Pubblicata il 11/04/2008
(ded. to H.C. Andersen)

Lei vagava nella notte solitaria e

La neve danzava.

Lei sentiva freddo,

Lei era immobile, statuaria.

Lei sentiva...Lei sentiva troppo...

Dolore,freddo e tanta fame...


La luce del fuoco brillava,

Poi si spegneva, e ancora luccicava...

Unico bagliore nella notte magica

La fiamma danzava

Il suo centro ardeva

anche Wunjo*le sorrideva

Poi tutto svaniva...

Poi fu di nuovo tutto buio...

Buio per sempre.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

hai mirabilmente sintetizzato una delle più belle fiabe della nostra infanzia. Anna

il 11/04/2008 alle 11:33

Incredibile! credevo di non essere più capace di piangere come quando ero bambina e la nonna mi raccontava questa fiaba.Ho pianto.

il 12/04/2008 alle 19:04

una fiaba molto triste...

il 13/04/2008 alle 00:08

non so se essere contenta di ciò oppure se essere dispiaciuta...!
Forse sono più contenta che tu abbia provato comunque delle emozioni!:)
La fiaba in sè é già molto triste!

il 13/04/2008 alle 00:11

ritornare all'infanzia è sempre bellissimo!!

il 13/04/2008 alle 10:45