: Non c'è più spazio materiale per piantare pale eoliche eppur lo fanno ancora. Ho risposto vedi sono stato bravo e che voto mi dai? Ciao Mariano saluti e salute per te.

il 18/01/2018 alle 11:31
or la terra arata è brulla
ma fra poco spunta l’erba
del colore del ramarro
gialli i salici che a maggio
piangon lacrime di fuoco
per i grigi ventilanti
dei dioscuri roboanti.
è piùildisagiochelagionmsgennaio2018”
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
Utente eliminato
Il canarin curioso e gli animali strani
3,6/5 meriti (5 voti), lettura, 13 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 20 di Agosto del 2013

Un'altra fantastica storia per arricchire il mio quaderno. Sei bravissimo! Un abbraccio,patty

il 20/08/2013 alle 19:00

davvero molto bella questa, divertente e gustosa, complimenti, ciao

il 20/08/2013 alle 19:10
Jul

Tanti bambini sarebbero felici di addormentarsi ascoltando il tuo "Canarin curioso". Ciao, Jul

il 20/08/2013 alle 19:43

la curiosita' delle volte fa strani scherzi, simpatica anche questa.

il 20/08/2013 alle 20:16

Bella fiaba espressa liricamente. Complimenti!

il 20/08/2013 alle 21:00

Visione trascendente di fiabesche magnificenze!

il 20/08/2013 alle 22:12

La leggerò l mio piccolo cucciolone quando va a ninna che è un curiosone e li piace da morire quando la mammina si dedica a leggerli qualche affascinate scritto Nelly saluta lasciandole anche la sua serena buonanotte

il 20/08/2013 alle 22:54

Grazie di avermi dato un minuto di buon'umore. Eclisse.

il 20/08/2013 alle 23:50

“Son ‘na ‘zanzara-tigre’, insetto scaltro...!!!” “ma và via, và....... raccontala a qualcun altro !!!!!!” bella molto bella ☺☺☺

il 21/08/2013 alle 13:42
Un canarin curioso, stufo di gatti e cani,
scappò dalla sua gabbia alla ricetca di animali strani.
e così, giunto sulla riva di un torrente
fece capolino, improvvisamente,
un pesciolino, e gli disse : “E tu chi sei ?”...
“Una ‘trota-salmonata’!...”   “Ehi, ehi, ehi...”,
rispose il canarino... “Ciò non mi sembra vero...
per me, tu mi stai prendendo in giro...”
“No”, rispose il pesce, “per davvero...
...la verità io ti ho detto... son sincero...
mia madre era un salmone, mio padre una trota,
ed io son nata ‘trota-salmonata’

dopo che han fatto l’amor pe’ na giornata !”
“Bah!...” pensò il canarin... “sarà un caso...
ma credo che mi abbia preso per il naso!...”
 
e così, continuando il suo viaggiare
prese la strada che andava verso il mare,
e vide, mentre c’era il mare mosso,
far capoccetta un pesciolone grosso,
che gli rispose : “Uno ‘squalo-balena!” alla domanda “ma tu chi sei ?”
 “Uffa..... ancor ‘sti nomi doppi !!!   “Ehi, ehi, ehi...”,
rispose il canarino... “Ciò non mi sembra vero...
per me, tu mi stai prendendo in giro...”
“No”, rispose il pesciolone, “per davvero...
...la verità io ti ho detto... son sincero...
mia madre era uno squalo, mio padre una balena,
ed io così son nato ‘squalo-balena’
dopo che han fatto l’amor con luna piena !”
“Bah!...” pensò il canarin... “anche questo sarà un caso...
... ma anche lui mi avrà preso per il naso ?!?!...”
 
e così, continuando il suo cammino,
il curioso e giallo canarino
si fermò stanco sopra un vecchio casolare
quando sentì da lontano un abbaiare ;
stava mordendo un bel tozzo di pane
nel mezzo del cortile, un grosso cane.
incuriosito, si avvicinò e gli disse : : “E tu chi sei ?”...
“Un cane-lupo’!...”   “Ehi, ehi, ehi...”,
rispose il canarino... “Ciò non mi sembra vero...
per me, tu mi stai prendendo in giro...”
“No”, gli rispose il cane... “per davvero...
...la verità io ti ho detto... son sincero...
mia madre era un cane, mio padre un lupetto,
ed io son nato ‘cane-lupo’... te l’ho detto...
dopo che han fatto l’amore sotto un tetto !”
“Bah!...” rispose il canarin... “sarà un caso...
... qua tutti mi prendon per il naso!...”
 
alla fine della giornata, il canarino, stanco,
di ritorno a casa, così, di punto in bianco,
sentì un ronzio all’orecchio diretto :
si voltò, e vide lì un insetto
che lo guardava ...  Gli disse : “Ehi, ehi, ehi...
... anche tu da un incrocio, nato sei ???”
“Son ‘na  ‘zanzara-tigre’, insetto scaltro...!!!”
 
“ma và via, và....... raccontala a qualcun altro !!!!!!”
  • Attualmente 3.6/5 meriti.
3,6/5 meriti (5 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
la grascia
Pubblicata da PoeticHouse Venerdì, 12 di Gennaio del 2018
Colta da mano magra
dimagrita dal deserto
sbuccio tranquillo l'arancio
che tutto manco mangio
buttando via le bucce
spargendole all'aperto
dove mi pare e voglio
dappertutto
e non mi impensierisce
faccio spallucce
al capo che a capochino
divora quel gratuito panino
avvolto in grosse fette di prosciutto.

grasciaèanchelorduraefetenzianmsdodicigennaio2017
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
la notte del boia
3,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Lunedì, 15 di Gennaio del 2018
mi avvolgo tremante
nelle calde braccia
di una notte senza più ritorno

eterna sensazione
plasmata in quella ridondante
melodia
di 853 applausi
di estati parallele

maledetto tarlo
di respiro affannato
in una prigione
di mille ostilità

mi tuffo incredulo
in quella sorgente
di una menzogna senza fine
dove
quel piccolo boia,
che sghignazza,
si veste a festa
e mi attende al varco

lui bavoso ed irriverente
mi aspetta trepidante
sull'uscio sgretolato
di un ricordo
nato morto...

profumo di malinconia
nel giardino dell'oblio!
________________________________________
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)
Poesie lette da albi nell'ultima settimana
Memento per Dolores
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 2 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Martedì, 16 di Gennaio del 2018

Per inviarle un fiore ascoltatela. Grazie.

il 16/01/2018 alle 14:14

profondamente, irrimediabilmente vera. come donna, come artista. un piccolo pezzo di noi andrà con lei.via..

il 17/01/2018 alle 11:36
Dolores O'Riordan ieri è morta
ieri per tutti i miei giorni venturi
non salirò per le scale di brugo
della sua voce di cristalli e laghi
solamente un pezzo di plastica
sarà il suo epitaffio di cetra
da ieri Dolores O'Riordan è vento

16 gennaio 2018
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)