Pubblicata il 07/02/2008
Non ho più tempo
neanche per andare
a guardare e ascoltare
il mare.
Malinconica fine d'inverno
senza il profumo della salsedine,
senza il fragore della risacca,
senza il verde, l'azzurro, il bianco,
senza la sabbia umida
e gli scogli bagnati
che riflettono il sole
basso al tramonto.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

si segui il desiderio ,sai che poi hai ricarica,poi un gran sorriso,ciao amico mio,cate

il 07/02/2008 alle 19:18

molto delicata .....
se vuoi ci andremo insieme ad ascoltare il mare
piace tanto anche a me :-))))))))))
un abbraccio
lia
*****

il 07/02/2008 alle 20:35

Il mare non cambia ,sono le stagioni si posano in esso,e non cambiano colori e tramonti.....
.cambia tu il tuo nome....e separa dalla tua vita melanconie di scelta,
troverai il tuo tempo
!annarella.

il 08/02/2008 alle 09:29

SEGUI IL PRIMO CONSIGLIO CHE CONDIVIDO.
CIAO

il 08/02/2008 alle 09:35

io ho perduto le parole. prendo in prestito quelle di annarella "cambia tu il tuo nome" e vivi finchè hai tempo. e vita .in fondo non giaci ancora sotto un cumulo di terra..o in una urna di porcellana...come le ceneri di chi sai...

il 08/02/2008 alle 12:09

lascia stare tutto Solo , qualsiasi cosa ti trattenga e corri al mare , è una gran medicina per quelli come noi , vai e cammina sulla spiaggia regala a lui le tue lacrime , tutte e poi fai un gran sospiro , dopo starai meglio , ti abbraccio forte veronica.

il 08/02/2008 alle 19:30

Bisogna trovare un varco ed uscire fuori dalla tirannia del tempo.
Occorre ritrovare i colori d'azzurro e di sole e respirare il profumo delle verdi alghe.
Lo spazio di vita diverrà più ampio e generoso.
Ciao, mati.

il 08/02/2008 alle 23:39

si...
tornare al mare
a quella natura che ti permette questo scambio di emozioni che è la vita.
la poesia è molto delicata e bella.

il 09/02/2008 alle 09:31