PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 20/08/2008
È dolce il tuo ricordo,
come un mare in tempesta che si schianta nelle coste della mia memoria,
lentamente scava e trascina con se il mio presente .
E’ soffice il tuo ritorno,
come il vento d’autunno che convince le vecchie foglie a cedere e a lasciarsi andare
per tornare a terra,
nella stessa terra che le ha nutrite ,
e che ora le accoglie ….
È soffocante il tuo addio,
come questo mio eterno vagare nei pensieri,
quelli che tu condividevi fino a ieri …
Oggi ci siamo
Ma non ci stiamo più, tutti e due sullo stesso ramo …..
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Riporta alla memoria "le foglie morte" di Prevert. Sbaglio? Saluti. L'orco.

il 20/08/2008 alle 16:27

bisognerebbe capire se il ramo è diventato piccolo o al contrario........,molto bella ,saluti

il 20/08/2008 alle 17:39

Mi ci ritrovo pienamente!

il 19/04/2011 alle 12:14