Pubblicata il 30/10/2008
Nell’aia c’è ancora il grano da legare
ma la cadenza d’oro del mattino
non rimanda ad urgenze di pensieri,
nè ad azzardo di parole rossovermiglio
tirate a sorte da un cappello.

Non rincorre lampi l’Attesa,
né anticipa le mosse,
stretta su zattera di pietra
affida le proiezioni al chiaroscuro
presso gli argini del fiume.

Da tempo ha smarrito gli schemi del gioco a rimpiattino.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

Molto bella, bella la riflessione sull'Attesa. Ciao, Lino

il 30/10/2008 alle 13:39

nell'esistere non c'è un punto fermo, ma sempre un fluire in diverire, e questa è l'attesa

piacere di averti incontrata nel mio passara da, al mio piacere di leggerti e salutarti
baciotto

il 30/10/2008 alle 13:59

Se vuoi te li procuro io, dolce Fatina notturna...
e ti tengo la mano saltando .. ;-)

smack
liz

il 30/10/2008 alle 14:05

"Non rincorre lampi l’Attesa,
né anticipa le mosse,
stretta su zattera di pietra
affida le proiezioni al chiaroscuro
presso gli argini del fiume.
" Molto sentita, questa parte, mi sento come quella zattera...
Un abbraccio.
Ax

il 30/10/2008 alle 14:13

6 commenti

l'unico vero volo
e quando ti leggo...
mi libro
come le pagine di un libro
incontro al sole

il 30/10/2008 alle 14:26
Yo

Mi è piaciuta molto e medito sul significato dell'attesa. Un bacio,
Yo

il 30/10/2008 alle 14:32

Stridono il volo e l'attesa, proiezioni su schemi di coscienza diversi, divisi da tempo e spazi, rincorsi forse col rimpiattino di cò che avrebbe potuto..
Una lirica che si discosta dalle tue ultime, vi aleggia la tinta del rimpianto..
Leggendo e rileggendo Sergio

il 30/10/2008 alle 17:27

L'Attesa presuppone l'imprevisto..
chissà forse la sorpresa..nel dubbio
ci si aggrappa alle certezze (meglio e saggio)
poi la salvezza (gli argini) é sempre a portata
d'intuito e mano.
Un bacione
Summer

il 30/10/2008 alle 18:11

Un cilindro che non da tregua e pare recida il rosso dei papaveri in un sorteggio pilotato del tempo.
L'Attesa è consapevolezza del domani e la voglia di nasconderci agli avvenimenti ormai ci porta sorrisi quasi ironici.
Scusa se sono uscito di strada, ma leggerti è un po' una piacevole sbornia :-)))
Un grrrrrrande abbraccio
Cesare

il 30/10/2008 alle 19:55

hanno detto tutto gli altri io mi limito a dirti che sei eccezionale cara mati,un caro saluto

il 30/10/2008 alle 21:10

Ti ringrazio moltissimo per l’apprezzamento positivo.
Ciao
mati

il 30/10/2008 alle 23:28

Parlando per metafore, nel mio caso il distacco non sarebbe per niente un bel rapporto d'amore.
Meglio l'attesa, seppure silenziosa.
Grazie per avere colto la malinconia.
Un caro pensiero
mati

il 30/10/2008 alle 23:42

Bella la tua espressione "un fluire in divenire", così com'è graditissimo il tuo affettuoso passaggio.
Ricambio con stima il tuo dolce baciotto
mati

il 30/10/2008 alle 23:55

Stavolta sono io che accetto in pieno il tuo sostegno.
Mi fido perfino a saltare, tanto so che sotto metteresti una rete di protezione! :-)
Sei tanto cara,
grazie
mati

il 31/10/2008 alle 00:14

Credo che di zattere di pietra ce ne siano tante in giro, è un po’ il giocoforza della vita che ci obbliga ad abitarle.
Grazie sentite,
un carissimo saluto
mati

il 31/10/2008 alle 00:37

prendo spunto dal titolo ,e mi do il tempo per riflettere sul contenuto ,ti dirò che l'importante è aver volato ,ma quando si cade ,il volo per un attimo ci sembra perso , animo umano che nel momento dell'attesa vede due visione ,il conquistato e il perso ,quale mettere che faccia scivolare sul giusto la bilancia ,tengo strette le dita e ti mando forza ,ate che ne regali sempre ,un abbraccio grande cate

il 31/10/2008 alle 11:23

Grande amico reggino, nonchè accanito lettore!
Grazie per avere aperto le tue ali al sole, le trovo di ottimo auspicio.
Un abbraccio
mati

il 31/10/2008 alle 23:02

Spero che la tua attesa sia ricca di certezze e ti conduca ad un porto sicuro.
Ti ringrazio per il generoso passaggio.
Ti abbraccio
mati

il 31/10/2008 alle 23:12

Al contrario di attese che fanno immaginare un percorso agevole e di facile raggiungimento, ce ne sono altre che non danno un fremito speciale, perché offrono pochi elementi per sperare in un approdo sereno, ed allora ci si arrocca nel silenzio, fuori da ogni previsione.
Se non ho voli di pensiero, non ho però rimpianti, vivo un momento particolare aspettando semplicemente che tutto accada, pronta a riprendere il volo se le ali si apriranno con vigore.
Ti sono grata per il tuo leggere e rileggere con cura.
Un caro saluto
mati

il 31/10/2008 alle 23:32

Interpretazione a tutto campo la tua.
Occorre tenersi pronti a capire le situazioni che mano a mano si offriranno alla valutazione del pensiero, e da lì muoversi verso l'azione, cercando di affidarla alla giusta direzione.
Un caro abbraccio e grazie per l'attenzione che mi dedichi
mati

il 31/10/2008 alle 23:42

Hai imboccato un sentiero in cui c'è da raccogliere tanta verità, quindi la tua sbornia mi giunge gradevolissima, addirittura mi comunica un grazioso sorriso.
Grazie,
ricambio l'abbraccio con la stessa intensità
mati

il 31/10/2008 alle 23:48

Hai scelto per me un aggettivo super.
Lo accolgo col cuore in festa.
Grazie,
un carissimo pensiero
mati

il 01/11/2008 alle 00:04

Quel tuo dirmi "amica carissima" mi fa star bene.
La grinta non manca, anche se preferisco mettere per un po' a riposo il pensiero dei giorni futuri.
Grazie,
un abbraccio fortissimo
mati

il 01/11/2008 alle 00:12

Le vedo le tue dita strette, ne raccolgo il sincero messaggio d'affetto.
Grazie, cate,
che la notte ti faccia buona compagnia.
mati

il 01/11/2008 alle 00:15

"Non rincorre lampi l’Attesa,"...
un'immagine che va oltre le parole...

Un titolo che porta una tragica connotazione malinconica, con quell'unica possibilità di volo, a schiantarsi...

Un caro saluto
JK

il 01/11/2008 alle 09:53

e tu saresti la sognatrice?...ma tu hai avuto e hai una vita fatta di realtà....e che realtà!

il 01/11/2008 alle 10:19

E' bello sapere che il lettore si cala dentro i versi con lo sguardo capace di cogliere l'oltre.
Grazie per il gradito commento.
Un caro pensiero
mati

il 02/11/2008 alle 22:52

La mia realtà, di certo, è stata ed è ancora ricca di tante esperienze, ma non ho mai dimenticato di fare puntatine veloci nel mondo del sogno, cercando di mantenere un certo equilibrio tra i due universi che mi appartengono.
Grazie, per avere visto con lungimiranza la realtà da me vissuta.
Un caro saluto
mati

il 02/11/2008 alle 23:07