Pubblicata il 20/12/2007
Il petto villoso della collina
si sta sfoltendo degli ocra
sotto le folate che arrivano
come se migliaia di lame
li sminuzzasse con violenza
in tante foglie sanguinanti.

Piovono in diagonale e vorticoso ballo
prima di sdraiarsi trafelate al suolo
a guisa di sospiri di un amante.

Una depilazione progressiva
alla quale rimedio non c’è
un colpo di sibilante spugna
a rendere glabra l’ardesia
pronta per gli imminenti graffiti
di un inverno armato di fiocchi.

SabyGRIZZLY 2007
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (2 voti)

Immagini in successione a caratterizzare il notevole mutamento della natura, ma che possono anche alludere a determinate situazioni umane in cui i sentimenti si trovano a soffrire.
Speriamo che la neve scriva dei messaggi di speranza sulle piste attraversate dagli uomini.
Un abbraccio, mati.

il 20/12/2007 alle 23:15

Solo chi ama la poesia e sa guardare in profondo alle parole , che della natura ne fa uno specchio per i pensieri, può cogliere mille sfaccettature e accostarle alla vita dell'umanità.
Onorato del tuo commento ti lascio un abbraccio e un augurio da dividere con tutti coloro che ti ruotano attorno giorno per giorno.
Cesare

il 21/12/2007 alle 14:29