Pubblicata il 13/01/2008
Sulla sabbia dipinta
della sera
sole morente
d’un antico giorno
i nostri passi tracciano
sentieri
l’Ombra dilaga
e ci sottrae
pensieri

Così lasciamo
questo nudi lidi
alle maree
vincenti
le battaglie cruente
che ci videro
vittoriosi e perdenti
ai monumenti effimeri
roccia consunta
ormai
soltanto rena

Sospinte dagli arcangeli
baluginanti vele
sugli spalti
dei nostri desideri
aspettano che noi
si perda peso
si disàncori il cuore…
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Come portati via dal volo dei gabbiani, vanno via i pensieri su cieli immensi, mentre la realtà ci disancora da ogni trepidante attesa!
Una riflessione pacata su quanto resta di grandi eventi umani, e sul crollo inevitabile dei castelli sognanti.
Un caro abbraccio, mati.

il 14/01/2008 alle 23:22

cara mati, ti ringrazio di prestare attenzione alle mie poesie. Vorrei sbagliarmi , ma credo che tu sia una delle poche persone generose di questo sito...ma a me sta bene così, il tuo commento mi fa felice.
cri

il 15/01/2008 alle 16:26