Pubblicata il 08/07/2008
Fiamme.

Luce.

Arancione e gialla e rossa.
Danza senza fine
tra gli alari
componendo una sinfonia
d'infinite variazioni,
istante per istante,
di movimenti corposi,
di movimenti guizzanti,

Calore.

Che sembra entrare dentro
a sciogliere
quasi,
perfino,
l'immane iceberg
che è macigno
dentro di me.

Questo io vedo
sprofondando nei suoi occhi,
le mani perdute
nei suoi capelli di seta.

E lei,
che sente il mio bisogno,
più spesso
visita i miei sogni,
mi offre il conforto che può;
e io
che vorrei solo
sprofondare nel sonno,
ogni mattina
mi sveglio,
mi alzo,
scuotendo con lugubre tintinnio
le catene
dei miei molti doveri.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

Carissimo Solo
questa tua mi lascia così. Rileggo un po' di volte i tuoi versi, mi piacciono, gradisco l'immagine che ne scatuisce.
ma poi la malinconia si impossessa della chiusa. Ed è un finale che m'appartiene.
condivisa davvero

Smack
liz

il 08/07/2008 alle 22:06

Ma io stavo parlando ad una donna, che esiste solo nei miei sogni certo, ma una donna che, un giorno, mi farà un immenso dono.
Ciao, un saluto

il 08/07/2008 alle 23:55

Ti chiedo scusa per la malinconia che ti ho arrecata, e mi dispiace sentire che la chiusa appartiene anche a te. Tu sei più giovane di me, e preferirei che tu la sentissi estranea alla tua esperienza.
Sempre grazie per il bacio, e per la tua attenzione.
Ciao
Buonanotte

il 08/07/2008 alle 23:59

Vi trovo una forza di scrittura non indifferente, ma il respiro di chi legge d'impatto si arresta, per l'accento accorato.
Un caro pensiero
mati

il 09/07/2008 alle 00:01

Ciao Mati, ci sei sempre, grazie.

il 09/07/2008 alle 09:48

Nn ti dispiacere di nulla, carissimo
la condivisione di una emozione (bella o brutta che sia), ci avvicina, ci accomuna, ci rende fratelli di cammino, nn trovi?
Smackissimo
liz

il 09/07/2008 alle 15:55

ognuno di noi si alza con un tintinnio di doveri.è un suono diverso e uguale per tutti..
dai, coraggio, amico mio che la vita è breve. non c'è poi tanto bisogno di andarsi ad augurare simili amplessi.con la stima di sempre, anna

il 09/07/2008 alle 19:28

stamani "un tintinnio di doveri" mi ha chiamata all'alba...ma eccomi qui a cercare le tue tracce che si perdono nell'evanescente brina del mattino.

il 21/01/2014 alle 07:20