Utente eliminato
Pubblicata il 30/07/2008
Se tu mi chiedessi ancora
di danzare
verrei a te
a piedi nudi
sui carboni ardenti
serrando tra i denti
la rosa della nostra passione
la musica della nostra ossessione.
Se tu mi chiedessi ancora di volare
ruberei a me stessa l’ala
di riserva che mi resta
per raggiungere le stelle.
Giacché ora sono scalza
e le ali sono frammenti di sogni
che non sanno più librarsi in volo
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

e se ti chiedesse di gettarti in mare pur non sapendo nuotare???
credo che se ti chiedesse ste cose sarebbe egoistico..amore non è autolesionismo..ma condivisione...
ma ognuno ha un proprio modo d'essere...e va bene così.
Klavier

il 30/07/2008 alle 18:04

Dolcemente ossessionato dai tuoi intensissimi versi. Ciao, M.

il 30/07/2008 alle 18:11

Hey K,
vagamente in sintonia le nostre due di oggi..
Tu danzi, io volo

Smack
liz

il 30/07/2008 alle 18:16
JB

Un particolare poesia di amore nella quale giochi il ruolo di colei che esaudisce; in realtà le fila le muovi tu proponendogli cosa faresti.
Bella.
J.

il 31/07/2008 alle 18:58
JB

Concordo. Ma siamo in pochi ad averne coscienza e conoscenza.
J.

il 31/07/2008 alle 19:46

Tutto oK, grazie
vista anche la poesia di Dory.. parla d'amore e nido...
Come mi piacciono questi intrecci..!!!;-)))

smack
liz

il 01/08/2008 alle 09:46

Simpaticissima domanda, Koreja! Domande tali rivelano intelligenza e una buona dose di ironia. Qualità di cui sono un grande estimatore. Tuttavia voglio risponderti. La rosa è la mia dolce ossessione. Sempre. La lavanda dipende dal tipo di donna ... Me lo sono guadagnato un cioccolatino? Un bacio, Manu.

il 01/08/2008 alle 17:47