Pubblicata il 25/04/2008
Come un branco di predoni
aggrediscono la vita, la luce.
Ed è un gocciolar rossastro
sui verdi chiffon collinari.
La cruenta lotta continua
sino al soffocar del giorno
L’inimitabile scenario del sole
anche oggi ha stupito gli occhi
Tutto finisce col crepuscolo
foriero d’ un richiamo d’astri

Solo poco più in giù
nel mattatoio perenne
lo scorrere del sangue
rimane purtroppo reale
nei secoli raggrumandosi.

SabyGRIZZLY 2008

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Sto ascoltamdo "Generale" cantato da Vasco Rossi.
Sembra una occasione del destino.
Raggruma il tempo, mio caro, nel quale scorre sempre il nostro sangue.
E non c'è anticoagulante migliore dell'amore.
Ma quando si trova la infermiera giusta che lo sappia somministrare.
Io penso solo a un sereno modo di andarmene con una inoculazione letale cxhe mi sia di viatico a un Px Hotel Noir con giardini di cipressi.
Bella.
Un caro abbraccio.

il 25/04/2008 alle 23:26

Sto ascoltamdo "Generale" cantato da Vasco Rossi.
Sembra una occasione del destino.
Raggruma il tempo, mio caro, nel quale scorre sempre il nostro sangue.
E non c'è anticoagulante migliore dell'amore.
Ma quando si trova la infermiera giusta che lo sappia somministrare.
Io penso solo a un sereno modo di andarmene con una inoculazione letale cxhe mi sia di viatico a un Px Hotel Noir con giardini di cipressi.
Bella.
Un caro abbraccio.

il 25/04/2008 alle 23:26

E il sito va...

il 25/04/2008 alle 23:27

..bella..atroce..le luci e le ombre del mondo..

il 26/04/2008 alle 00:15

Grazie per il passaggio e che il tuo nick sia una speranza di serenità sulla terra..
Un grrrrande ciao
Cesare

il 26/04/2008 alle 05:57

Si potesse davvero inoculare amore nelle vene umane.
Quanto ai giardini di cipressi il tuo desiderio s'avveri più in là possibile :-)))

Un caro abbraccio
Cesare

il 26/04/2008 alle 06:01

Sì Sì ...a rilento ma va....
Ciao e buon week Er

il 26/04/2008 alle 06:02

Scenografica, intensa, terribilmente tragica ed infinitamente bella. Un grandissimo saluto. giorgio

il 26/04/2008 alle 08:08

Scenografie create da mani diverse...grazie per il tuo commento Giorgio

Un grrrrrrande abbraccio
Cesare

il 26/04/2008 alle 08:19

perfetto dipinto del dualismo che spinge l'uomo contro la stessa natura di cui fa parte.
Un abbraccio, caro Orso!
Ax

il 26/04/2008 alle 09:35

nemmeno nella necessità l'uomo sa aver rispetto..
rst

il 26/04/2008 alle 10:55

Un duello che alla fine ci vedrà perdenti.
Onorato come sempre dei tuoi commenti Axel
Un grrrrande ciao
Cesare

il 26/04/2008 alle 11:02

L'uomo che baratta la natura col progresso non ha speranza e la toglie anche a chi con la terra vive in simbiosi e sono tacciati come primitivi.
Un grrrrande abbraccio
Cesare

il 26/04/2008 alle 11:05

Nemo mi fa davvero sempre amaramente sorridere.
Il suo commento potrebbe essere il mio, quindi mi allineo e aggiungo che Papy Orso riesce sempre ad usare la parola in modo così chirurgico da diffondere esattamente quella immagine e nn altra.

bella
Bravo
Smack
liz

il 26/04/2008 alle 11:15

Nemo è un maestro in quest'arte tra l' Humor e il Noir.
Oggi mi hai laureato chirurgo wowww :-)))

Un smakkettone
Cesare

il 26/04/2008 alle 11:20

Ti piace almeno un po'?
Smackissimo

Liz

il 26/04/2008 alle 11:24

La tua lettura è perfetta cara Sabry...
ti ringrazio per il passaggio
Un grrrrrande ciao
Cesare

il 26/04/2008 alle 14:38

Tra i tuoi versi balzano il sole e il sangue.. due elementi diversi, in contrasto per colori e per significato, il primo è il dono della natura, segno di vita rigogliosa, feconda e generosa, il secondo è la traccia rovinosa, cruenta e dissennata dell’uomo, che con le sue stesse mani si procura il danno e la vergogna.
Un caro abbraccio, mati.

il 27/04/2008 alle 23:30

E' così bello il tuo commento che me lo copio e metto da parte :-)))
Con grrrrratitudine e infinita stima
Cesare

il 28/04/2008 alle 14:01

Mi piace da morire
:-)))
si fa per dire
Smackorsino
Cesare

il 28/04/2008 alle 14:03