Pubblicata il 27/07/2002
Mi ricordo di quei lunghi inverni
A studiare interminabili pomeriggi
In gelidi bui e magici crepuscoli
Scandinavi paesaggi in quel giardino d'Olgiate.
Magica desolazione della mente e
Sentimenti ghiacciati.
Mi ricordo gli anni della brina
Campi coperti dalla neve
E quei momenti oscuri dentro me, ma eternamente gioiosi,introspettivi.
Ed io ero lo specchio di quel tempo, dentro me.



  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)