Pubblicata il 02/08/2002
Ermione:

Riportare ordine nel caos,
creare nuove primavere,
liberare le ninfe,
donare vita ove regna morte.

Non è compito semplice,
la mezza fata ci può salvare,
per questo non deve perdersi
nei boschi delle Dame dell’ombra.

Hai amato un ombra,
hai diviso la tua anima
con uno spirito di luce,
torna alla tua casa con ciò
che lei ti ha donato,
non chiedere di più,
potresti trovare morte.

Lei non conosce il suo destino,
lei non crede più in niente,
lei si fida di te,
solo di te, per questo
sarai tu ad accompagnarla
nella casa delle ninfe.

Devi impedire che
le Dame oscure giungano
a toccare il suo lato umano,
hai veduto con i tuoi occhi
l’opera distruttrice di Amnesia.

Porta Astra al loro cospetto,
sarà lei, dopo avere portato
a termine il suo destino,
a decidere cosa farne del tuo.

Corri veloce Perseo,
è con la nostra vita
che ora stai giocando,
è con il nostro ultimo respiro,
devi proteggere
la figlia delle fate.

Un sogno, sì, un sogno,
sulla mia tela una speranza,
voi dipingete la nostra vita,
con la vostra presenza qui.

Siamo creature di crepuscolo,
siamo ombre della mente,
profezie
di sventura, di morte, di dolore
vedono i miei occhi,
non lasciare mai la sua mano
potresti perderla ancora.

Se un giorno mai
lei avrà bisogno di te,
sulla mia tela comparirà
un futuro nuovo,
una vita con lei.

Corri,
il crepuscolo respira con te,
il suo cuore è ora il tuo,
lei non deve sapere,
fino a che non sarà il momento opportuno.

Sarai custode
di un grande segreto,
sarai la sua guida,
costruisci un nuovo futuro
che forse ti sorriderà.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

la chiave della palingenesi non sta nel riportare ordine nel caos, al contrario sta nel rendere il mondo all'incoerenza, liberando le sue singole parti costituenti, lasciandole libere di ricombinarsi a piacere, a formare nuove strutture, abolendo i sistemi precedenti
il caos come metodo di liberazione dall'ovvio

ciao

il 02/08/2002 alle 23:47

L'incoerenza precede l'ordine che non sempre è il banale e l'ovvio.
Anche tu hai scritto che le singole parti del mondo devono essere lasciate libere di ricombinarsi a piacere... questo ricombinarsi è nuyovamente ordine.
Così navighiamo continuamente tra chiarezza e confusione, altrimenti subentrerebbe il nulla e la noia. La mia opinione.
Ciao

il 17/08/2002 alle 14:21

Ti stai cominciando ad annoiare!
Ancora qualche brano già scritto da spedire e una fine da scrivere...

il 17/08/2002 alle 14:23

Non ti resto che rileggerlo dall'inizio... :p

il 18/08/2002 alle 14:12