Vedi tutte le Poesie lette da albi dell'ultima settimana

Pagina aggiornata il: 18/10/2018 09:09:06
Gli amori persi
Pubblicata il 24/09/2018
Gli amori persi sono
come le foglie d'autunno, che
colorano d'ambra i parchi.
un pittore le fa sue in
un quadro rendendole immortali.
un quadro che resterà scolpito
sulle pupille dei miei
occhi estasiati e stanchi.
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (6 voti)

Pur se triste rimane la bellezza delle parole

il 24/09/2018 alle 10:26

grazie

il 24/09/2018 alle 12:55

Bella, complimenti.

il 24/09/2018 alle 12:59

Grazie

il 24/09/2018 alle 14:53

L'autunno è anche rinnovamento!

il 24/09/2018 alle 20:41

L'ho fatta subito mia : bella.

il 24/09/2018 alle 20:47

Grazie a tutti.

il 25/09/2018 alle 13:00

Una pennellata d'animo magico e poetico! Brava un saluto

il 27/09/2018 alle 14:43
Pubblicata il 15/12/2012
C'e chi respira gia' l'aria di Natale,esso e' importante lo scrive il calendario.
E' l'incarnazione del cristianesimo di tutti
i valori sinceri.
La famiglia
La fratellanza
La pace e la tolleranza.
Le strade si riempono la gente sorride,
le vie si accendono di luci e musica,e tutto
riscalda la fredda atmosfera.
Le masse affollano le piazze, tutto di dipinge
di rosso,i negozi ci fanno l'inchino,con gli
addobbi e il manichino..
La folla e' stregata di promesse,consigli
proposte,tutti trovano delle risposte.
E' il momento giusto di impossesarsi di cio'
che non si possiede,di cio' che ci manca o
manchera'
Perche' il natale nessuna giustificazione
ci chiedera'.
Ma forse il Natale e' pure ipocresia perche'
si fa quello che l'anima non vuole che sia.
  • Attualmente 2.6/5 meriti.
2,6/5 meriti (5 voti)

è un po come quando si è in ospedale: tutti fratelli e, una volta fuori si torna ai coltelli peccato non sia sempre Natale. un bel dipinto festivo. apprezzato

il 16/12/2012 alle 10:02

ti ringrazio, speriamo che almeno i bambini si divertono buon natale in anticipo di parecchio ciao

il 16/12/2012 alle 11:06

Speriamo passi in fretta... condivido i tuoi pensieri. Patrizia

il 17/12/2012 alle 09:00

stai tranquilla tutto passera' siate ottimisti che serve a qualcosa ,anche nella tristezza di una giornata piovosa c'e allegria ciao

il 17/12/2012 alle 11:29

Concordo sull' ipocrisia! !!

il 25/08/2013 alle 22:24

ringrazio e saluto,ciao

il 26/08/2013 alle 19:26

testo da rileggere di nuovo e ,meditarci su.....

il 05/12/2017 alle 19:55

Per vivere il vero Natale bisognerebbe tornare bambini...almeno con il cuore...basterebbe essere puri di cuore...praticamente un sogno.

il 14/12/2017 alle 23:11

Brava le tue parole mi hanno ricordato Gesu',non sono i bambini che si devono elevare ad adulti ,ma siamo noi grandi che ci dobbiamo abbassare a ridiventare bambini,un saluto

il 18/12/2017 alle 09:05
Pubblicata il 13/11/2017
La famiglia, il sociale
contornate dall’ipocrisia.

Me la sento addosso
è come un orticaria

mi sento pecorella ingabbiata
nel rituale di belare piano
per la pace delle coscienze

Si nasce portando in retaggio
esempi famigliari

di chi predica bene e razzola male.

Voglio svegliarmi una mattina
e urlare basta

allargare i polmoni
e dire la verità in faccia a tutti
solo per un giorno.
i confini si apriranno
e sarà esaltante

sarò il terrore dei millantatori

ma avrò vinto l’ipocrisia
cambiando il mio viso da sfinge avvizzita

in una gaudente allegrona.

Senza più sorrisi di circostanza

non schiava d’una falsità diffusa.

Non vi lamentate dunque di belare

armatevi di coraggio
contro i monsoni dell’ipocrisia
dite ciò che sentite
e che per anni avete tenuto per voi.

Ricordiamoci che l’umiltà dell’ipocrita

è superbia mascherata!

mirella Narducci
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)

"Chi è senza peccato scagli la prima pietra" ...Così parlò Gesù di Nazareth...e gli ipocriti gettarono le pietre a terra e si allontanarono...; un plauso alla Potetessa.

il 15/11/2017 alle 14:12

Rom felice di sentirti....Ho aperto il sito solo oggi il mio pc si era preso un virus e l'ho mandato dal dottore ah ah ah ah ah. L'ipocrisia dilaga nella nostra società a volte sembra di non poterne farne a meno ti coinvolge in certi ambienti e non ne puoi fare a meno. E' difficile essere sinceri, a volte si è creduti di più mentendo......Ciao

il 22/11/2017 alle 11:42

ipocrisia...... dicono cattiverie e hanno il coraggio di dire" Ma guarda che io gli voglio bene!!!!!!!

il 28/11/2017 alle 17:36

Gabriela... la falsa modestia è il vestito dell'ipocrita! Ciao grazie :)

il 28/11/2017 alle 18:08

condivido in pieno questo tuo scritto così genuino e veritiero....gabriela.

il 05/12/2017 alle 20:06

Detesto l'ipocrisia ...ha volte ho dovuto esserlo per il quieto vivere ma finchè ho potuto l'ho tenuta lontana non è consona alla mia persona. Ciao Buona giornata

il 06/12/2017 alle 10:00

piaciuta e reale un caloroso abbraccio albero

il 14/08/2018 alle 10:07
Pubblicata il 13/06/2011
Ebbène, dipano
gomitoli aggrovigliati
rendendoli doni,
ocarine, immagini.
Piacevolmente,
mi accingo in questa
sinfonia occasionale,
novellando
Idee.

La ripropongo dai cassetti della memoria.
Dora Forino
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)

E' un pensiero bellissimo, molto generoso, veramente una sinfonia piacevolissima anche da leggere.
Apri ogni tanto questi cassetti della memoria e deliziaci con pensieri così belli e piaciuti...
Buona giornata Dora, un caro saluto,
helan

il 14/06/2011 alle 09:24

Buon pomeriggio Hela, sono proprio
contenta che ti sei deliziata con questi versi .
Un abbraccio.
Dora

il 14/06/2011 alle 19:34

tu quando apri i tuoi cassetti tiri fuori solo perle come questa...io quando apro i miei passo la giornata a mettere in ordine! :-)
brava Dora, è bello curiosare nei tuoi cassetti.
baci
eos

il 14/06/2011 alle 21:18

Buongiorno cara amica mia eos,
come sono contenta sapere
che apprezzi le mie poesie.
Sono particolarmente serena
in quanto ,sto già pregustando
la mia prossima vacanza
in Sicilia.
Comunque, cercerò di esserci sempre nel tempo libero per comunicare con te.e gli amici di P.H.
Ti lascio un abbraccio di amicizia!
Dora

il 15/06/2011 alle 07:17

I tuoi cassetti della memoria sono per noi magia Dora.

bacetto. Marygiò

il 18/06/2011 alle 19:51

Buona domenica Marygiò,
Che dire sarò attenta a rinverdire
tutti i casseti della memoria.
Un abbraccio.
Dora

il 19/06/2011 alle 09:17

E non smettere mai!

il 02/04/2013 alle 15:51

Grazie Kristine, buona domenica! Dora

il 07/04/2013 alle 19:44
il mondo E' stanco di vivere
Pubblicata il 14/10/2018
Vedi?
il mondo è stanco di vivere.
abbarbicato a scuse deboli e interessi terricoli.
il mondo non è più lo stesso.
ripete pedissequamente le stesse identiche cose.
abitudini dettate dalla noia di non volersi più alzare
dalle provate e ritrovate scuse.
vedi?
il mondo è stanco di vivere.
tra pace e guerra sembra non ci sia differenza.
come tra solidarietà e malcontento.
tra televisioni e ipnotico affronto.
fregandosene di tutto.
evidenziando del secondo solo il contorno.
vedi?
il mondo non è più lo stesso.
di quando, bambino, aveva ben altro sguardo.
ben altro firmamento.
adesso lui cammina distratto da onde fluttuanti di assenzio.
onde invisibili ormai indispensabili.
dove basta un messaggio per farlo confondere.
senza ascoltare se stesso.
vedi?
il mondo è stanco di vivere.
e noi facciamo poco o nulla
per non farlo sentire complice.
poco o nulla
per non farlo morire sterile.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
il duro lavoro di dio
Pubblicata il 14/10/2018
Ora vedo l'incanto
del cielo stellato,
che a bocca aperta
mi coglie.
vedo il suffisso
accrescere
la parola amata.
e il riverbero del sole
che gli occhi
ha accecato
come foglie.
vedo l'immaginazione
che è subito ripartita
insieme alla accettazione
del cambiamento.
al di là del semplice invito.
al di là di un triste movimento.
vedo una scia di eterno
che vira oltre
le nubi e i voli.
e si dirige verso
distanze inesistenti.
dove non saremo più soli.
dove non saremo più assenti.
e vedo adesso
il tuo sguardo perso
come del resto lo è il mio.
dove il futuro che cerchiamo
avrà un destino incerto.
il duro lavoro di Dio.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
il giorno muore E poi risorge
Pubblicata il 14/10/2018
Il giorno muore
e poi risorge.
e noi viviamo l'istante
immersi in noi.
dove un abbraccio basta
per farci sentire bene.
per farci sentire
parte di un insieme.
parte del poi.
parlami di cosa hai fatto oggi.
che domani sarà già tardi.
dimmi di cose accadute per caso.
tra monotone corde.
fammi vedere il tuo viso dolce
e abbagliami di luce da levante.
presto
che il giorno muore e poi risorge.
presto
che abbiamo solo una vita per amare.
e amarci.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
il Film della nostra vita
Pubblicata il 14/10/2018
Saremo il film della nostra vita.
saremo la bellissima colonna sonora.
ci piacerà molto, al punto che
applaudiremo tanto.
oscar per la stupenda interpretazione.
oscar ai due protagonisti.
oscar alla sceneggiatura.
oscar ai dialoghi,
fatti di poche, intense parole.
oscar all'amore,
che il corso della nostra esistenza
ha saputo dare.
saremo il film della nostra vita.
e ogni giorno lo andremo a rivedere.
senza pagare il biglietto.
assaporandone il messaggio.
senza veli, senza distacco.
e ancora applaudiremo,
sui titoli di coda,
piangendo per l'emozione.
felici di questo lieto fine.
saremo di questo film il capolavoro.
saremo la nostra passione.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

Molto bella!

il 14/10/2018 alle 13:55
il lago bajkal
Pubblicata il 14/10/2018
Andremo in barca
sul lago Bajkal,
per scoprire i tesori
che l'amore ha immerso.
venti metri di distanza
sono pochi
per tutta un'esistenza.
troveremo una moneta d'oro,
gettata dal console Ivàn
e le piume di pavone
della duchessa Lyudmila.
la spada del giovane Grigoriy
e l'anello da sposa di Aalina.
noi, invece,
del nostro amore
non lanceremo niente
sul fondo dell'acqua.
nemmeno il pensiero
di doverlo ricordare.
la nostra è una storia bellissima,
che resterà in fondo all'anima,
a venti metri di passione.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)
Finale circolare (da Le tessitrici della vita)
Pubblicata il 14/10/2018
Gli Scott, che lo avevano accudito,
se ne stavano andando e l’istinto
selvaggio insito in lui gli avrebbe
restituito la fierezza repressa dalla
quale avrebbe nuovamente attinto.
nessuna voce narrante saprà mai
descrivere le urla lancinanti della tribù
dei nativi americani di Castoro Grigio,
o le membra straziate che rifocillarono
un intero branco di lupi al cielo bigio
delle ostili terre innevate del Grande Nord.
con le bianche zanne intrise del sangue
dell’uomo che lo aveva venduto, la mente
ripercorreva le foreste dello Yukon fino alla
lince che, cucciolo, lasciò sua madre langue.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)