Pubblicata il 14/07/2008
Dolore nell'aria
pianto, spavento
immensa l'onta
il danno persiste
quanto coraggio ancora
per andare avanti..
Tutto rema contrario
il fiume scorre impetuoso
la mano aggrappata
ormai scivola via.

I figli si creano alibi
impastati con l'indifferenza
di chi ha l'egoismo nel cuore..
e intanto la mamma soffre
e si prepara l'evento..

Non posso più trattenere
tutto rema contrario
e la beffa e' grande
un arrampicarsi sugli specchi:

non sono figlia unica
forse era meglio..
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Fai conto di essere figlia unica e - AMALA- un poco anche per chi non riesce a farlo.

il 14/07/2008 alle 19:10

Ma non e' così semplice..
La mano ormai sta allentando la presa..
Io ci metto tutto la mia volontà , ma e' dura..
Grazie di avere letto...

il 14/07/2008 alle 22:55

Capisco il problema e so che è estremamente difficile gestirlo.
Ci vuole tanto amore, l'unico elemento che possa sostenere la forza fisica, necessaria per andare avanti.
Un abbraccio, mati.

il 14/07/2008 alle 23:31

Si e' molto difficile gestire, ma ancora di più la cattiveria , lgratuita di chi come me ha i stessi diritti e doveri..
Nessuno ha mai chiesto nulla , ma proprio per questo quando una volta ho chiesto qualcosa e' successo il finimondo..
Hanno esagerato in tutto, quando bastava poco sedersi e parlare..
Mia madre non ha nulla solo la malattia e la pensione..
e quest'ultima e' stata presa..
Una brutta storia....
Grazie di avere letto , l'amore e la pena sono infiniti..ma ormai sono allo stremo..

il 14/07/2008 alle 23:40